Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 19 di 19

Discussione: Canto I-II

  1. #11
    __________
    Data Registrazione
    Thu May 2008
    Messaggi
    221

    Predefinito

    Titolo inesistente.

    .Canto V.

    Forte e coraggioso, io diffidai subito con lui.Ma fu troppo tardi, la mia anima fu subito risucchiata e trasportata in un posto dove il tutto collassa nel nulla, nei pensieri metaistici della materia che si smariateralizza diventando polvere invana. L'Orcantorio.

  2. #12
    Utente Bannato L'avatar di l'eterno
    Data Registrazione
    Sat May 2007
    LocalitÓ
    nelle concezioni metaisiche dei miei delirii.
    Messaggi
    1,027

    Predefinito

    bel canto 2203 ,la trama non mi è molto chiara,ma credo di avere un'idea...
    bravo!

  3. #13
    __________
    Data Registrazione
    Thu May 2008
    Messaggi
    221

    Predefinito

    Messo un'altro poema e modificato il messaggio iniziale.

  4. #14
    →Read Only Member L'avatar di Davyl
    Data Registrazione
    Tue Jun 2006
    LocalitÓ
    Involving society.
    Messaggi
    8,820

    Predefinito

    Prova ad inviarle alla redazione di Topolino.

  5. #15
    __________
    Data Registrazione
    Thu May 2008
    Messaggi
    221

    Predefinito

    Titolo inesistente.

    .Canto VI.


    L'orcantorio, posto pieno di anime distrutte, pieno di anime soprafatte da ogni essere umano, anime che hanno peccato.
    Tra le anime si nascondeva un anima ribelle che voleva uscire dall'Orcantorio...Raito...
    Mi meravigliai e mi chiesi come mai Raito era lì, non riuscivo a spiegarmelo, pensai, che anche lui fosse stato risucchiato dal verme, dopo un po' decisi di andare da lui a chiederlo, appena mi stavo avvicinando l'anima di Raito scomparve nel nulla.
    Ultima modifica di 2203; 15-06-2008 alle 16:57

  6. #16
    Utente Bannato L'avatar di l'eterno
    Data Registrazione
    Sat May 2007
    LocalitÓ
    nelle concezioni metaisiche dei miei delirii.
    Messaggi
    1,027

    Predefinito

    interessante questo orcantorio ,ma la trama è fin troppo limpida e chiara.
    adesempio quando ho riassunto a te il supplizio dell'eterno,non ti ho raccontato le sfumature quelle bisogna coglierle,esse possono trasformare drasticamente l'opera.
    comunque è interessante...

  7. #17
    __________
    Data Registrazione
    Thu May 2008
    Messaggi
    221

    Predefinito

    Titolo inesistente.

    .Canto VII.


    Mi meravigliai, era imppossibile che l'anima potesse scomparire cosý, meravigliato e incazzato alzai le spalle in modo beffardo.Indiettreggiai e mi allontanai da quel posto, mentre mi allontanavo vedevo anime tristi, anime che piangevano perchŔ dovevano essere condannate, continuai altri 50 m e arrivai a destinazione.La porta dell'Orcantorio, ove si nascondeva il propietario di quel posto, nessuno mai era andato oltre quella porta, molti dicono che chi la apre va incontro direttamente alla morte.

  8. #18
    Strategical Member L'avatar di Oplita XXX
    Data Registrazione
    Tue Feb 2008
    LocalitÓ
    Sparta
    Messaggi
    1,147

    Predefinito

    Secondo me 2203 deve ASSOLUTAMENTE seguire il SUO stile. Eteno, non puoi criticarlo... se vuole fare un'opera del genere, non puoi impedilo, perchŔ se qualcuno scrive lo fa perchŔ vuole esprimere qualcosa di personale.
    Non capisco poi questa VERMINOSA () attrazione per gli ossimori. In realtÓ le figure retoriche non dovrebbero essere forzate, anzi dovrebbe essere il lettore a riconoscerle, non lo scrittore a metterle di proposito... Occhio, che la poesia non Ŕ forzatura metrica o lessicale: Ŕ libera.
    Consiglio a 2203 di seguire la linea che preferisce.
    "I was born and raised from the sea..." =Sonata Arctica=
    My Gallery
    Dragon Ball Second Saiyan Saga


  9. #19
    Utente Bannato L'avatar di l'eterno
    Data Registrazione
    Sat May 2007
    LocalitÓ
    nelle concezioni metaisiche dei miei delirii.
    Messaggi
    1,027

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Oplita XXX Visualizza Messaggio
    Secondo me 2203 deve ASSOLUTAMENTE seguire il SUO stile. Eteno, non puoi criticarlo... se vuole fare un'opera del genere, non puoi impedilo, perchŔ se qualcuno scrive lo fa perchŔ vuole esprimere qualcosa di personale.
    Non capisco poi questa VERMINOSA () attrazione per gli ossimori. In realtÓ le figure retoriche non dovrebbero essere forzate, anzi dovrebbe essere il lettore a riconoscerle, non lo scrittore a metterle di proposito... Occhio, che la poesia non Ŕ forzatura metrica o lessicale: Ŕ libera.
    Consiglio a 2203 di seguire la linea che preferisce.
    mi hai aperto gli occhi,ma io non l'ho stavo criticando gli stavo solo dando dei consigli vedendo la sua opera secondo la mia visione.
    effettivamente non posso obbligarlo ad uno stile non suo ,quindi mi scuso.

    ps leggerai il supplizio dell'eterno?

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •