Anteprima Montezuma's Return

di Tiscali News
Il seguito non può che essere altrettanto mitico e quindi passiamo subito alla descrizione. L'idea del gioco a piattaforme rimane, ma si aggiungono altri aspetti quali: enigmi, esplorazione e combattimenti. Rob Jeage, creatore del gioco si dichiara estremamente entusiasta del lavoro svolto fino ad ora (il gioco è in fase d’ultimazione) il mondo tridimensionale creato per il gioco è perfettamente credibile, con personaggi che muovono gli arti in modo molto simile alla realtà, e non  solo per correre e combattere, ma anche per arrampicarsi su corde, rupi, nuotare e interagire con l'ambiente. Nel gioco impersoniamo Max Montezuma, unico discendente del mitico Re omonimo, intenzionato ad impossessarsi nuovamente del tesoro di famiglia, per questo, recatici in Messico ci dovremo addentrare nei regni sotterranei dell'antico imperatore Azteco, popolati da strane creature e da trappole micidiali. I livelli saranno 9, ognuno composto da sei enigmi principali, intervallati da una miriade di scontri, enigmi minori, labirinti e aree da esplorare. La giocabilità minima garantita dai programmatori è di circa 50 ore. Tra gli avversari incontreremo orde di eroici guerrieri Aztechi, streghe, e umanoidi, oltre ad un bestiario alquanto ben fornito: avvoltoi, gorilla, ratti giganti, tigri e udite udite .. gatti domestici! Da notare la buona caratterizzazione dei personaggi, anche se alcuni vagamente in versione "deformed", personalmente ritengo che il gorilla viola sia semplicemente fantastico :)   Tra le caratteristiche tecniche spiccano come al solito supporto per le schede 3D, suono tridimensionale,  movimento secondo 6 gradi di libertà, insomma tutte le carte in regola per un buon gioco, ormai manca poco tempo alla data di rilascio, quindi gustatevi gli screen shot qui sotto e pazientate un pochino...