Pitchford parla del MultiPlayer di Duke

Divertimento piuttosto che competitività

di Tommaso Alisonno

Duke Nukem Forever arriva negli scaffali dei negozi Europei il prossimo 10 Giugno per PC, PS3 e Xbox360: questo lo ripetiamo (come un mantra) per chi si fosse messo in ascolto soltanto adesso. Nell'attesa (infinita) del ritorno del Duca, Randy Pitchford di Gearbox parla in un'intervista rilasciata a GameShark delle caratteristiche che sono base e anima del MultiPlayer del gioco, specificando che questo è studiato più per chi cerca il divertimento piuttosto che per chi ama scalare le classifiche.


 


"Penso ci siano alcune persone che giocano a Call of Duty o ad Halo in maniera molto competitiva - ha detto Randy - ma penso che la maggior parte degli utenti giochi per divertirsi, in maniera più 'casual'. Quelli sono ottimi giochi per trovare giocatori, testare le proprie capacità e divertirsi nella competizione. Il MultiPlayer di Duke è organizzato specificamente per la fascia che predilige il divertimento sopra ogni altra cosa."


 


Anche il bilanciamento 'da torneo' ha dovuto lasciare spazio a questa priorità: "Siccome il divertimento è l'obiettivo, la priorità dell'attenzione può essere dedicata alle armi rare e uniche ed al supporto di tante strategie differenti piuttosto che sforzarsi in features orientate alla competizione che più del 90% dei giocatori non coglieranno mai o proprio non ricercano."