Alien: Isolation sarebbe dovuto essere in terza persona

Il cambio in corsa di Creative Assebly

di Tommaso Alisonno

Tutti sappiamo che Alien: Isolation di Creative Assembly, pubblicato da SEGA, è stato uno dei titoli più accattivanti della scorsa stagione, grazie soprattutto alle sue atmosfere ansiogene accentuate dall'inquadratura in prima persona. Eppure, pare proprio che originariamente il gioco fosse concepito con una visuale in semisoggettiva: a riprova, ecco un video off-screen giunto tra le mani di Destructoid:







Intervistato da Gameinformer, il creative director Alistair Hope ha ammesso il cambio in corsa del concept, motivandolo con questa dichiarazione: "La differenza tra prima e terza persona è stata straordinaria. La terza persona trasmetteva la sensazione di un gioco di Alien, ma la prima quella di Alien." Differenza non da poco, in effetti.




Per saperne di più su Alien: Isolation vi ricordiamo la nostra Recensione.