Anteprima Midtown Madness 2

di Tiscali News
Il primo Midtown Madness è stata una discreta sorpresa per gli appassionati di giochi di guida. Si trattava infatti di un gioco piuttosto originale che permetteva di scorrazzare liberamente per le vie di Chicago con una delle tante auto messe a disposizione. C'erano un sacco di modalità, dalle più classiche, come ad esempio la gara o la corsa contro il tempo, alle più strane come quella che consentiva di girare liberamente per il centro della città senza alcun obbiettivo da portare a termine e senza l'assillo del tempo limite. Una filosofia simile a quella di flight simulator, ovvero il gioco visto come il semplice piacere di pilotare un mezzo. Certo che un aereo non tutti se lo possono permettere, mentre un'auto sì e quindi l'idea forse non è altrettanto allettante, ma per un po' di tempo la modalità riusciva a divertire. Questo titolo forse non ha ottenuto il successo sperato, anche a causa di altri giochi simili e per alcuni aspetti migliori, ad esempio l'ottimo Driver. Il problema del titolo Microsoft era di essere una valida alternativa ai giochi di guida più classici (cioè basati solo sulla competizione), ma tra tutte le sue modalità, non ce n'era nessuna particolarmente riuscita. Il già citato Driver, per esempio, proponeva un'avvincente schema di gioco nel quale bisognava guidare la propria auto attraverso il traffico cittadino per portare a termine i più vari obbiettivi. Questa dose d'azione veniva un po' a mancare in Midtown Madness e si finiva spesso per giocare con le modalità gara e time trial, discretamente sviluppate, con un buon equilibrio tra arcade e simulazione, ma che forse non dovevano essere i punti di forza del videogame

Gli Angel Studios, però, sembrano aver capito i loro errori e stanno sviluppando questo seguito, previsto per l'autunno che ci permetterà nuovamente di vagare per alcune delle più importanti megalopoli mondiali..

DI TUTTO DI PIU'

Sembra questa l'idea di fondo di questo seguito. E' presto per dire se le cose sono migliorate nella qualità, ma di certo la quantità è aumentata in modo esponenziale. Più auto, più città, più tracciati, più modalità, insomma più, questa sembra essere la parola d'ordine. Ma procediamo con calma. Per prima cosa questo Midtown Madness 2 ci propone due città nuove nuove da esplorare: Londra e San Francisco. La Microsoft assicura che appariranno agli occhi dei giocatori perfettamente ricostruite in ogni dettaglio e "vive", nel senso che anche le auto e le persone gestite dalla CPU si comporteranno in maniera assolutamente credibile e, perciò, varia. Nelle strade si potranno trovare macchine lente, magari guidate da qualche arzilla vecchietta, così come bolidi pilotati dal tamarro di turno, che infrangerà sicuramente alcune norme del codice stradale. Nella capitale britannica, si potranno riconoscere facilmente tutti i più importanti monumenti come Buckingham Palace e via dicendo, mentre sarà possibile farsi qualche scampagnata attraverso uno degli immensi parchi londinesi. Ma la cosa più interessante sarà sicuramente quella di potersi fare dei giri per la metropolitana, ma in macchina ovviamente! Ci si potrà aggirare per i condotti, avendo la cura e la fortuna di evitare i treni. Anche San Francisco sarà ricostruita alla perfezione, con tutte le colline e i saliscendi tipici della città e vero incubo di ogni sospensione..

Anche il parco macchine è stato decisamente ampliato. Oltre alle vecchie vetture come la Ford Mustang, il Bus o la Cadillac Eldorado, ora si potrà fare affidamento su nove fiammanti auto totalmente nuove. La varietà e la fantasia di certo non mancano in quanto si passa dall'elegante Aston-Martin Vantage DB-7 ad un TIR rosso fiammante

L'ottima fisica del gioco, unita alle diversissime velocità, tenuta, potenza, massa, accelerazione e trazione di veicoli così diversi tra loro dovrebbe garantire un'esperienza di gioco sempre diversa a seconda del mezzo scelto. E' facile capire la differenza nel guidare una fuoriserie piuttosto di un autobus, forse più difficile imparare a sfruttare le singole caratteristiche di ogni veicolo al fine di raggiungere i propri obbiettivi. In Midtown Madness 2, inoltre, una simulazione fisica più accurata farà diventare il gioco un po' meno arcade. Gli sviluppatori assicurano però che questo non andrà assolutamente ad inficiare il divertimento ma, anzi, lo aumenterà a causa del maggiore coinvolgimento e soddisfazione che un approccio un po' più simulativo può offrire. Rimanga comunque chiaro che lo stile di guida, seppur approfondito, rimarrà ancora arcade-oriented. Una caratteristica che è sempre bene sottolineare a causa della spettacolarità che infonde in un gioco è la gestione degli incidenti. E' stata infatti nettamente migliorata rispetto al prequel e ora le collisioni saranno più reali e divertenti. Inoltre sarà presente un sistema di danneggiamento dinamico, che modificherà la carrozzeria dell'auto in seguito ai vari tamponamenti

Tra le nuove modalità presenti la più interessante sarà sicuramente quella a missioni: si potrà impersonare o uno stunt-driver di un film Hollywoodiano alle prese con le più pericolose scene presenti in un film d'azione, oppure un aspirante autista appena entrato in un esclusivo club londinese. In entrambi i casi si dovranno compiere le manovre più impossibili e le corse più folli per riuscire nei propri obbiettivi e per sbloccare nuove gare e auto. Naturalmente sarà presente anche uno dei punti di forza del prequel, ovvero la possibilità di girare liberamente per gli scenari ammirando la ricostruzione delle città e la perfetta simulazione del traffico cittadino. Si potrà sia guidare da provetti piloti neopatentati seguendo alla lettera le norme del codice stradale, sia compiere ogni genere di infrazione nota e attualmente perseguita

La componente tecnica, per altro già di ottima fattura, non ha subito grossi stravolgimenti, ma è stata migliorata per stare al passo con i tempi. In particolare sono stati aumentati i dettagli dello scenario, la definizione delle textures e il tutto dovrebbe girare in modo ancora più fluido

Una componente sicuramente da non sottovalutare di questo Midtown Madness 2, soprattutto di questi tempi, è il suo grosso supporto per il gioco multiplayer online. Saranno presenti modalità studiate appositamente per essere giocate sui server MSN Gaming Zone, come, ad esempio, una versione di guardie e ladri (o meglio di poliziotti e banditi) da giocare in multiplayer con le rispettive auto e una non meglio precisata Capture the Gold. La possibilità di sfidarsi via Internet, se ben supportata come sembra, potrebbe far risaltare questo prodotto in mezzo alla miriade di giochi arcade presenti sul mercato e alla Microsoft lo hanno capito, visto che assicurano che il titolo sarà anche molto leggero da giocare sulla rete, evitando così ogni problema di lag

E' ancora presto per dare giudizi, in quanto al momento si hanno sottomano solo poche foto, ma se, oltre alla quantità, questo gioco sarà migliorato anche nella qualità, ci si può tranquillamente attendere un altro titolo degno di nota da parte della divisione giochi della Microsoft.