Anteprima Magic: The Gathering Online

di Tiscali News
Magic è un gioco di carte che simula lo scontro di due maghi, impersonati dai giocatori, a colpi di creature, incantesimi e artefatti, rappresentati da carte dai nomi piuttosto coloriti, tratti dai miti dei più svariati paesi o di ispirazione squisitamente fantasy. Ogni stregone in erba può costruirsi il proprio mazzo personalizzato attenendosi a poche regole strutturali, ed esistendo ormai migliaia di carte, le combinazioni possibili sono pressoché infinite. Le regole basilari non sono moltissime, ma quella principe è che "ogni carta fa regola a sé": il testo di ogni creatura, incantesimo, stregoneria, terra, artefatto o istantaneo spiega con un lessico particolare, tipico le gioco, le abilità della carta stessa, codificandole in una struttura di gioco flessibile come poche altre e ricca di finezze di ogni genere

NON CI ERAVAMO GIA' VISTI?

Questa non è la prima volta che Magic tenta l'arrembaggio al mondo dei videogiochi, in passato ci aveva già provato una paio di volte, con esiti piuttosto dubbi. Allora il gioco di carte era da poco giunto alla ribalta internazionale, e sull'onda del successo furono prodotti due titoli: Magic The Gathering: Battlemage e Magic: The Gathering. Il primo fu senz'altro il peggiore: si trattava di una sorta di strategico dotato di un sistema di controllo e di gestione delle creature piuttosto poco intuitivo; le similitudini con il gioco di carte si limitavano ai nomi dei mostri e delle magie di attacco. Il secondo titolo, sviluppato da Microprose, risultò molto più godibile e fedele alla controparte reale: fu pensato coma una vera simulazione dell'originale, l'unico problema era un'intelligenza artificiale piuttosto scarsa, ma considerata la complessità di situazioni che si potevano creare non c'era da stupirsi. Wizards of the Coast, casa produttrice di Magic, nonché del gioco di carte di Pokemon, di Harry Potter, ed anche dei prodotti legati al marchio di AD&D, ha compreso l'errore, e dopo molti anni ha deciso di riprovarci, questa volta in modo più ragionato. Poiché in seguito allo sviluppo del panorama dei giochi online è venuto a crearsi un ambiente molto adatto a un qualcosa come Magic, strettamente legato all'interazione fra persone, la nuova incarnazione del gioco di carte collezionabili più famoso del mondo ha trovato la sua naturale collocazione

Magic: The Gathering Online si propone come una perfetta riproduzione della reale esperienza di gioco, con l'unica differenza che non vedrete in faccia il vostro avversario; una specie di nuova frontiera di Magic, un nuovo modo di sfidare persone, scambiare carte e partecipare a tornei senza spostarsi dalla propria poltrona

MMOCG?

A ragionamento è l'acronimo che dovrebbe stare per "Massive Multiplayer Online Card Game", ed è proprio questo ciò che Magic Online dovrebbe divenire nelle intenzioni dei produttori di Wizards of the Coast e degli sviluppatori di Leaping Lizard. Come per i più famosi MMORPG, questo gioco online funzionerà grazie a potenti server che si occuperanno di gestire tutti i dati legati alle carte in possesso di ogni singolo giocatore, ai tornei a cui ha partecipato, e ad altre cose simili; il vostro PC casalingo si limiterà a funzionare come una periferica in grado di farvi giocare, ma non necessaria per il salvataggio delle informazioni essenziali. Questo sistema, utilizzato anche da Ultima Online, dovrebbe essere a prova di hacker, di cheat e di quant'altro possano escogitare i giocatori per barare

Nonostante ciò sarà comunque necessaria un'installazione iniziale di qualche centinaio di MB, che in seguito potrebbe divenire più grande in funzione delle immagini delle carte che di volta in volta verranno scaricate, o delle patch gratuite che aggiorneranno sempre il gioco alla versione più recente. Il passo successivo all'installazione sarà la creazione di un Avatar, una rappresentazione grafica della vostra presenza all'interno del gioco: un mago, un goblin o chissà cos'altro; naturalmente ce ne saranno molti disponibili, ed altri saranno scaricabili in seguito

