Anteprima Hitman 2 -Silent Assassin

di Tiscali News

IL PRIMO HITMAN NON SI SCORDA MAI

Quando a suo tempo iniziai a giocare al primo Hitman, recentemente nominato dalla British Academy of Film And Television miglior gioco per PC del 2001, rimasi subito colpito da due cose: la prima era l'incredibile quantità di lucida violenza contenuta in esso, la seconda invece era l'incredibile quantità di ore che il gioco riusciva a tenermi incollato alla sedia per portare a termine tutti gli splendidi livelli di gioco. Per chi non conoscesse il capolavoro della danese IO Interactive, mi limiterò a dire che il protagonista di questo discusso stealth-game in terza persona era un Killer estrapolato nientemeno che da un manicomio, e che il suo compito principale era quello di uccidere determinate persone (in genere altri criminali) nei modi più disparati e diabolici che mente possa immaginare e soprattutto ricorrendo all'assassinio di altre persone senza per questo essere puniti in alcun modo. Senza scendere in discorsi morali, in base ai quali un gioco di questo genere non dovrebbe nemmeno esistere, vorrei far notare tuttavia una cosa. Una delle critiche principali mosse al gioco originale, ovvero il fatto che a un certo punto si doveva uccidere il proprio padre, è in realtà un incredibile equivoco che solamente finendo il gioco può essere chiarito: dunque anche stavolta i soliti benpensanti si sono limitati a sparlare per sentito dire, additando subito Hitman come "il gioco nel quale bisogna uccidere il proprio padre".

Ma passiamo a Hitman 2, che è meglio! Senza svelare a tutti i costi il finale del primo episodio, dal momento che ci potrebbe essere ancora qualcuno che non ha completato il gioco originale, vi dirò solo che Hitman 2 si apre nientemeno che in Sicilia, in un monastero nel quale il nostro uomo si è ritirato a meditare sulla propria sfigatissima vita; purtroppo per lui, anche stavolta i guai saranno dietro l'angolo e si presenteranno da subito con il rapimento della sua guida spirituale, ovvero Padre Vittorio: inutile dire che questo rapimento è in realtà un banale trucco per attirare Hitman in qualcosa di molto più grosso, ed ecco quindi che il nostro pelatone mascherato sarà suo malgrado costretto a girare nuovamente mezzo mondo alla ricerca della verità passando per Russia (precisamente a San Pietroburgo), Giappone, Malesia e India. Si vocifera anche di ambientazioni in Nord Africa, mentre dovrebbero essere state del tutto cancellate quelle in Afghanistan. Sarà, ma a me come inizio ricorda un po' quello di Rambo 3...

ENGINE

Discorso grafica: il motore che muoverà il gioco sarà una versione potenziata del Glacier Engine (già utilizzato per il primo episodio) che consentirà di muovere un maggior numero di poligoni e di applicare ad essi texture molto più dettagliate, cosicchè a beneficiarne saranno le ambientazioni, i personaggi, le armi e soprattutto i nostri occhi. Dagli screenshot rilasciati finora si intravedono senza dubbio i miglioramenti dell'engine, anche se non sembrano essere state raggiunte in questo senso le vette di altri giochi simili presenti sul mercato. Bisogna però dire che la nuova versione del Glacier Engine consente di gestire e muovere spazi molto più ampi (si dice il doppio del più grande livello del primo Hitman), ed inoltre permette il manifestarsi di precipitazioni quali pioggia e neve, a tutto beneficio del realismo.

Miglioramenti grafici a parte, una cosa che balzerà subito all'occhio sarà la possibilità di utilizzare la visuale in prima persona, oltre naturalmente a quella ';classica' in terza: vedremo come sarà implementata la cosa e comunque, stando ai programmatori, Hitman 2 rimane un gioco studiato per la terza persona. Notare che le versioni per X-Box e PS2 non avranno la visuale in prima persona, a causa di problemi legati all'utilizzo del Gamepad.

Un'altra caratteristica dell'engine, della quale non si è parlato molto a dir la verità, è quella di consentire ai proiettili di oltrepassare porte e finestre: se la cosa sarà implementata a dovere potrà essere utilizzata in vari modi, ad iniziare naturalmente dalla possibilità di uccidere senza essere visti.

AZIONE

Uno dei punti di forza del primo Hitman era sicuramente la libertà di completare le missioni nei modi più disparati: in Hitman 2 questa caratteristica sarà spinta al massimo rendendo unico l'obiettivo finale, lasciando quindi al giocatore libertà totale di azione nel raggiungimento della sua missione (nel primo Hitman infatti c'erano comunque determinati obiettivi da portare a termine, sequenzialmente). Inoltre stavolta sarà possibile ricorrere maggiormente all'azione e, sorpresa sorpresa, sarà finalmente possibile salvare una partita durante il gioco! Dunque, niente più ';respawn' in determinate zone della mappa e oltretutto in situazioni che spesso non consentivano di sopravvivere più di 10 secondi, ma veri e propri salvataggi in-game, anche se probabilmente in numero limitato. D'altronde è risaputo che meno possibilità si hanno di salvare durante il gioco, maggiori sono le soddisfazioni al completamento di una missione. Ma su questo si può discutere abbondantemente, e se volete possiamo parlarne nel Forum.

L'arsenale a disposizione del nostro (ehm) eroe sarà potenziato con l'aggiunta di granate, esplosivi, occhiali a raggi infrarossi e, udite udite, armi non letali come il cloroformio, per la gioia di tutte le mamme e dei sempreverdi benpensanti. Approposito: ricordate che nel primo Hitman si potevano uccidere determinate persone nei modi più diabolici, ad esempio facendoli morire dentro una sauna per arresto cardiaco? Beh, pare che alla IO Interactive abbiano assoldato addirittura un ex mercenario il quale stà fornendo alla software house tutti i consigli su come uccidere silenziosamente un uomo: sarà un miracolo se da noi il gioco non verrà censurato in alcun modo! Per farvi un esempio delle nuove situazioni nelle quali ci potremmo venire a trovare, si vocifera di un livello nel quale bisognerà prendere i panni di un chirurgo per intromettersi in un'operazione a cuore aperto...vi lascio immaginare il resto! Un'altra importante innovazione del gioco consiste nel fatto che adesso sarà possibile portarsi appresso le armi e gli oggetti da un livello all'altro, senza doverli più acquistare all'inizio di una missione come accadeva nel primo Hitman. Sarà anche possibile scassinare le serrature, per la gioia di tutti gli amanti del grande Thief.

Ancora: ricordate che nel primo Hitman era possibile travestirsi, mettendosi semplicemente i vestiti di un altro addosso, per passare inosservati in determinate situazioni? Beh, pare che adesso la cosa non sarà più tanto facile in quanto se ci troveremo a poca distanza dalle persone verremo scoperti subito: questo aspetto mi trova pienamente d'accordo, tanto è vero che ho avuto difficoltà a terminare il livello di addestramento del primo Hitman proprio perché non pensavo che l'infermiere fosse così fesso da non accorgersi che il suo collega era sparito e che io stavo indossando i suoi panni! Con Hitman 2, ogni guardia avrà un determinato livello di attenzione che potrà crescere o diminuire, per cui sarà necessario muoversi con molta discrezione per passare inosservati. Non ho notizie di altri miglioramenti riguardanti l'intelligenza artificiale delle persone: personalmente consiglierei ai programmatori di fare in modo che sparando ad una persona restino le chiazze di sangue su muri o pavimenti, in modo da rendere più problematico nascondere il crimine, inoltre non guasterebbe un po' più di realismo nelle diverse situazioni: ad ex. ho notato che puntando un binocolo ad una guardia, trovandomi a 10 centimetri dal suo naso, quest'ultimo non batte ciglio mentre dovrebbe perlomeno insospettirsi... C'è comunque ancora tempo per eventuali miglioramenti in questo senso, dato che l'uscita del gioco è prevista per la Primavera.

Per quanto riguarda infine l'aspetto audio, la colonna sonora del gioco è affidata a Jesper Kyd e sarà orchestrata nientemeno che dalla Radio Philharmonic Orchestra di Budapest, la quale consta di circa 60 musicisti e di un coro di 50 persone: con queste premesse, non vedo perché non dovremmo aspettarci il meglio! E speriamo che tutto questo lavoro non venga rovinato da una traduzione dei dialoghi in italiano ai livelli del primo episodio (bleurgh!). Purtroppo, proprio per quanto riguarda quest'ultimo aspetto, le voci che arrivano dalla Danimarca non sono molto rassicuranti: speriamo bene...

Chiudo segnalandovi che la IO Interactive ha avuto delle offerte riguardanti la possibilità di avviare una serie TV (sullo stile di X-Files) legata alle vicende di Hitman: se mai vedrà la luce, dubito comunque che la vedremo qui in Italia, per i motivi che noi tutti conosciamo.

A cura di <b>Simone &quot;BoZ&quot; Zannotti </b><br /><br />Discuti di questo articolo sul nostro "linke"www.gamesurf.it/forum"Forum"<br /><br />Hitman si prepara a tornare sui nostri monitor con qualcosa di più di un semplice sequel: il team della IO Interactive ha assunto decine di nuovi programmatori, grafici e musicisti con lo scopo di rendere il suo pupillo ancora più astuto e spietato di quanto già non lo fosse nel precedente episodio, e grazie ad un motore grafico rinnovato, a un'arsenale rivoluzionato, a nuove interessantissime opzioni e soprattutto a nuovi diaboliche strategie di morte, il giocone della Eidos potrebbe rivelarsi uno dei più interessanti di questo 2002. Sempre che i soliti benpensanti non ci mettano lo zampino