Gamesurf

Il direttore artistico dei primi Silent Hill critica la collection HD

Si stava meglio quando si stava... meglio?

di Fabio Fundoni

Sempre più spesso le pagione di Twitter ci offrono l'occasione d'assistere a situazioni più genuine dei classici commenti rilasciati alla stampa o per altre vie ufficiali. Questa volta, grazie all'account di Masahito Ito, direttore artistico legato alla saga di Silent Hill, scopriamo che anche agli "insider" non sta affatto piacendo il lavoro svolto da Konami nel portare il secondo e il terzo capitolo della saga di Silent Hill su HD Collection.


 


Quando un suo conoscente gli ha mostrato via web una immagine comparativa tra i giochi originali e la resa su console di nuova generazione, Ito inizialmente definito mediocre il tutto, per poi chiedere se quella fosse la reale resa dei prodotti finiti sul mercato odierno. Alla conferma del suo interlocutore, Ito si è fatto scappare un "Oh My God!", senza però riferirsi alla canzone dei Guns N' Roses.


 


Andando ad esaminare quello che sta accadendo, abbiamo uno stacco praticamente assente dal passato rispetto a quello che dovrebbero offrire le versioni HD, con diversi problemi di realizzazione che trovano il loro picco con la versione PlayStation 3, letteralmente falciadiata da problemi grafici e incapacità di gestione di alcune texture.


 


Lo stesso Ito ha detto che Konami non avrebbe dovuto pubblicare una cosa simile e si augura che, quantomeno, la versione PS3 possa prestissimo ricevere una patch.