Stamattina sotto la doccia ascoltavo un curioso resoconto sugli ultimi avvenimenti in campo sanitario in calabria. Pare che le cose siano andate così. Durante il precedente governo, quello Prodi, era emerso un fortissimo deficit in calabria, a cui il governo senza se e senza ma (alla maniera della sinistra) si è destinato una cifra imprecisata e cospicua di €.

Al cambio di governo, momento esatti di attivazione della sanatoria, ci si è trovati nella scomoda situazione di dover tracciare i debiti passati.

Non ci si è naturalmente riusciti, e dunque il surplus dato dal passato governo, è stato destinato ad un aumento del 20% delle retribuzioni dei direttori delle asl locali e manovre similari, come va di moda oggi.

Al giorno d'oggi la situazione viene dichiarata normalizzata. Ma qual 'è la verità?
Che non hanno normalizzato un bel niente. Società di revisione (costosissime) americane come al solito, hanno avuto l'incarico di tracciare un quadro della situazione, e dopo aver riscosso il loro copioso salario, hanno dichiarato che con gli incartamenti in loro possesso non è possibile tracciare un quadro aderente alla realtà. Cosa fare allora?

Ecco come è stata sanata la situazione. I rappresentanti delle varie asl sono stati riuniti da un certificatore del governo, e uno dopo l' altro hanno certificato la loro posizione .. E hanno inventato quello che sarà un rimedio del futuro! "Il Bilancio Orale!" Cioè vi rendete conto? I soldi gli sono stati dati in base alle loro stesse dichiarazioni! Cioè è stupendo! E' come se a una persona che compra in un negozio all'uscita dicessero " Dichiara quanta merce hai, e quanto vuoi pagare!" Senza guardare la busta! Grandi!


PS. Per le persone che sospettassero che io abbia sentito queste cose su una radio bolscevica, in realtà le ho sentite su Radio Padania