Pagina 124 di 125 PrimaPrima ... 2474114122123124125 UltimaUltima
Risultati da 1,231 a 1,240 di 1243

Discussione: Tennis

  1. #1231
    solid L'avatar di enzo680
    Data Registrazione
    Fri Mar 2009
    Località
    "casa del gaudio"
    Messaggi
    7,520

    Predefinito

    fogna inguardabile,nullo nel primo set e appena sufficiente nel secondo.
    mi son rifatto in nottata
    partita vinta dal vecchietto dopo tre ore e 3 tiebreak
    partita che si è decisa sui centimetri
    il giovanotto l'aveva quasi vinta,ma è andato in tilt dopo che uno spettatore (sul 5 a 4 per lui nel tiebreak finale) ha chiamato fuori un colpo dello svizzero che era sulla linea e poi ha commesso pure doppio fallo,a 22 anni ci sta.
    per domani non so
    rafa non m'è piaciuto con fogna e roger bisogna vedere se e come recupera fisicamente.
    "Non è grave il clamore chiassoso dei violenti,bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste".
    cit M.L.KING

  2. #1232
    Implied Facepalm L'avatar di Red
    Data Registrazione
    Fri Nov 2002
    Messaggi
    6,775

    Predefinito

    Mah, Kyrgios ha perso la partita nel primo set, dove ha buttato via quasi tutte le occasioni che ha avuto (e in una a Federer è andata di lusso). Poi francamente ha avuto poca fortuna.
    Per il resto, a parte qualche fiammata e la parte finale del primo set, non si è visto granchè: il classico instant overrated con in campo Federer, insomma. E con un pubblico disgustoso, degno del peggior fandom della storia del tennis (quello dello svizzero, ovviamente).

    Federer non è quello di Indian Wells*, e non ho visto il miglior Nadal (che dicono essere quello che ha giocato contro Sock). Ad ogni modo, Federer userà di nuovo le stesse tattiche, e Nadal 2 su 3 sul veloce ha perso quasi tutte le finali giocate negli ultimi 3 anni.
    Credo vincerà Federer in 2 set (probabilmente lottati). Contro Kyrgios non si è visto nessun segnale di cedimento fisico, da parte dello svizzero.
    Comunque vada, almeno sarà finita questa assurda stagione sul veloce. Tra una settimana si ritorna sul rosso, finalmente.

    * Ho visto il confronto tra i due. Che dire... potrei sciorinare una mezza dozzina di chiavi tecniche che hanno permesso a Federer di offrire quella prestazione... qua invece (non questo thread, intendo gli appassionati italiani) no, il rovescio ad una mano e basta. Mamma mia, certe volte il pubblico tennistico italiano mi pare un pubblico di ritardati, plasmato da un elite di vecchi rincoglioniti.
    A proposito: "Federer, ritìrati" (Gianni Clerici, 2013)
    Piccola guida all'ineguagliato fandom italiano di DB e al suo ex-rappresentante numero 1.

    "Who knows? Maybe you can stare too hard at something, huh?
    Drain out the virtue, suck out the living juice.
    You shoot the places and the people, all those girls and boys - shoot 'em dead."

  3. #1233
    solid L'avatar di enzo680
    Data Registrazione
    Fri Mar 2009
    Località
    "casa del gaudio"
    Messaggi
    7,520

    Predefinito

    federer ormai gioca contro tutti così;
    ossia 1-2 e piedi sulla linea di fondo
    a 36 anni o vai così
    o reggi massimo tre mesi
    se nadal è quello con sock punto su rafa.
    "Non è grave il clamore chiassoso dei violenti,bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste".
    cit M.L.KING

  4. #1234
    Implied Facepalm L'avatar di Red
    Data Registrazione
    Fri Nov 2002
    Messaggi
    6,775

    Predefinito

    Va beh, finale di Miami davvero prevedibile. Nadal semplicemente non riesce più ad avere l'esplosività necessaria per far partita contro i più forti, 2 su 3 e su superfici rapide. Ha cominciato questa insignificante parentesi del cemento primaverile perdendo in 2 set da Querrey ad Acapulco, contro Federer non poteva che finire così.
    A Federer poi ormai sta girando tutto, pure la fortuna. Primo set, break point contro, palla deviata dal net che mette in difficoltà Nadal, break point annullato. Secondo set, 4-4, 30-30 e vince il punto andando a break point DI NUOVO con la stessa situazione... una comica.