A questo punto sarete pronti per iniziare a giocare, potrete creare un vostro mazzo sfruttando le poche carte implementate nel gioco di base, oppure espandere la vostra collezione con buste e mazzi, come avviene nella realtà. Entrando in stanze virtuali potrete sfidare altri giocatori residenti in ogni parte del mondo, partecipare a tornei di formato "tipo 2", a Sealed Deck o a Draft Game, e naturalmente scambiare carte con chiunque; molti sforzi sono stati profusi per rendere il passaggio di proprietà delle preziose magie virtuali il più sicuro possibile, ed ognuna delle due parti avrà anche un breve lasso di tempo per ritrattare

In teoria ogni aspetto del "vero" Magic sarà implementato, dall'apertura delle bustine, allo scambio, ai tornei, anche se ben sappiamo che il buon funzionamento del tutto sarà strettamente legato alle dimensioni della comunità di giocatori che si verrà a creare

IL PAESE DELLA CUCCAGNA?

Sfortunatamente ci sono anche note dolenti, molti a questo punto si staranno chiedendo "ma quanto costerà tutto ciò?", non poco... Se da un lato Magic: The Gathering Online, sarà scaricabile gratuitamente da Internet, o verrà comunque venduto in confezione retail a 15$ (con tanto di manuale), e non richiederà il pagamento di oboli mensili, dall'altro le buste ed i mazzi, essenziali per espandere il proprio parco carte, e divenire così competitivi, dovranno essere acquistati con moneta sonante

Sotto forma di Prize Point, ottenibili con denaro tutt'altro che virtuale, o vincendo tornei ed altri eventi, sarà possibile acquisire la base di carte necessaria per iniziare a giocare "seriamente" e per portare a termine scambi interessanti. I prezzi ancora non sono stati definiti con precisione, ma non dovrebbero distanziarsi troppo da quelli reali. Per incentivare l'investimento in buste, Wizards of the Coast ha annunciato che il set completo di un'espansione di carte virtuali potrà essere tramutato in un set reale, ed i punti acquisiti in tornei online si aggiungeranno a quelli conquistati sul campo. E' la prima volta che un gioco online promette un'interazione così stretta con il mondo reale, saremo pronti? Non ci resta che aspettare questa primavera per saperlo..

PER I GIOCATORI

Un paio di informazioni per chi conosce il gioco. Inizialmente i set implementati saranno quelli del formato standard "tipo 2", ovvero: 7° edizione, blocco di Invasione (Invasione, Congiunzione e Apocalisse) e blocco di Odissea (Odissea e Torment); ogni ulteriore espansione sarà inserita nei server senza costi aggiuntivi. Le carte saranno in tutto e per tutto identiche a quelle reali, con tanto di premium, e non saranno create magie uniche per il gioco online. Infine i tornei online sanzionati DCI dovrebbero essere equivalenti a quelli reali, ed ogni partita sarà giudicata dal programma stesso come il più ferreo arbitro ufficiale.

Magic: The Gathering Online promette di essere qualcosa di unico, una perfetta trasposizione del gioco di carte più famoso del mondo, che darà la possibilità di sfidare persone distanti centinaia di chilometri, senza muoversi da casa. Inoltre Magic ormai sta divenendo una specie di sport, con leghe professionistiche, premi interessanti e campioni internazionali; l'uguaglianza teorica tra partite online e reali potrebbe quindi dare luogo ad un nuovo modo di pensare a questo gioco. L'unico vero dubbio sul successo di quest'esperimento risiede nel particolare metodo di pagamento, pur essendo necessario a garantire l'effettiva parità tra partite reali e online, forse non tutti i giocatori saranno pronti ad acquistare le bustine virtuali al posto di quelle che si toccano con mano... e molto del successo che il gioco spera di ottenere dipenderà da questo.