American McGee non si arrende su Alice

Continua il dialogo con Electronic Arts

di Tommaso Alisonno

Postando sul progetto Kickstarter OZombie, American McGee ha voluto fare il punto sulla situazione per quanto concerne il brand Alice. Alla domanda "perché un nuovo brand piuttosto che un nuovo Alice" lo sviluppatore ha così risposto:


 


"Non smetterò di cercare di realizzare nuovi giochi di Alice. Com'è possibile vedere dai primi lavori della pre-produzione di Otherlands, siamo ancora felici di spendere risorse e tempo sullo sviluppo di nuove idee intorno alla storia di Alice. Questo continuerà a lungo nel futuro. Stiamo ancora avendo un dialogo produttivo con EA a proposito di Alice. La verità è che è una IP importante per loro e per noi (e per voi!) il ché significa che negoziare un accordo richiederà tempo. E' normale."


 


L'intervento continua richiedendo supporto per OZombie, affermando che questo diventerebbe un ottimo argomento di discussione da porre sul piatto delle contrattazioni. McGee afferma infatti che le discussioni che hanno portato alla nascita di Madness Returns sono state fortemente influenzate dal lavoro svolto su Grimm.


 


Insomma, un po' come dire: se volete Alice, fate nascere OZombie. OZombie che al momento ha raccolto poco più di un decimo dei 950.000$ richiesti...