Gli ex-giocatori della NFL citano EA Sports

La loro immagine utilizzata senza permesso

di Tommaso Alisonno

La corte Federale degli Stati Uniti ha accolto la denuncia sporta da alcuni ex-giocatori di Football Americano, tra cui Vince Ferragamo, nei confronti di Electronic Arts, rea di aver utilizzato senza permesso il loro aspetto, le loro caratteristiche e le loro capacità nel videogioco Madden NFL 15. Un simile causa, guidata lo scorso anno da Sam Keller contro la medesima EA, è costata all'azienda un assegno da 40 Milioni di $.




Il copione di quest'anno sembrerebbe il medesimo: sebbene EA si appelli al Primo Emendamento sostenendo di avere la libertà di esprimere come meglio crede la propria creatività, la corte ha reputato che l'utilizzo delle caratteristiche proprie degli ex-atleti non sia casuale, essendo nell'interessa commerciale dell'azienda il ricreare la realtà (presente o passata) in maniera più fedele possibile.




La parola è ora agli avvocati.