Pagina 51 di 632 PrimaPrima ... 41495051525361101151551 ... UltimaUltima
Risultati da 501 a 510 di 6319
  1. #501
    The Member L'avatar di Kabu
    Data Registrazione
    Wed Mar 2003
    Località
    (_|_)
    Messaggi
    6,710

    Predefinito

    Ora lo possiamo chidere davvero? Grazie.
    Altrimenti vi metto 4/5 cartellini a testa!

  2. #502
    The Man Without Fear L'avatar di Daredevil
    Data Registrazione
    Sun Nov 2005
    Località
    Hell's Kitchen
    Messaggi
    15,771

    Predefinito

    Voi tutti vi perdete in un bicchier d'acqua
    Tutti a dire se il / va bene come diviso o no quando comunque nel contesto della VALUTAZIONE DI UN FILM lo usiamo

    Ovviamente se valutiamo tutti da 1 a 10 si doveva dare per scontato, ma specificare esige molta meno fatica che portare avanti un discorso così.

    Non ho letto sopra, pardon, dato che stavo postando ancora.

  3. #503
    King of the Bohemien L'avatar di Jeff Buckley '85
    Data Registrazione
    Fri May 2007
    Località
    Neapolis
    Messaggi
    2,817

    Predefinito



    Se volete avere un idea di cosa sia Land of the Lost non dovete fare altro che prendere un calderone, mettere un 50% di Jurassic Park e un 50 % di qualche commedia di Ben Stiller, aggiungeteci qualche pizzico di Indiana Jones e addirittura un siparietto musical che fa molto stile Mamma Mia! e avrete questo film.
    Il film chiariamolo subito è senza pretese, e sfrutta un concetto, quello del viaggio in un'altra dimensione ampiamente abusato, in molte scene però diverte e c'è addirittura qualche evidente citazione parodia da altri film, ma il senso di B-Movie non scompare mai e alla lunga penalizza il tutto, sarà anche divertente e spensierato ma non si farà certamente ricordare, all'uscita dal cinema vi sarete già dimenticati di averlo visto.

    VOTO: 4,5
    "Non sarai mai un vero uomo fino a che non conoscerai la via del guerriero..."

    I sette principi del Bushido

  4. #504
    King of the Bohemien L'avatar di Jeff Buckley '85
    Data Registrazione
    Fri May 2007
    Località
    Neapolis
    Messaggi
    2,817

    Predefinito



    Chi è il nemico? Chi è quella figura malefica che in tempi di guerra fa la sua minacciosa apparizione nei discorsi patriottici e nella retorica nazionalista?
    Questo film lo aiuta a capire molto bene, la vicenda inizia simbolicamente con tre bambini, un tedesco, un inglese e un francese che recitano inni patriottici pieni di odio verso la nazione avversaria.
    La vicenda si sposta quindi nel luglio 1914 allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, seguendo le vicende di diversi personaggi tra cui due fratelli scozzesi che partono per la guerra immaginando una fantastica avventura, un tenente francese figlio di un ufficiale che viene mandato in prova sul fronte e un tenente tedesco di origini ebraiche, tutto devoto ai regolamenti.
    Un giorno il tenente francese Audebert guida un assalto alla baionetta ma molti suoi uomini vengono uccisi dalle mitragliatrici tedesche, e identica sorte tocca agli scozzesi tra cui uno dei due fratelli partiti qualche mese prima, i soldati conoscono da subito gli orrori della guerra ma quando arriva Natale si è tutti più buoni, e può quindi capitare che Nicolaus Sprink, tenore tedesco arruolato a forza nell'esercito intoni una canzone di Natale, uno dei soldati scozzesi sente e lo accompagna con la fisarmonica e accade l'impossibile, i soldati di opposti schieramenti fraternizzano, si incontrano, iniziano a raccontare storie commoventi di vita vissuta, a scambiarsi doni a onorare i reciproci caduti.
    Può sembrare una favola, e invece è ciò che accade davvero il 24 e il 25 Dicembre 1914, la cosiddetta Tregua di Natale, buona l'intepretazione totale degli attori, molti i momenti che rimangono impressi, piuttosto chiaro il messaggio anti-militarista del film, eppure non si scade nel buonismo gratuito, buon film a patto di non aspettarsi un normale film di Natale nè un film di guerra, Joyeaux Noel è più catalogabile come film drammatico e in questo riesce bene.

    Voto: 8
    Ultima modifica di Jeff Buckley '85; 13-12-2009 alle 00:18
    "Non sarai mai un vero uomo fino a che non conoscerai la via del guerriero..."

