Ancora qualche notizia su Bloodborne

Gli occhi della stampa puntati su From Software

di Tommaso Alisonno

Archiviata la pratica The Order 1886, Bloodborne è sicuramente l'esclusiva Sony più attesa di questo periodo: non è dunque un caso se la rivista Edge, come segnalato su GamesRadar, abbia dedicato al titolo Form Software la copertina del nuovo numero e un ampio speciale.




Stando a quanto riportato sulla rivista, l'esplorazione e i combattimenti per le vie e i sotterranei di Yharnam hanno occupato oltre 40 ore, e queste non state sufficienti per arrivare ai titoli di coda. DualShockers riporta inoltre alcune dichiarazioni del game director Hidetaka Miyazaki, il quale si sofferma sulle similitudini e le differenze rispetto ai tre precedenti giochi.




"Ciò che stiamo cercando di creare è un gioco il cui livello di difficoltà sia maneggevole, non semplicemente competitivo. Il livello di difficoltà, quanto è maneggevole, porta a un reale senso di soddisfazione per il giocaotre. E' una delle mie sfide più grandi."




L'intervistatore ha dunque chiesto al designer se abbia in odio chi utilizza tattiche difensive, come ad esempio il ripararsi deitro agli scudi in Dark Souls: "No, per niente. Amo l'approccio difensivo, è per questo che Demon's Soul è stato concepito così. Solo perché abbiamo preso un approccio differente questa volta non significa che disapproviamo che il giocatore sollevi il suo scudo. Non sono frustrato da nessun approccio, eccetto quando qualcuno sta cercando espressamente di infastidire l'altro."




A proposito delle classi, o meglio ancora dell'assenza delle stesse, invece i vari giochi si somigliano: "Non c'è una chiara 'occupazione' in Demon's Soul o Dark Souls: la classe è definita dalle stat e dall'equipaggiamento. Questo gioco ha un sistema di classe similare: a seconda delle stat e dell'equipaggiamento la personalità del personaggio sarà differente."




Bloodborne sarà sugli scaffali il 25 Marzo.