Pitchford motiva il ritardo del Duka

Le scuse sono arrivate ieri

di Tommaso Alisonno

Dopo il filmato di ieri, abbastanza simpatico da indorare la pillola e recante le doverose scuse, Randy Pitchford di Gearbox è tornato ai microfoni per motivare i ritardi nella release del mai-abbastanza-atteso Duke Nukem Forever.


 


"Nessun imbroglio: credevamo veramente in Maggio quando l'abbiamo annunciato - ha detto Pitchford ad Eurogamer - Non siamo perfetti quando si tratta di predire delle uscite non sicure, ma siamo perfetti nel dedicarci ai nostri obiettivi e lavorarci senza sosta."


 


In seguito Pitchfrod ha detto che la compagnia sarebbe stata comunque in grado di rispettare la data di Maggio, ma che ha scelto di non rischiare di danneggiare la qualità di dodici anni di sviluppo di DNF.


 


"Siamo guidati dai fan che sono ansiosi perché il gioco venga finalmente rilasciato esattamente quanto noi. Il continuo supporto dei nostri fan fa miracoli per il nostro morale e questo porta a qualità e performance. E' per i fan che sono sicuro che che questa modifica all'agenda sia la giusta cosa da fare" ha concluso


 


Pertanto, Duke Nukem Forever sarà nei negozi Europei il prossimo 10 Giugno (vero, Randy?).