Dark Souls non ha più segreti: parola di Miyazaki

Il gioco è stato ''completato dai giocatori''

di Tommaso Alisonno

Malgrado la prima release di Dark Souls risalga al 2011, e dunque a oltre 4 anni fa, la community del titolo From Software è molto florida anche dopo l'uscita di Dark Souls II e con l'imminente arrivo di Dark Souls III, senza contare Bloodborne. Per questo motivo, alcuni ancora si chiedono se l'RPG celi ancora qualche segreto che non sia venuto a galla.


A questi dubbi ha risposto il game director Hidetaka Miyazaki in un'intervista rilasciata ai microfoni di Edge in cui ha dichiarato che i giocatori hanno ormai "completato" il gioco, in un senso più profondo di quanto possa sembrare.


"Beh, non c'è più nessun oggetto che non sia stato scoperto, o specifica parte di Gameplay - ha dichiarato - ma Dark Souls è in un certo senso un gioco incompleto, e mi piace pensare che sia stato completato dai giocatori, con le loro scoperte e i loro progressi. Mi piace dire che la natura di questa incompletezza sia completamente deliberata, ma in un certo senso è sia deliberata sia accidentale."


Miyazaki ha continuato rivelando che durante lo sviluppo di un gioco lui si sofferma a pensare ai vari modi in cui i giocatori possano divertirsi: "Sono conscio di questo quando realizzo i giochi: cerco di fare un gioco che abbia bellissimi spazi aperti, salti, stanze da affrontare in maniere impensabili. Non ho mai voluto che fosse qualcosa in cui si dovesse seguire completamente le regole, in cui dover fare le cose esattamente come le hanno pensate i designers."


"Mi piace pensare che questo modo di creare - lasciare spazio - sia soddisfacente. Quindi se ci saranno degli aspetti incompleti in Dark Souls III, vi prego di perdonarci. Quando il giocatore è dentro il mondo del gioco troverà vari posti dove avrà la sensazione di poter sbirciare oltre una tenda, o aprire una finestra per vedere oltre."


Nell'attesa di Dark Souls III, la cui release è fissata per il prossimo Aprile, andiamo dunque a rileggerci la nostra Recensione di Dark Souls (1).