Castlevania: Lords of Shadow 2 - Gli sviluppatori: ''Non ci hanno nemmeno detto che fine faremo''

Ancora attacchi verso il capo del team

di Davide Ottagono

Castlevania: Lords of Shadow 2 ha deluso molte testate giornalistiche, noi compresi, e ultimamente sta facendo parecchio parlare la situazione interna del team.


Per fare un riassunto, molti membri del team si sono lamentati dell'egoismo dei piani alti (e di Enric Alvarez, boss del progetto, più precisamente), definendolo una persona cattiva, chiusa alle idee degli altri e montata di testa dopo il successo del primo capitolo. Tra l'altro, lo stesso Alvarez ha commentato la faccenda, confermando sì la provenienza delle parole, ma consigliando alle persone di "non ascoltare le lamentele di qualcuno che è stato appena licenziato"


Ad aggiungersi ai commenti, un altro interno anonimo, che ha voluto confermare la versione del suo ex-collega, aggiungendo altre spaventose informazioni.


"I problemi di Mercury Steam sono stati esattamente quelli citati dal mio collega", ha infatti detto l'anonimo. "Il nostro team è pieno di sviluppatori talentuosi, ma i capi non fanno parte di questi. Anzi, è come se un capo non ci fosse affatto. Gli unici che davvero hanno saputo guidarci, sono i membri più anziani che fanno parte del gruppo da più tempo. E ironicamente, anche loro si ritrovavano ogni giorno a litigare con Enric Alvarez"


"Non è facile essere creativi, qui, perchè nessuno ha la possibilità di esprimersi liberamente. Infatti, una regola non scritta diceva che nessuno potesse permettersi di dare nuove idee, perchè ai capi non piaceva. Questo non ha fatto altro che far allontanare molte menti dal nostro team"


"Il nostro direttore artistico, Josè Luis Vaello, si è trasferito a Tequila e ora sta sviluppando RIME. Se n'è andato proprio a causa della brutta situazione che intercorreva nei nostri studi. Voleva cambiare molte cose nel gioco, ma non gli è stata concessa alcuna libertà, quindi un giorno è semplicemente arrivato in ufficio, ci ha salutato tutti senza pensarci due volte, ci ha augurato buona fortuna e se n'è andato"


"Vaello era la persona che si era occupata interamente delle ambientazioni e delle atmosfere del primo gioco. Lords of Shadow 2, invece, è una sorta di mostro di Frankenstein, proprio a causa della mancanza di un direttore artistico. Dopo l'abbandono di Vaello, si sono susseguiti differenti direttori artistici, ognuno con una propria visione del gioco. Ecco perchè ci sono alcune sezioni fatte meglio, e altre molto meno"


"Questo Castlevania è un prodotto poco coerente perchè ognuno faceva il proprio lavoro, senza nemmeno conoscere il progetto generale. Ogni dipartimento del team pensava ai fatti propri senza alcuna possibilità di comunicazione con gli altri. Non ci permettevano nemmeno di scambiarci pareri tra noi, come se non si fidassero. C'era un'atmosfera davvero soffocante, uccideva ogni tipo di creatività"


"La cosa grave è che non sappiamo nemmeno cosa pensa Konami del nostro gioco. Abbiamo saputo tutto tramite i siti online, e l'idea generale è che il produttore sia davvero scontento del nostro operato. Ma oltre questo, il nulla totale. Non abbiamo nemmeno fatto una riunione, non ci è stato ancora parlato del nostro futuro, non sappiamo nemmeno se saremo noi a sviluppare il prossimo gioco, se mai ci sarà"