    Sul momento del tennis attuale, che dire... abbiamo il numero 1 del mondo che da quando lo è diventato non ha fatto un solo torneo degno del suo ranking, e il numero 1 virtuale del mondo che è un 35enne che prende a pallate tutti, e ha la meglio mentalmente su chiunque.
    Uno che a 35 anni ha il miglior inizio di stagione degli ultimi 11 anni di carriera, quando era n volte più forte di sto surrogato... una roba che mette tristezza al solo pensiero.
    Peggio di quando Djokovic vinceva 4 slam di fila, e dominava, contro nessuno. E non avrei mai creduto di poterlo anche solo pensare, prima o poi.
    Ultima modifica di Red; 03-04-2017 alle 14:04
    Piccola guida all'ineguagliato fandom italiano di DB e al suo ex-rappresentante numero 1.

    "Who knows? Maybe you can stare too hard at something, huh?
    Drain out the virtue, suck out the living juice.
    You shoot the places and the people, all those girls and boys - shoot 'em dead."

  5. #1235
    solid L'avatar di enzo680
    Data Registrazione
    Fri Mar 2009
    Località
    "casa del gaudio"
    Messaggi
    7,520

    Predefinito

    comincia il tennis su rosso
    ma preparatevi a vedere:
    i ramos
    gli agut
    i carreno busta
    preparate i fazzoletti per piangere.
    "Non è grave il clamore chiassoso dei violenti,bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste".
    cit M.L.KING

  6. #1236
    Senior Member L'avatar di Ssj 3
    Data Registrazione
    Sun Oct 2007
    Messaggi
    2,697

    Predefinito

    Tolto l'AO, che accetto come giusto premio visti gli ultimi anni di Federer, per i risultati impareggiabili a parità di età che stoicamente specie nel 2014-15 otteneva, questo dominio mi ha già stancato.

    Lo rispetto molto ma non riesco a tifarlo, mi dà noia il clima che sugli spalti e su internet lo accompagna sempre. E il divino, e il magnifico, e il tennis è solo RF, e senza lui il tennis muore.. si sono scatenati come non gli avevo mai visti da quando ho iniziato a seguire nel 2011.

    Fortuna che sua maestà ha un pensiero anche per noi infedeli e ci grazia di non giocare sul rosso (eccetto forse il RG). Anche se mi sarebbe piaciuto vederlo prendere un paio di stese per bene, ma non per lui, per la setta che lo accompagna.


    Auspico finalmente di ritrovare gioia nel Tennis vedendo Nole e Rafa spartirsi un paio di tornei a testa in questo periodo. Ho tifato Nadal come mai seguendo tutto il suo percorso in Australia e USA e spero finalmente raccolga qualcosa.

    Ma non il Roland, perchè per uno forte come Djokovic e con le sue caratteristiche una sola vittoria sullo Slam che in teoria dovrebbe essergli congeniale è troppo poco.
    Se vince Rafa son contento lo stesso. Altri vincitori sarebbero un colpo a un cuore già sanguinante dopo la seconda metà del 2016.
    Ultima modifica di Ssj 3; 11-04-2017 alle 16:38

  7. #1237
    solid L'avatar di enzo680
    Data Registrazione
    Fri Mar 2009
    Località
    "casa del gaudio"
    Messaggi
    7,520

