Preview Ghost Master

di Tiscali News

...E CHI CHIAMERAI...?

Incipit assolutamente d'obbligo che ricorda la mitica frase del grande Bill Murray in GhostBusters. Tuttavia, il gioco di prossima uscita della Empire ci getterà dall'altra parte della barricata, ovvero negli eterei panni di un gruppetto di spettri ben decisi a spaventare a morte tutti i "Vivi" che incontreremo. Recentemente Gamesurf è venuta in possesso di una versione giocabile, ma assolutamente non definitiva di GM, perciò se ne può finalmente parlare con cognizione di causa.

Dietro a questo titolo si nasconde una trama alquanto semplice. Da novelli Ghost Manager quali siamo, veniamo incaricati dal Supervisore dell'Altro Mondo di indagare su quanto sta accadendo in una cittadina americana, GravenVille, in seguito ad una particolarissima congiunzione astrale. Scavando al di la di questo intrigo, scopriremo che il vero, unico scopo di GM, almeno secondo i programmatori del team Sick Puppies, sarà quello di passare di casa in casa a terrorizzare, possibilmente fino alla follia o alla fuga, tutti gli abitanti.

Potrei dire "That's all Folk", ma ho ancora un cesto di caratteri da bruciare, perciò addentriamoci meglio in questo titolo, lasciando spazio a maggiori dettagli in sede di recensione.

Ogni livello di Ghost Master ruota attorno ad un edificio, sia esso una scuola, una casa o quant'altro e nelle sue immediate vicinanze. Avanzando di livello in livello sarà sempre maggiore il numero di occupanti di ogni stabile, quindi il nostro lavoro sarà sempre più gravoso. Ma come saremo chiamati a svolgerlo? Vediamo di scoprirlo. Ad ogni missione, avremo a nostra disposizione una ristretta schiera di spettri, ognuno dei quali disporrà di particolari abilità e, cosa più importante, potrà usare i suoi poteri solo in determinati punti della casa. Un esempio pratico per capire meglio: i fantasmi detti "Elettrici", devono essere collocati e utilizzati solo in prossimità di fonti elettriche di qualsiasi tipo, che faranno da vero e proprio ricettacolo: si va dal televisore alla radio, passando per le normali prese fino ai pc portatili (!) dei nostri sgraditi ospiti. Una volta piazzato con successo il nostro defunto amico, potremo utilizzarne gli "attacchi" e le abilità.

Far saltare in aria un televisore o far aprire e chiudere dieci volte di seguito, da SOLO, un forno a microonde può essere quantomeno preoccupante, pare anche a voi?Per richiamare il menù delle abilità degli spettri, basterà la pressione del tasto destro del nostro fidato topo e scegliere quello più opportuno. Ho nominato gli spiriti "elettrici", allora via con una velocissima carrellata anche sugli altri gruppi: avremo a disposizione gli spettri "Emozionali", che andranno collocati nei luoghi dove si sta svolgendo - o si è svolta, o si svolgerà - una situazione pregna di energia psichica. Una seduta spiritica oppure la stanza da letto dove i nostri bei coniugi usano sollazzarsi, sono luoghi "emozionali" che potremo decidere di infestare. Si passa poi agli "Emotivi", complementari agli "Emozionali", ma legati decisamente agli oggetti. Un letto, un vestito, un gioiello...tutti ricettacoli perfetti per i nostri spettri più appiccicosi. Avremo poi gli spettri "Esterni", che potranno essere allocati solo all'esterno dell'edificio; in linea generale, i loro poteri sono collegati agli eventi atmosferici e, proprio per questo, a lungo raggio. Niente di meglio di una tempesta con ululati e fulmini, magari a mezzogiorno, nel mese di Luglio per mettere l'ansia alle persone...

Chiudono il cerchio gli spiriti "Interni": esatto contrario di quanto detto sopra, sono probabilmente la categoria di spettri più facili e belli da usare. Utilizzabili nell'ottanta per cento degli edifici, sono in grado di generare il classico "rumore di catene", far esplodere rubinetti o far sgorgare sangue dai muri, generare sciami di insetti e via cosi...

Discorso a parte meritano i "restless spirit", personaggi morti molto tempo fa e ora indissolubilmente legati al luogo dove hanno perso la vita...a meno che noi non si riesca a convincerli a passare alla nostra causa, nel qual caso avremo un amico veramente potente che ci faciliterà e non di poco, il nostro compito. Per liberarli, non dovremo far altro che ascoltare le loro istruzioni e fare tutto ciò che è in nostro potere per accontentarli (generando cosi, ai fini del gameplay, una notevole serie di sottoquest).

Passiamo ora ai nostri nemici: come detto, si va dal college già infestato da ragazze pon pon, fino alla casa della famigliola felice, passando per tetre dimore che spaventeranno noi per primi. Ogni personaggio del gioco ha un piccolo ma importantissimo background che dovremo assolutamente studiare per capire meglio di cosa queste persone hanno paura. Va da se, che se quella studentessa così sensuale ha il terrore dei ragni, piazzare uno spettro "Interno" nel bagno e farle piovere addosso un centinaio di piccole tarantole, diventa un ottimo modo per farle alzare i tacchi...Se faremo passare troppo tempo fra un "attacco apoplettico" e un altro, i nostri avversari si calmeranno gradatamente fino a tornare alla normalità e farli spaventare di nuovo sarà sempre più difficile. Inoltre, se nel primo livello ci confronteremo solo con liceali facili alla paura, man mano che avanzeremo avremo di fronte persone sempre più scettiche e diffidenti, finendo a scontrarci con dei veri e propri GhostBusters che si riveleranno dei veri e propri ossi duri. In ogni caso, in alto a sinistra nel nostro monitor, avremo sempre a disposizione una piacevole interfaccia "punta & clicca", che ci permetterà di valutare il "grado di terrore" di ogni occupante della casa e decidere la strategia opportuna per farli sloggiare quanto prima.

Ogni attacco che porteremo con i nostri fidati spettri sarà subordinato al quantitativo di Plasm disponibile. Il plasm altro non è che la nostra energia ectoplasmatica: maggiore è il quantitativo, più attacchi potremo portare a compimento. Maggiore terrore riusciremo a scatenare nelle persone, tanto maggiore sarà il plasm che ricaricheremo. Non spaventare la gente o lasciar passare troppo tempo fra un attacco e un altro significherà perdere plasm a rotta di collo, fino al triste "Game Over".

Graficamente, direi che GM si attesta a livelli ottimali per un gestional-strategico quale è. Grafica semplice ma curata, ottimo zoom, engine scalabile e adattissimo anche a chi non possiede un Pc Ninja. Bellissimi gli effetti speciali che evocheranno i nostri fantasmini, ottimo anche l'audio, discreta giocabilità. Se poi considerate che potremo giocare ai Rockefeller dei fantasmi, oltre che su pc, anche su Xbox e GiocoStazione2...

Un titolo che mi ha divertito, pur non essendo assolutamente io un amante degli strategici, nemmeno di quelli originali e sopra le righe come questo. Aspettiamo la versione definitiva e vedremo quale coniglio uscirà dal cappello. Mors tua, gioco meo.

Una ventata di novità nell'inflazionatissimo mondo degli strategici/gestionali ci voleva proprio. La Empire è in odore di non sbagliare il colpo neanche questa volta. Divertimento e più di qualche risata ci aspettano nella versione definitiva del gioco, disponibile, salvo ritardi e rinvii, fra poco più di un mese.<br /><br /><b> A cura di Alessandro &quot;Alenet&quot; Cossu </b>