Ken Levine parla di Bioshock per PS Vita

Il titolo è sempre più evanescente

di Tommaso Alisonno

Ken Levine è stato uno dei più accorati sostenitori al lancio di PS Vita: all'E3 2011 è stato addirittura così temerario da portarla sul palco della conferenza Sony prima ancora che l'azienda Giapponese ne rendesse pubblico il nome (fino ad allora la console era nota come NGP). Il leader della fu-Irrational ne vantò infatti le caratteristiche tecniche e la presenza di un doppio stick analogico, e subito dopo la conferenza (in cui mostrò in azione Bioshock: Infinite) dichiarò di voler realizzare uno Bioshock apposito per la console portatile.




Nella serata di ieri, Ken ha avuto uno scambio di Tweet con alcuni fan da cui sono emerse alcune informazioni interessanti sul gioco - tra cui il fatto che attualmente lo sviluppo sembra essersi fermato...




"L'ultima volta che ho controllato 2K e Sony non avevano raggiunto l'accordo - Twitta Levine - Sembravano molto più ottimisti nel 2011. Vorrei farlo per conto mio, ma avvocati e tutto. Amo ancora la mia PS Vita. Pensavo ad una cosa in stile Final Fantasy Tactics ambientata in una Rapture prima della caduta. Qualcosa che possa girare bene su PS Vita senza essere un compromesso in alcun modo. Inoltre, come alcuni sanno, sono un fanatico dei giochi a turni."




In un altro Tweet, in risposta alla domanda di un fan sulla possibilità che la saga di Bioshock si estenda a media differenti dal videogioco, Ken ha risposto che c'è un libro in fase di stesura.