    Predefinito

    vabbè vi risparmio il commento del direttore di super tennis dopo la disfatta belga
    detto questo
    scrivo solo per festeggiare il primo successo nel circuito di Quinzi.
    "Non è grave il clamore chiassoso dei violenti,bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste".
    cit M.L.KING

  8. #1238
    Implied Facepalm L'avatar di Red
    Data Registrazione
    Fri Nov 2002
    Messaggi
    6,775

    Predefinito

    Per carità, Federer come tennista può essere solo rispettato, e arrivare ad essere competitivi a 35-36 anni è sicuramente un merito... ma non ci si arriva mai per caso. Federer infatti è arrivato ad aver vinto 16 slam a 28 anni senza neanche dover sudare più di tanto.
    In effetti, il talento di Federer è sempre stato accompagnato dalla sua fortuna e la sua consistenza mentale. La sua generazione era semplicemente patetica, e lui è riuscito ad essere quello meno precoce tra tutti loro. Tanto che ormai all'alba di Wimbledon 2003 (quando Federer fece la sua prima finale Slam, alla tenera età di 21 anni e 11 mesi), erano sempre meno quelli che credevano che Federer fosse davvero il nuovo Sampras... in quel periodo infatti Federer non aveva ancora vinto praticamente una sega, e alternava un bel torneo ogni tanto e 3-4 mesi in cui perdeva letteralmente da cani e porci. Ad un età in cui persino Murray aveva risultati migliori e più continuità ad alti livelli, in un periodo storico enormemente più competitivo (e con Djokovic un confronto alla stessa età diventa imbarazzante, con Nadal è addirittura impietoso).

    Poi 4 anni di dominio in cui gli avversari principali di Federer erano questi, tra talenti, top 5 etc.
    Spoiler:

    In pratica se lo paragoniamo agli anni di Nadal e i big 4 è uno schifo, una roba talmente ridicola e così poco competitiva, che infatti Federer perdeva OGNI VOLTA che era costretto a giocarsela alla pari, nonostante dominasse in quasi tutto il resto dell'anno.

    Sorvolando sul fatto che le 3 finali perse da Nadal contro la versione più disumana di Djokovic tra 2011-2012 valgono sportivamente 10 volte le robe ridicole da lui vinte contro i vari Baghdatis, Davydenko, Philippoussis, Roddick post-prime eccetera.

    Poi va beh, che Federer abbia detto in tempi recenti
    My mental toughness has always been overshadowed by my virtuosity, my shot-making, my technique, my grace.
    fa proprio parte del personaggio. Una roba così patetica e arrogante che su MTF ridevano anche parte dei tifosi di Federer, e gli altri fan di tennis erano più o meno così:


    Citazione Originariamente Scritto da Ssj 3 Visualizza Messaggio
    Fortuna che sua maestà ha un pensiero anche per noi infedeli e ci grazia di non giocare sul rosso (eccetto forse il RG). Anche se mi sarebbe piaciuto vederlo prendere un paio di stese per bene, ma non per lui, per la setta che lo accompagna.
    Che poi, a dirla tutta... capisco Montecarlo e Madrid, ha persino il diritto "giuridico" di saltarli, ma se fisicamente sta bene è ridicolo che non venga a Roma. Voglio dire, è andato a Dubai tanto per far ridere i polli, e non va a Roma per preparare una parte importante della stagione? Non ha senso... a meno che lui creda che il solo prepararsi un minimo sulla terra, non gli permetta poi di presentarsi al 200% della confidenza fisica e tecnica per l'erba... allo stesso modo in cui ha giocato sull'hard.
    Sarebbe francamente deludente, ma va beh... che Federer faccia questo, dopo che su questo tema ha affermato tutto e il contrario di tutto, non mi meraviglia più di tanto.

    Edit: quasi dimenticavo Enzino. Va beh, tanto per rimanere in tema, questo è un estratto dalla conferenza stampa con Nadal, dopo la finale di Miami:
    Ultima modifica di Red; 21-06-2018 alle 13:25
    Piccola guida all'ineguagliato fandom italiano di DB e al suo ex-rappresentante numero 1.

    "Who knows? Maybe you can stare too hard at something, huh?
    Drain out the virtue, suck out the living juice.
    You shoot the places and the people, all those girls and boys - shoot 'em dead."

  9. #1239
    Senior Member L'avatar di Ssj 3
    Data Registrazione
    Sun Oct 2007
    Messaggi
    2,697

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Red Visualizza Messaggio
    Per carità, Federer come tennista può essere solo rispettato, e arrivare ad essere competitivi a 35-36 anni è sicuramente un merito... ma non ci si arriva mai per caso. Federer infatti è arrivato ad aver vinto 16 slam a 28 anni senza neanche dover sudare più di tanto.
    In effetti, il talento di Federer è sempre stato accompagnato dalla sua fortuna e la sua consistenza mentale. La sua generazione era semplicemente patetica, e lui è riuscito ad essere quello meno precoce tra tutti loro. Tanto che ormai all'alba di Wimbledon 2003 (quando Federer fece la sua prima finale Slam, alla tenera età di 21 anni e 11 mesi), erano sempre meno quelli che credevano che Federer fosse davvero il nuovo Sampras... in quel periodo infatti Federer non aveva ancora vinto praticamente una sega, e alternava un bel torneo ogni tanto e 3-4 mesi in cui perdeva letteralmente da cani e porci. Ad un età in cui persino Murray aveva risultati migliori e più continuità ad alti livelli, in un periodo storico enormemente più competitivo (e con Djokovic un confronto alla stessa età diventa imbarazzante, con Nadal è addirittura impietoso).

    Poi 4 anni di dominio in cui gli avversari principali di Federer erano questi, tra talenti, top 5 etc.
    Spoiler:

    In pratica se lo paragoniamo agli anni di Nadal e i big 4 è uno schifo, una roba talmente ridicola e così poco competitiva, che infatti Federer perdeva OGNI VOLTA che era costretto a giocarsela alla pari, nonostante dominasse in quasi tutto il resto dell'anno.
    Ho letto gente sostenere che Hewitt o Roddick son meglio di Murray.

    Vedo anche un trincerarsi dietro il discorso dell'età per giustificare il suo calo di risultati quasi verticale dopo il 2009/2010.

    Che tra l'altro cozza parecchio con l'elogio della sua "particolare e unica longevità, merito di un tennis di classe, precisione e tecnica prima che fisico".

    In realtà un calo netto c'è stato anche alla comparsa di Nadal. Se prima portava a casa 3 slam all'anno, quando lo spagnolo è maturato come atleta a 22/23 anni Federer è stato molto ridimensionato. E Federer era nel periodo più rigoglioso della maturità atletica di uno sportivo. Quando poi dal 2011 si è aggiunto anche Djokovic fisso a livelli monstre non è esistita più partita (anche perchè cominciava a essere vecchiotto).

    Poi si giustifica ciò dicendo che Nadal è mancino, ma personalmente non penso si possa ridurre tutto a questo. Perchè un Djokovic il modo di contrastare Nadal l'ha trovato giocandosela alla pari da un certo punto in poi, il genio assoluto no? Non ci è mai arrivato fino a oggi lui o il suo staff, davvero? O forse non era in grado di farlo?

    Non ho visto le partite del 2006 e non posso fare paragoni, non so quanto Federer meglio di oggi faceva viaggiare palla a gambe al tempo, non so come le facevano viaggiare i loro avversari. Ma il fatto che appena sia comparso uno di livello pari o superiore al suo (mentre era ancora giovane) i suoi risultati si siano ridimensionati da alieni a ottimi mi fa pensare che semplicemente prima il livello generale era medio/basso.