    I sette principi del Bushido

  5. #505
    I'm Tafazzi!!! L'avatar di TorinoFC_1909
    Data Registrazione
    Mon Dec 2008
    Località
    Near my PS3
    Messaggi
    2,433

    Predefinito



    Zohan con Adam Sandler
    tutti i suoi film fanno scompisciare dalle risate e pure questo non è da meno

    Voto:9

    Citazione Originariamente Scritto da vegeta es mito Visualizza Messaggio
    che cos'è il day-one?da me c'è solo il gamestop!
    "Finalmente qualcuno a cui valga la pena sparare addosso"
    Roberto Calderoli sui nemici in Call of Duty 4

  6. #506
    iShouldGoPro L'avatar di Chuck
    Data Registrazione
    Wed May 2008
    Località
    Haus of Chuck
    Messaggi
    8,609

    Predefinito

    Slam Dunk Movie 1

    Più che un ''movie'' mi è sembrato un episodio prolungato di qualche minuto.
    Piuttosto noioso,salverei solo la finale e Hanamichi.

    5/10

  7. #507
    Yohohoho. yohoho-hoo L'avatar di SePhIrOtH93
    Data Registrazione
    Thu Sep 2009
    Messaggi
    4,478

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Daredevil Visualizza Messaggio


    Davvero un grandissimo film che nel mio caso non ha annoiato mai.
    Toccanti molte scene, ci credo che Penn sia stato così determinato da aspettare 10 anni per fare un film su una storia simile

    9 meritato
    mi è piaciuto tanto anche se non lo reputo da 9, gli darei un fra 7 ed 8
    Citazione Originariamente Scritto da la belva Visualizza Messaggio
    sseghe a due mani ogni giorno, sulla pleistescion quattro che escono giochi su giochi e minchia ho dovuto comprare casa nuova solo per metterci tutti i titoli che escono. kaffeeebuongiornissimo belìiìn

  8. #508
    Imagine you and me L'avatar di Shira
    Data Registrazione
    Wed Jun 2006
    Località
    Nella tua mente
    Messaggi
    6,368

    Predefinito



    Devo dire che a me come film è piaciuto molto. Certo, non ha niente a che fare con il libro, però è molto carino.
    Tra l'altro il libro "Il ritratto di Dorian Gray" non mi è piaciuto, mentre questo film mi è piaciuto molto.
    ~E' meglio esser odiati per ciò che siamo, che essere amati per la maschera che portiamo~

  9. #509
    Utente Bannato L'avatar di Pedro*Yeah
    Data Registrazione
    Mon Aug 2009
    Messaggi
    675

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Jeff Buckley '85 Visualizza Messaggio


    Chi nel 1997 in piena Titanic-mania catalogava Di Caprio come l'ennesimo bamboccio per ragazzine ha avuto ampiamente da ricredersi in seguito, il ragazzo è cresciuto, ha dimostrato di essere un attore polivalente e di avere mestiere.
    Gangs of New York è senz'altro una buona prova ma a brillare davvero è il geniale Daniel Day Lewis nel ruolo del Macellaio, boss praticamente del quartiere malfamato di Five Points, un giorno si verifica una battaglia tra il suo schieramento detto dei "Nativi" e quello del padre di Amsterdam (il personaggio interpretato da Di Caprio), in questo scontro il padre di Amsterdam muore e lui viene rinchiuso in orfanotrofio, ne uscirà con un solo preciso scopo, vendicarsi, uscito per uccidere Butcher stringerà addirittura amicizia con lui e attorno al rapporto tra di loro, alla vita nei bassifondi, alla voglia di vendetta di Amsterdam gira tutto il film.
    Buona l'interpretazione di Di Caprio, eccellente quella di Lewis in questo film da vedere, buone anche le ambientazioni che sanno ricreare abbastanza fedelmente la vita in un bassifondo dell'Ottocento.

    Voto: 8
    Daniel brilla in qualsiasi film, è un attore unico.

    Consiglio di vedere There will be blood (Il Petroliere, in italiano) a chi voglia vedere una delle migliori interpretazioni di questo mostor sacro.

  10. #510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da C18-Crilin 4ever Visualizza Messaggio
    Tra l'altro il libro "Il ritratto di Dorian Gray" non mi è piaciuto, mentre questo film mi è piaciuto molto.
    Ebbè, è normale preferire una pessima trasposizione cinematografica che perde tutto il messaggio, il pathos e lo spessore dell'opera originale in favore di uno stile che ricorda il soft porno anziché un libro che tratta in maniera quasi "filosofica" il tema dell'eterna giovinezza, in effetti.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •