Kimishima: ''Non abbandoneremo la generazione Wii U''

Per il repsidente non si può semplicemente chiedere di abbandonare e andare avanti

di Tommaso Alisonno

Intevistato da Time, il nuovo presidente di Nintendo Tatsumi Kimishima ha parlato dei progetti che l'azienda ha in serbo per i possessori dell'attuale "ammiraglia" Wii U. La buona notizia per questi è che non saranno "abbandonati" con l'uscita di Nintendo NX, ma che l'azienda intende ancora supportare l'attuale Hardware.


"Come sapete, nel business dei giochi la chiave è la 'spinta' - ha affermato Kimishima - Fintanto che hai la spinta, che sia una piattaforma o un software, le vendite salgono. A questo punto della vita di Wii U, osserviamo 10 milioni di console vendute, che è solo il 10% di quanto abbiamo fatto con Wii."


"Ciò che voglio fare: io penso che il nostro primo lavoro sia quello di assicurarci che i clienti, questi 10 milioni di clienti che hanno Wii U a casa, abbiano del software da giocare. E dobbiamo assicurarci che siano soddisfatti del loro acquisto e continuino a divertirsi con questa piattaforma. Non possiamo semplicemente abbandonarli e dire 'ehy, è l'ora di andare avanti.' Naturalmente stiamo lavorando su NX e studiando le esperienze che possiamo portare su questa nuova piattaforma, ma il nostro lavoro a questo punto è supportare chi ha comprato Wii U e assicurarci che ci sia software disponibile."


A proposito di NX, ovviamente, Kimishima non ha rivelato granché; si è però sbilanciato in questa dichiarazione: "Posso assicurarvi che non stiamo costruendo la prossima versione di Wii o Wii U. E' qualcosa di unico e differente. E' qualcosa tramite cui dobbiamo allontanarci da quelle piattaforme e realizzare qualcosa che possa piacere alla nostra fanbase."