    Che poi, a dirla tutta... capisco Montecarlo e Madrid, ha persino il diritto "giuridico" di saltarli, ma se fisicamente sta bene è ridicolo che non venga a Roma. Voglio dire, è andato a Dubai tanto per far ridere i polli, e non va a Roma per preparare una parte importante della stagione? Non ha senso... a meno che lui creda che il solo prepararsi un minimo sulla terra, non gli permetta poi di presentarsi al 200% della confidenza fisica e tecnica per l'erba... allo stesso modo in cui ha giocato sull'hard.
    Sarebbe francamente deludente, ma va beh... che Federer faccia questo, dopo che su questo tema ha affermato tutto e il contrario di tutto, non mi meraviglia più di tanto.
    Che poi come ha vinto AO, IW e Miami?

    Solo merito degli accorgimenti tecnici o si sono verificati contemporaneamente una serie di eventi voluti e non, strafavorevoli?

    - uno stop di 6 mesi dove però non è stato sempre infortunato o in recupero, ma ne ha spesi buona parte a fare metodica preparazione fisica che nessun altro ha potuto svolgere

    - semifinale molto più agevole di quella di Rafa e con un giorno in più di recupero (che su partite ai 5 set e con periodi di riposo di 1-2 giorni non può che incidere pesantemente) di cui si è avvantaggiato nei confronti dello spagnolo. Non tanto perchè questo non abbia muscoli e polmoni per sopperire, ma a parti invertite lo svizzero avrei voluto proprio vederlo.

    - Murray e Djokovic assenti, che su livelli buoni sono molto superiori a tutti gli avversari che ha battuto fino alla semifinale.

    Non so se abbia riconosciuto tutti questi indubbi vantaggi pubblicamente (ne dubito visto il personaggio) ma dentro di sè deve esserne consapevole. Sa che sulla terra la storia è diversa, che il fisico accuserebbe troppi tornei, e quindi per me vuole ripresentarsi in una forma e condizione stratosferica nella superficie in cui ha più confidenza perchè è l'unica dove ha chance di vincere. E se allo stesso tempo volesse salvaguardare l'immagine dorata di questo ritorno da divinità eterna agli occhi del pubblico e, forse, anche dei suoi avversari?

  10. #1240
    Implied Facepalm L'avatar di Red
    Data Registrazione
    Fri Nov 2002
    Messaggi
    6,775

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ssj 3 Visualizza Messaggio

    Non ho visto le partite del 2006 e non posso fare paragoni, non so quanto Federer meglio di oggi faceva viaggiare palla a gambe al tempo, non so come le facevano viaggiare i loro avversari. Ma il fatto che appena sia comparso uno di livello pari o superiore al suo (mentre era ancora giovane) i suoi risultati si siano ridimensionati da alieni a ottimi mi fa pensare che semplicemente prima il livello generale era medio/basso.
    Nel 2006 Federer era al picco della sua forma, esplosivo e veloce sul campo come non mai, a tratti oggettivamente ingiocabile. Basti vedere la finale di Roma con Nadal: la sua miglior partita sulla terra rossa in carriera (ovviamente persa sciogliendo sui match point contro un Nadal neanche così brillante, a proposito di mental toughness overshadowed by my grace, my virtuosity, my etc. etc.). Ma anche lì: l'unico avversario era un giovanissimo e convalescente Nadal, per il resto vinceva contro nessuno. Persino Hewitt e Roddick avevano ormai passato il picco delle loro carriere.
    Ma lo disse anche Wilander, all'epoca: nel 2010-2012 Federer giocava comunque ancora ad altissimi livelli, semplicemente erano i rivali ad essere diventati più forti di lui; e che nei suoi anni migliori aveva gli Haas, i Ljubicic, i Baghdatis, i Nalbandian, i Davydenko etc. etc. etc. che non l'hanno mai spinto al limite, di fatto allungandogli pure la carriera.


