Anteprima Speciale GoD - Fly!

di Tiscali News
Nessun simulatore di volo ha mai creato una tale atmosfera di attesa e di consenso anche a enorme distanza dalla sua probabile final realease. Ora che siamo agli sgoccioli della definitiva distribuzione del simulatore di volo della Terminal Reality (mai nessun nome di software house fu così azzeccato...), navigando nei siti specializzati, la comunità internazionale dei così detti "simmer enthusiasts" sembra impazzire. Non ho mai visto news-group così affollati o forums letteralmente invasi da piloti virtuali e reali di tutto il mondo

Dalla press-realease in mio possesso e dalle notevoli informazioni che ho raccolto su internet (a tal proposito vi raccomando soprattutto di visitare il mitico www.avsim.com, dal quale sarà semplicissimo "linkarvi" sia con il sito ufficiale che con gli innumerevoli unofficial sites), posso assicurarvi che di fronte a questo capolavoro assoluto, nessun comportamento di frenetica e festosa aspettativa potrebbe apparire ingiustificato o eccessivo (almeno da parte di chi come il sottoscritto ama il volo, e non solo quello simulato...)

Entro circa 5 o 6 settimane, FLY! sarà esposto nei negozi americani, e sarà quindi reperibile in Italia come import

Mi sembra chiaro che il primo punto a favore di questo Simulatore è il ralismo, che fino ad ora è sicuramente il più alto mai raggiunto in questo settore. La ricerca maniacale dei particolari nella proggettazione del cockpit degli aerei ( se avete qualche dubbio, datevi un’occhiata allo screenshot "Navajo FMS"...), come alle risposte dei medesimi alle sollecitazioni fisiche (vento, peso, portanza). A questo proposito la Terminal Reality fa presente che sarà posibile programmare la quantità di cherosene per ogni singolo serbatoio degli aerei, come la disposizione e la quantità dei passeggeri a bordo, avendo la possibilità di monitorare costantemente le variazioni sul centro di gravità dell’aereo

I piloti meno esperti, comunque, non si devono preoccupare per tutto questo sfoggio di realismo, poiché sarà per loro disponibile l’opzione FLY!NOW, che agendo autonomamente sui settaggi riguardanti il realismo di gioco, permetterà a chiunque di librarsi in volo. Inoltre, queta modalità, ci offrirà la possibilità di scegliere se inserire un istruttore virtuale "on board", che ci suggerirà come fare le prime manovre in maniera ottimale, correggendo gli eventuali sbagli

Se il realismo è da considerarsi l’elemento di maggiore importanza, la grafica non è certo da sottovalutare.Sviluppato internamente dalla casa, il motore grafico PHOTEX 3D supporterà pienamente tutte le schede basate su OPEN GL e DirectX

Oltre 50.000 miglia qudrate saranno ricostruite in base ad immagini satellitari che in alcuni punti, come le città, avranno un dettaglio grafico di 25 metri quadrati!!

Le nuvole, invece, saranno animate dal così detto sistema Volumetric Clouds. Volarci dentro o appena al di sotto, sarà un'esperienza entusiasmante, essendo attualmente la rappresentazione di nuvole più credibile mai apparsa sul PC. Chiaramente per sostenere una tale rappresentazione grafica in maniera altrettanto credibile da un punto di vista strettamente meteorologico, sarà possibile importare le METAR delle aree del globo che sorvoleremo dal sito delle NOAA (National Oceanic and Athmospheric Association). Oltre al continuo aggiornamento dei files di scenario, saranno disponibili ben 9000 areoporti, tra cui gli internazionali Dallas Fort Worth, Chicago Megis Field, LAX Los Angeles e molti altri. Con il tempo sarà coperta tutta la superficie americana e (presumibilmente nel futuro), varie zone del globo terrestre

Per la prima volta, grazie all’impressionante dettaglio grafico, sarà possibile volare completamente VFR, facendo riferimento sui grattacieli come sui ponti delle Highways

Dal seggiolino di sinistra, potremo disporre di ben 16 visuali differenti del cockpit che sarà totalmente interattivo (ogni singola leva, pulsante o interuttore sarà attivabile con un semplice click del mouse)

Le lodi a questo incredibile engine, comunque, non finiscono qui, considerando che con le inquadrature esterne sono perfettamente riprodotti 67.128.864 punti di elevazione (montagne, colline , rilievi...). Tutti i finestrini degli aerei sono trasparenti grazie al sistema "transparent cockpit", tramite il quale sarà possibile vedere il pilota e la consolle della cabina

Se gli aerei, le città e il paesaggio sono stati riportati con enorme accuratezza, la ricostruzione degli areoporti ha dell’incredibile. Per fare un esempio, ogni pista possiede i suoi reali sistemi di illuminazione. Le grandi piste degli areoporti internazionali avranno sicuramente il sistema di luci per l’atterraggio VASI, quando le più piccole avranno un più semplice PAPI. Questi due sistemi di illuminazione altro non sono che dei lunghissimi corridoi di luci multicolori che precedono entrambi i bordi di entrata delle piste. I piloti utilizzano questo sistema di illuminazione per perfezionare, anche a vista, l’allineamento dell’areomobile con la pista. Anche se il database degli areoporti verrà continuamente aggiornato col passare del tempo, già in partenza saranno contenuti dei dati che in altri famosi simulatori erano stati omessi: tutte le piste, avranno la loro reale lunghezza, le luci di illuminazione e i corridoi di accesso presenti nel numero e con l’orientamento previsti nella realtà

Un motore grafico così raffinato, sicuramente darà del filo da torcere anche a simulatori notoriamente basati sugli effetti grafici come l’attesissimo Flight Unlimited III. Questo simulatore, anch’esso imminente, è stato appositamente progettatto per girare con le schede accelleratrici dell’ultima generazione (in particolare Voodooo 3 e TNT 2), non riuscendo però a eguagliare FLY! Nella riproduzione fedele dei modelli di volo

Fra gli sreenshots presenti sulla press-realease inviata da Gathering of Developers la foto n°1 è decisamente la più stupefacente. I più esperti avranno sicuramente notato che nella consolle centrale è perfettamente ricostruito L’ FMS-EFIS (Flight Manegement System-Electronic Flight Instrument System) del Chieftain Navajo. Nella prima realease ufficiale del programma, questo strumento probabilmente sarà supportato solo al livello di abellimento del cruscotto

Ma, dalle voci raccolte in rete, ho verificato che fra gli add-on disponibili nell’immediato futuro ci sarà questo importantissimo pannello ( i più smaliziati, sapranno benissimo, che con gli EFIS più avanzati è oggi possibile programmare e condurre il volo in ogni sua singola parte)

Gli aerei disponobili nella prima versione del prodotto saranno: il mitico Cessna 172 (versione R), ossia l’addestratore per il volo basico più utilizzato dalle scuole, il Piper Malibu Mirage (turbo-elica /single-engine), Piper Navajo Chieftan (twin Engine), Beechcraft King Air B-200 (Turbo-prop) e un Jet privato business, il Raytheon Hawker XP300. Tutti gli aerei possiedono cockpit completamente interattivi e provvisti di GPS (un vero Bendix King KLE-89). In seguito saranno messe a disposizione degli utenti nuove strumentazioni di bordo e soprattutto nuovi aerei

La pianificazione del volo, come tutti gli aspetti già elencati, seguirà la reale impostazione fatta dai piloti. Una volta salvato il piano di volo, questo verrà trasferito nel database del GPS o della piattaforma inerziale. Ogni qual volta dovremo stimare delle distanze, con il sistema "range finder", basterà cliccare tra il nostro aereo e il punto che vogliamo rilevare per vedere immediatamente visualizzata, in miglia nautiche, la distanza che ci separa dal dato punto

Di commenti sul gioco da parte di personalità del settore, su internet se ne trovano a bizzeffe. Di certo una di quelle che meglio può descrivere questo simulatore è quella di Tom Gravini, dirigente della Apple Computer :"FLY! Contiene degli scenari di impressionante bellezza, dei pannelli estremamente accurati. L’unica cosa che sembra mancare sono le bustine per il mal d’aereo."