Anteprima Gold and Glory: The Road to El Dorado

di Tiscali News
La scoperta del nuovo continente sconvolse le vite di intere civiltà: dalla vecchia Europa migliaia di uomini salparono alla volta di nuove terre da conquistare e colonizzare, alla ricerca di fama, fortuna e gloria. Una volta giunti al di là dell'oceano si imbatterono nelle arretrate, ma non troppo pacifiche, popolazioni locali, che ormai avevano visto l'inizio del declino della loro civiltà

Nacquero leggende e miti che si diffusero in tutto il vecchio continente, alimentate dai carichi di preziosi che arrivavano sui galeoni dopo lunghi viaggi. E così nacque il mito della Città di Eldorado, le cui strade erano lastricate d'oro e la cui popolazione pacifica accoglieva a braccia aperte i visitatori, donando loro quello che consideravano un metallo privo di valore

I Conquistadores spagnoli intrapresero numerosissime spedizioni nell'interno del continente americano, e di molti di loro e dei loro uomini si persero le tracce, ma qualcuno fece ritorno. Due avventurieri spagnoli, Tulio e Miguel, alla ricerca della propria fortuna, vincono una mappa per arrivare ad Eldorado, nella mitica città dell'Oro, dove inimmaginabili tesori li aspettano. Per raggiungere le terre d'oltreoceano non trovano nulla di meglio che imbarcarsi come clandestini sulla nave di un conquistador tra i più noti di sinistra fama, Cortez. Una volta scoperti devono riuscire a fuggire e ci riusciranno grazie all'aiuto di un cavallo: Altivo. Convinti ormai di essere al sicuro, si addentrano nella giungla verso il loro destino. Quando arrivano nella città, l'alto sacerdote Tzekel-kan, progettando di togliere potere al Capo, dichiara i due stranieri divinità giunte da lontano. Tulio e Miguel si immedesimano presto nella parte, ma il loro obbiettivo rimane quello di prendere l'oro. Riescono ad ottenere l'amicizia di una bella indigena, Chel, che li aiuterà a svelare il mistero di Eldorado

Questa è la trama del nuovo film di animazione prodotto dalla Dreamworks, che vanta nel cast dei doppiatori Kevin Kline e Kenneth Branagh nella parte dei due sfortunati truffatori spagnoli e una colonna sonora d'eccezione composta da Elton john, Tim Rice ed Hans Zimmer. Proprio da questo ultimo sforzo della casa di produzione di Steven Spielberg nasce il nuovo gioco della Ubi Soft, che si è avvalsa della collaborazione di uno dei "mostri sacri" dell'adventure, la Revolution Software, che esordì con il titolo Lure of The Tempress, sfondò con Beneath a Steel Sky, e poi venne consacrata con la serie di Broken Sword, un titolo carico di fascino e mistero che coinvolse milioni di giocatori. Con queste premesse il nuovo titolo co-pubbicato insieme alla "Light and Shadow Production", si impone subito all'attenzione degli appassionati di azione ed avventura. La trama prenderà ovviamente il via dalla pellicola cinematografica e anche l'impatto grafico sembra essere decisamente molto vicino all'originale che vedremo girare nelle nostre sale a breve

I giocatori dovranno accompagnare passo passo la divertente coppia spagnola attraverso venti livelli, dalla loro partenza sulla nave di Cortez alle porte della decantata Città dell'Oro, cercando di risolvere gli indovinelli e affrontando numerosi nemici, quali soldati spagnoli, marinai spacconi, piranha affamati e i guerrieri giaguaro, l'elite combattente del popolo di Eldorado. Sembra che il gioco si strutturerà come un action/adventure in cui si dovrà scegliere di volta in volta tra Tulio o Miguel per superare i numerosi livelli. Una delle caratteristiche salienti di questo titolo sarà la comicità. Certo fu proprio la divertentissima ironia a decretare i successi di una serie più che mai fortunata di un'altra casa produttrice, la LucasArts, che a breve pubblicherà il quarto titolo di Monkey Island, che sarà molto probabilmente uno dei più temibili concorrenti di questo prodotto di Ubisoft

I protagonisti di "The Road to Eldorado" racconteranno le loro vicende in retrospettiva, ricordandole dopo lungo tempo, e naturalmente, come ogni buon narratore, saranno spacconi ed esagerati. A smentirli ci penseranno i filmati tratti dalla pellicola diretta da Eric Bergeron e Don Paul, creando situazioni comiche ed esilaranti. Oltre alla ricerca della mitica città, i nostri eroi dovranno sventare il piano del perfido sacerdote Tzekel-kan volto a detronizzare il capo. La bella Chel li aiuterà, ma certo il suo fascino non può lasciare indifferenti i due aitanti giovani spagnoli. Le poche fotografie del gioco fino a ora distribuite, mostrano degli scenari decisamente ben realizzati e molto accattivanti e lo stile scelto ricalca fedelmente quello del film di animazione della Dreamworks. I due protagonisti sono riprodotti fedelmente e questo aspetto del gioco sembra essere ormai definitivo e molto promettente. Purtroppo non sono per ora disponibili dati riguardanti l'interfaccia ed il sistema di gioco, che rimangono un punto oscuro nella nostra anteprima, che sono parte fondamentale del successo o del fallimento di un prodotto di questo tipo, anche se, visti i precedenti, siamo certi che i programmatori della Revolution non ci deluderanno sotto questo punto di vista. La colonna sonora, sicuramente la stessa del film, sarà certamente uno dei punti di forza di questo titolo e i fan di Elton John non potranno che apprezzarla. Il connubio di queste grandi software house si avvia a creare uno dei prodotti più interessanti della prossima stagione

Il presidente della Ubi Soft, Yves Guillemot, si è dichiarato entusiasta di lavorare con una casa importante come la Dreamworks ed è certo che avvalersi della collaborazione di un team di sviluppatori celebre aumenterà senz'altro le possibilità di successo di questo gioco

The Road to Eldorado fonda le sue radici in una trama entusiasmante e ricca di colpi di scena e la scelta di giocare la carta della comicità è un punto che andrà sicuramente a favore di questo nuovo titolo, che vedremo girare sui nostri schermi alla fine di quest'anno. Non mancheremo di tenervi aggiornati riguardo le incipienti novità.