    Non so se abbia riconosciuto tutti questi indubbi vantaggi pubblicamente (ne dubito visto il personaggio) ma dentro di sè deve esserne consapevole. Sa che sulla terra la storia è diversa, che il fisico accuserebbe troppi tornei, e quindi per me vuole ripresentarsi in una forma e condizione stratosferica nella superficie in cui ha più confidenza perchè è l'unica dove ha chance di vincere. E se allo stesso tempo volesse salvaguardare l'immagine dorata di questo ritorno da divinità eterna agli occhi del pubblico e, forse, anche dei suoi avversari?
    Non credo li abbia riconosciuti, semplicemente perchè nessuno ha il coraggio di chiedergli quale sia la sua opinione in proposito. I giornalisti di tennis sono un ammasso di idioti e di pavidi lecchini. E verso gente così Federer non ha mai avuto la pazienza che Nadal ha usato a Miami (vd. post precedente), anzi, in tanti si sono accorti del suo patetico atteggiamento passivo-aggressivo, che saltuariamente usa sul campo e con la stampa. È troppo comodo accettare il campione con tutto quello che ne viene.

    Credo anzi che forse sta storia del fisico la stia cavalcando anche troppo. Dopo gli AO, a suo dire, sembrava che non ne avesse più per mesi, a Indian Wells era invece fresco come quasi nei suoi anni migliori. Giocava un tennis esplosivo di controbalzo (anche con il dritto, e prima ancora che con questo dannato rovescio), aggredendo quasi costantemente l'avversario, senza giocare neanche 2 colpi interlocutori di fila. E a Miami aveva ancora le energie fisiche e mentali necessarie per giocare 6 ore in 2 giorni, e vincere pure la finale.
    A meno che... Federer è un tennista in cui sono strettamente legati il modo di giocare, il suo personaggio, la sua consistenza mentale e i suoi risultati. Lui stesso probabilmente sa che questo è un delicato equilibrio che potrebbe rompersi improvvisamente per vari motivi... e forse è persino più fragile di quanto si pensi.

    Ah, ma continuo a dimenticare Enzino:

    Citazione Originariamente Scritto da enzo680 Visualizza Messaggio
    comincia il tennis su rosso
    ma preparatevi a vedere:
    i ramos
    gli agut
    i carreno busta
    preparate i fazzoletti per piangere.
    Perchè invece sul veloce si ride: tra big server di oltre 2 metri inguardabili sotto ogni punto di vista, pallettari da superfici medio-veloci, e i noiosi pipponi della generazione di Federer (gente come Jaziri, Lu, Mathieu, Mayer e un altra mezza dozzina di questi qua), il tutto per oltre metà dell'anno... penso che sono finite pure le lacrime, prima dei fazzoletti.
    Che poi hai citato tre fra i tennisti più sottovalutati del circuito (e Agut al massimo si chiama Bautista-Agut, chiamarlo così è come chiamare Nadal "Rafael Parera"...). Ovviamente sottovalutati giusto perchè sono spagnoli, non essendoci nessuna ragione tecnica per farlo... e lo dico io, che spero in un ritiro di massa di tutti i tennisti spagnoli più vecchi di Nadal.

    Anche perchè se Ramos fa piangere, gente come Lorenzi, Berlocq, Estrella e Dutra Silva (tanto per citare i peggiori pipponi terraioli in circolazione, ovviamente tutti provenienti della generazione di Federer), che effetto fanno? Fanno morire dalla tristezza, come mi capitava quando passavo per caso dai thread sulle stagioni juventine in questo forum?
    Oh, questi altri sono talmente brutti che non solo il loro tennis non si può vedere, ma non si possono manco sentire con tutte le urla che fanno. Un tormento per tutti i sensi
    Meglio se cambi discorso, dai.
    Ultima modifica di Red; 21-06-2018 alle 12:38
    Piccola guida all'ineguagliato fandom italiano di DB e al suo ex-rappresentante numero 1.

    "Who knows? Maybe you can stare too hard at something, huh?
    Drain out the virtue, suck out the living juice.
    You shoot the places and the people, all those girls and boys - shoot 'em dead."

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •