Pagina 16 di 35 PrimaPrima ... 6141516171826 ... UltimaUltima
Risultati da 151 a 160 di 348

Discussione: Another Dragon Ball

  1. #151
    Senior Member L'avatar di AlphaOmega
    Data Registrazione
    Tue Feb 2008
    Messaggi
    6,604

    Predefinito

    C17 aveva constatato che nessuno era rimasto sull’isolotto… quindi si diresse verso l’unico altro punto di riferimento: la città dell’Ovest.
    Raggiunto il continente, volava rapido nel cielo, ma davanti a lui si parò un nuvolone di cenere e lapilli (come un vulcano) da cui emerse il guerriero di Dyamans. La donna si presentò con garbo –“Piacere di conoscerti C17, io sono un guerriero divino subalterna del brillante Crymson, mi chiamo Khara di Kermesith!”; il cyborg la guardò storto, quindi rispose –“Ma bene! Deduco quindi che quei pagliacci infuocati fossero opera tua, nevvero!?” – “Hai indovinato! Li ho usati per studiarti e preparati a combatterti! Quindi in guardia!”- disse ella partendo come un razzo e colpendo in pieno volto C17 con un calcio, il cyborg fece per controbattere, ma la guerriera si stava avvolgendo nella sua nube incandescente che costrinse il bruno alla ritirata, difatti aveva notato che quella muraglia gassosa aveva qualcosa di strano e a riprova di ciò il suo fucile si stava come liquefacendosi sulla schiena.
    *Dannata! Vuol ridurre cosi anche me!? Be che non s’illuda! Anch’io ho imparato a gestire avversari scottanti grazie alle sue prove!*- pensava il cyborg.
    “Uhuhuh! Allora, non ti fai avanti!?”- provocò la donna celata dal fumo, “Tsk! Perché non vieni tu!?”- ribatté il giovane, nessuna risposta… “E va bene!”- disse lui con un sorrisetto, quindi inizio a girare intorno all’ammasso rovente, la velocità era pazzesca tanto che iniziò a formasi una tromba d’aria che spazzò vai a poco a poco il nuvolone, mettendo allo scoperto la donna. Questa sghignazzando disse –“Perfetto! Hai fatto proprio ciò che volevo! Con un simile uragano posso espandere il mio potere con maggior efficacia, guadagnandoci pure in potenza! Ahahah! Grazie mille! Ti sei giocato da solo!” – “E qui ti sbagli!”- contraddì beffardo il cyborg, “Che… che intendi dire!?”- chiese sorpreso il cavaliere di Kermesite, “Be lo vedrai! Prova pure a colpirmi, se ci riesci…”- la provocò, “Tsk! Subito!”- disse ella tentando di generare una sfera incandescente, ma per qualche motivo questa non si materializzava. “Ma… ma cosa!?”- “Ahahah! Se tu hai studiato me, sappi che io ho studiato quei mostri e se tu ne sei il capo hai i loro stessi poteri, nonché debolezze! Il vento! A un lato vi può avvantaggiare, ma dall’altro può anche neutralizzarvi!”- spiegò C17, “Maledetto! Hai scoperto il mio punto debole! Hai dunque creato questo vortice per creare un vuoto d’aria! Grr!”- rispose il guerriero, “Esattamente! Mi spiace, ma il tuo piano ti si è rivolto contro! Ora non solo la tua forza è inferiore alla mia, ma il sottoscritto sa pure come annientarti! Quindi o te ne vai o per te è la fine!”- “ Come puoi dire di essermi superiore?! Tu non sai percepire le aure…” – “Non ce n’è bisogno! Guarda che non sono un fesso! Se tu ti sei presa la briga di analizzare le mie capacità significa che non ti reputi all’altezza di combattermi, quindi al massimo tu mi eguali… però io ho molti vantaggi dovuti alla mia natura di cyborg! Ora che conosco pure il segreto delle tue tecniche non c’è storia!”- concluse C17 per poi voltarsi e fare per andarsene, “Grr! Non credere di sapere tutto su di me!”- urlò la donna e liberando tutta la sua aura creò un altro colosso, però alto almeno il doppio, con cui poi si fuse.
    “Ahahahah! E adesso che mi dici!? Questa non te l’aspettavi, vero!?”- disse il gigante, C17 non rispose, l’ammasso di energia iniziò quindi a sferrare colpi a casaccio che il cyborg facilmente schivava, nel contempo questi si portava sempre più in alto, facendosi seguire dal colosso. Il piano del bruno era semplicemente lasciare l’atmosfera segnando cosi la fine della donna, ella in preda alla collera e per via della fusione aveva perso lucidità e cadde nella trappola! A poco a poco le fiamme si estinguevano e una volta giunti ai confini dell’atmosfera era rimasta solo la guerriera, terribilmente affatica. C17 scelse di risparmiarla, essendo ormai già moribonda in quel luogo, ma la donna usò tutte le sue forze per lanciare un ultima fiammata che colpi alle spalle il cyborg. Questi non riportò danni, ma Khara svelò la sua terribile piano finale –“Sappi che ora non avverti nulla, ma entro qualche minuto perderai tutte le forze e precipiterai impotente! Resterai in uno stato di semi incoscienza per almeno ventiquattr’ore! In questo lasso di tempo il mio signore ti recupererà e nel contempo basteranno al divino Dyamans per sconfiggere tutti gli altri! Ahahahah!”- C17 in preda alla collera generò un gigantesco Ki Blast che investi in pieno il guerriero disintegrandolo…
    Il cyborg subì quindi l’effetto del colpo finale di Khara, iniziando ad indebolirsi e precipitando verso la Terra…

    Spero vi sia piaciuto! A domani col duello dei fratellini vs Glimmin!

  2. #152
    LibertÓ viva nel cuore... L'avatar di Lynd
    Data Registrazione
    Mon Sep 2007
    LocalitÓ
    Libera di andare dove lo spirito mi trasporta...
    Messaggi
    1,525

    Predefinito

    Oh, ecco spiegato il motivo del ritardo di C17! Caspita, a sua insaputa, inizialmente, lo seguiva un cavaliere...Khara, che creava colossi di fiamme...però, intelligente il nostro cyborg! Il vento in effetti da una parte può potenziare la fiamma, ma dall'altra la può distruggere...ottimo piano quello di C17 contro Khara, fare in modo di formare una nuvola d'aria attorno a lei! E poi bellissimo il finale, quando lui si fa seguire nell'atmosfera e lei quindi si indebolisce e viene sconfitta... Colpendo però C17 con un attacco particolare, ingegnoso direi!
    Bravissimo, tantissimi complimenti!!
    "L'uomo non vivrÓ in questo modo in quanto uomo, ma in quanto in lui c'Ŕ qualcosa di divino" Aristotele Mia FF: "Al di lÓ delle apparenze". 59░ Cap!

  3. #153
    Demente precario L'avatar di Final Goku II
    Data Registrazione
    Mon Mar 2006
    LocalitÓ
    Da nessuna parte
    Messaggi
    4,291

    Predefinito

    Ottima performance di c-17! Eh si! Ora è tutto chiaro!

  4. #154
    sono un diurno L'avatar di Blade II
    Data Registrazione
    Thu Nov 2007
    LocalitÓ
    a Sunnydale ... ci provo con Buffy
    Messaggi
    558

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Final Goku II Visualizza Messaggio
    Ma tutti come Goten siete! :

    Nessuno ha capito l'evidente allusione di Valese? Credete davvero che una ragazza non sappia leccare un gelato? Ma dai! :
    caspita ... hai ragione ... ho alluso all'unica e vera aspirazione di Valesa

    Citazione Originariamente Scritto da AlphaOmega Visualizza Messaggio
    Oh cielo! Ma come puoi pensare 1 cosa del genere sulla fanciulla! Quella Ŕ l'immagine dell'innocenza! (credimi...)
    io ti credo, Alpha ... e nello spoliler Ŕ riportato quanto io sia convinto dell'innocenza, e soprattutto della purezza di Valese
    Spoiler:

  5. #155
    sono un diurno L'avatar di Blade II
    Data Registrazione
    Thu Nov 2007
    LocalitÓ
    a Sunnydale ... ci provo con Buffy
    Messaggi
    558

    Predefinito

    capitolo 11: altro bel capitolo ů interessante Dymans ů attendo di leggere il seguito

  6. #156
    Senior Member L'avatar di AlphaOmega
    Data Registrazione
    Tue Feb 2008
    Messaggi
    6,604

    Predefinito

    Salve a tutti! é da un pò che non posto qui.. quindi inizio rigraziano Lynd, Final e Blade!Quindi ecco il nuovo episodio!

    Episodio 27 Le prime battaglie!
    “Quindi è per questo che tu sei qui!”- comprese Glimmin dopo la spiegazione di C17, “Non capisco perché Dyamans non ci abbia informati… comunque non importa! Ehi! Ma tu hai detto che il colpo di Khara avrebbe avuto effetto per ventiquattr’ore! Com’è che sei già qui!?”- domandò poi con sorpresa, “Be evidentemente la sua tecnica non prevedeva l’effetto su un cyborg, che è ben diverso da una normale forma di vita…”- tagliò corto il moro, “Be, non importa! Anzi tanto meglio! Vi sistemerò entrambi e Lady V. sarà fiera di me!”- esultò il generale, “Questo è tutto da vedere!”- esclamarono in coro i gemelli.
    I due si scagliarono all’attacco in perfetta sincronia, tempestando di pugni il seguace di Lady V., questi dal canto suo era costretto ad una strenua difensiva senza avere possibilità di controbattere! I due cyborg congiunti riuscivano perfettamente a tenergli testa. *Dannazione! Questi due sono delle furie! Temo che la situazione potrebbe sfuggirmi di mano… meglio iniziare ad elaborare un piano!*- pensò l’uomo. I gemelli lo stesero con due pugni nell’addome; Glimmin si ritrovò disteso schiena a terra… non sembrava più capace di riprendersi ! I due cyborg erano diffidenti, ma dopo molti minuti C17 volle verificare la situazione, mentre la sorella gli avrebbe coperto le spalle!
    Con uno scatto felino inimmaginabile il generale in seconda si rimise in piedi, colpendo con una testata il moro che venne scagliato contro un edificio a parecchie decine di metri, ribalzando a causa della barriera e schiantandosi al suolo! Un millesimo di secondo dopo, Glimmin, era già addosso a C18 afferrandola per la gola e sollevandola.
    L’altra creatura di Gelo subito si riprese, ma vedendo la sorella minacciata arrestò il suo incedere…
    Jaklin non ci aveva messo che cinque minuti a mettere fuori gioco i quattro superterrestri! Sfortunatamente ora si trovava davanti ad un nuovo e ben più pericoloso avversario: Ub! La reincarnazione di Majin Bu aveva seguito le aure dei compagni ed era giunto a dar manforte!
    “Tsk! Un altro inetto!”- commentò sarcastica il generale donna, “Tsk! Un altro inutile pupazzo nero!”- ribatté insolentemente l’allievo di Goku; i due si squadrarono per alcuni secondi, quindi si lanciarono l’uno contro l’altro! Il pugno destro del moro centrò sulla guancia la fanciulla che a sua volta colpi con un tremendo calcio nel basso ventre. I due vennero scaglianti a qualche metro l’uno dall’altra. Rapidamente si ripresero, Ub caricò un onda energetica, mentre Jaklin non mosse dito, limitandosi ad indietreggiare verso uno degli specchi! L’attacco azzurro squarciò l’aria raggiungendo rapido il bersaglio, questi però scomparve nella superficie riflettente che subì in pieno l’offensiva! Incredibilmente lo specchio rimase pressoché intatto (solo qualche crepa laterale). Ma ciò che maggiormente sconvolse Ub fu il suo stesso attacco rivoltatoglisi contro! Tuttavia con l’incredibile abilità di riflessi di cui era capace seppe farsi scudo con un fendente del braccio, col quale spezzò l’onda in due che si dissolsero contro i muri albini. “Davvero incredibile come trucchetto!”- commentò Ub, “Uhuh! Devi ancora vedere che so fare! Aspetta e scoprirai che belle sorprese… eheheh!”- echeggiò la voce femminile. Dagli innumerevoli specchi disposti lungo il corridoio iniziarono a partire scie energetiche rapide e letali, il ragazzo di colore dovette dar fondo a tutta la sua rapidità per non essere colpito; muovendosi magistralmente riusciva a schivare ogni attacco, ma purtroppo Jaklin non era avversario da sottovalutare, difatti si era già portata sotto il ragazzo e all’improvviso il pavimento sotto i suoi piedi si liquefò imprigionandolo e tutti gli specchi sferrarono un colossale attacco simultaneo andando rovinosamente a segno!
    “Maledetto! Lascia immediatamente mia sorella!”- urlò C17, “Eheh! E perché mai!? Mi vengo certe idee in testa…”- ribatté Glimmin avvicinando il volto della donna a l suo e apprestandosi a leccarlo, “FERMO!”- sbraitò l’altro cyborg lanciandosi addosso al nemico, il quale si aspettava la reazione e aprì la bocca sferrando una gigantesca onda di energia nera che travolse il moro; quando il fumo si diradò egli era steso al suolo esausto. “Uhuhuh! Certo che siete belli resistenti! Però oramai non hai più energie! Quel colpo non potrà danneggiare il tuo corpo artificiale… ma può privare qualunque creatura di tutte le sue energie! Non illuderti nemmeno di avere la stessa fortuna di prima contro Khara! La mia tecnica funziona perfettamente anche su: cyborg, androidi, robot e via discorrendo…”- lo avvertì il generale, quindi si concentrò su C18 che nel frattempo tentava disperatamente di liberarsi con pugni e calci, il sottoposto di Lady V. concentrò nella mano in cui la stringeva una notevole quantità di forza nera, tale da danneggiare persino il corpo di un cyborg! Quando il dolore fu troppo la moglie di Crili sembrò svenire, Glimmin la scagliò verso il cielo, quindi la colpi con una sfera energetica sollevandola ulteriormente, ormai a qualche chilometro d’altezza, il generale la raggiunse e con un colpo a mani congiunte la fece schiantare al suolo affianco al fratello!
    “Perfetto! Ora non resta che sistemare il ciccione rosa…”- e volse la sua attenzione al demone che massacrava i suoi sottoposti. Egli però ignorava che i due cyborg disponessero di reattori ad energia eterna che evidentemente avevano vanificato la sua mossa speciale, infatti C17 si riprese, anche la sorella rinvenne, ma non riusciva a muoversi, allora il fratello la raggiunse trascinandosi ed entrando in contatto i due sembrarono riacquistare tutta la loro potenza! Glimmin era ancora concentrato su Bu e non si accorse della minaccia. Complice l’assenza di aura, i due cyborg si caricarono al massimo e sferrarono un attacco energetico combinato unendo le mani! Quando Glimmin si rese conto della situazione era troppo tardi! Fu travolto in pieno! Quando la visuale fu nuovamente possibile Glimmin apparve malridotto e prossimo a mutarsi in fumo. “Ma.. maledetti ammassi di ferraglia! Co… come avete…” – “Tsk! Idiota! Noi abbiamo un reattore ad energia eterna! Quindi tu non puoi esaurirci! “– spiegò C18, “Cosa!? Ma… ma Khara!?” – “Lei mi aveva bloccato come se fossi congelato! Rendendo il mio carpo incapace di fruttare la mia forza che si disperdeva!” – “Grr! All’inferno! Ma non v’illudete! L’incantesimo HADES mi resusciterà!”- disse affannosamente, in quel momento giunse anche Majin Bu che aveva ultimato la sua lotta.
    In quel mentre, Lady V. annullò HADES richiamando a sé tutti i suoi subalterni, che altro non erano che emanazioni di se stessa! Cosi Glimmin svanì nella disperazione senza poter avere altre possibilità, supplicando inutilmente la sua padrona…
    “E adesso!?”- chiese C17, “Suggerirei di raggiungere gli altri! Pare proprio che qui non ci saranno attacchi…”- disse C18, “D’accordo! Andiamo!”- s’intromise Mr. Satan, “Ma che stai dicendo!? Tu…”- abbozzò C17, “La mia bambina è in pericolo! Non posso starmene qui!”- i due cyborg lo osservano confusi, “Non temete! A Satan penserò io!”- disse Mr. Bu, i due cyborg non seppero opporsi e quindi il demone trasformò il campione del mondo in cioccolato e se lo mangiò, il trio avverti gli altri di restare nascosti comunque, quindi partirono.
    Ub era sopravvissuto! La sua tutta era quasi completamente andata, il corpo pieno di lividi e ferite… Jaklin emerse da uno specchio e gli si avvicinò, porse la mano vicino alla testa dell’avversario generando una sfera oscura, “Adesso sei finito!”,;Ub non commentò, se ne stava a capo chinò senza proferir parola! All’improvviso un aura tremenda e carica di negatività fu percepibile in lui, persino Jaklin ebbe un sussulto e lanciò il colpo, la reincarnazione di Majin Bu alzò la testa, le pupille erano rosse ed il corpo avvolto in un aura rosea portentosa, con un solo urlò annullò la sfera e con una velocità inaudita fu addosso alla donna massacrandola, ella tentò la fuga negli specchi e una volta all’interno iniziò un nuovo attacco massiccio, ma il corpo dell’avversario era protetto da una barriera! Ub urlò nuovamente con più intensità e la barriera riflesse gli attacchi contro gli specchi incrinandoli, poco dopo andarono in pezzi e la prima subalterna di Lady V. fu sbalzata fuori. In ginocchio e tremante tentava di indietreggiare, *Non ci credo! Chi è costui!? A guardarlo cosi mi pare più un demone che un essere umano! Ha respinto i miei attacchi, ma quelli non potevano certo rompere gli specchi! No! C’è riuscito solo con un urlo! Questo è… è…*- ma non ebbe il tempo di concludere che Ub scagliò un onda energetica disintegrandola. Senza HADES fu la fine di Jaklin!
    A battaglia conclusa Ub si accasciò al suolo tremante, gli occhi erano tornati normali ed ora versavano lacrime di dolore…
    Popo si ridestò di colpo, guarda dosi in torno comprese subito di trovarsi nelle vicinanze del suo ex dio: si trovava nella sala del trono! E proprio seduto sull’alabastro stava Dyamans, fissando la sua creatura…
    “Dyamans!”- iniziò il sottoposto del supremo –“Come avete potuto!? Come un essere come voi si è schierato con Lady V.!? Per vendetta forse!? Di voi si possono dire molte cose.. ma non siete un malvagio! Non lo siete mai stato Né mai lo sarete!”- a quelle parole il dio si alzò in piedi e con una velocità inconcepibile ai mortali si portò innanzi al traditore e col movimento di un dito lo scaravento al suolo, distante decine di metri. “Popo… non osare mai più tentare di comprendere il mio modo di agire! Sono un dio! Nessuno può capire le mie azioni, ben che meno i miei pensieri! Anche se sei una mia emanazione non ti è dato tanto! Adesso vedremo di concludere la nostra faccenda in sospeso!”

    Spero vi sia piaciuto! A voi i commenti! Spero di postare il prossio a breve...
    Ultima modifica di AlphaOmega; 04-09-2008 alle 00:36

  7. #157
    Senior Member L'avatar di AlphaOmega
    Data Registrazione
    Tue Feb 2008
    Messaggi
    6,604

    Predefinito

    Salve a tutti! Purtroppo nessuno mi ha commentato! Cmq ho qui un nuovo episodio, quindi posto lo stesso!

    Episodio 28 Coloro che tradiscono un dio!
    Popo strisciava al suolo, mentre a pochi metri stava Dyamans che l’osservava distaccato, quando l’ex servo tentò di alzarsi egli lo bloccò col solo sguardo scagliandolo contro il bianco muro ove lo incollò! “Mi spiace sul serio che debba finire cosi…”- commentò il dio….
    In quel momento, nel regno dei re Kaio, una coppia di misteriosi figuri riceveva udienza dai cinque sovrani delle galassie! “La prego signore, mi conceda d’intervenire! Sa perfettamente che se Dyamans dovesse completare i suoi propositi sarebbe la fine di tutto ciò che voi dei-kaio avete faticosamente realizzato!”- supplicò il maschio, mentre la fanciulla che l’accompagnava lo affiancava con espressione tesa come non mai. Fu il Gran maestro a rispondere –“Mi spiace, ma è impossibile! Quell’essere non attende altro per farti suo e tu non sei certo all’altezza di affrontarlo! “- a quelle parole l’alieno ammantato di bianco perse la sua consueta calma –“Ma è una follia! Dyamans è l’essere più terribile dell’universo! Lo sappiamo bene tutti! A suo confronto Majin Bu era nulla! Il mio intervento è essenziale, lo conosco bene, non si dimentichi che sono stato io a permettervi di sconfiggerlo milioni di anni fa quando approfittò della fine dei quattro Kaioshin!” – “Calmati per favore!”- lo esortò la regina dell’est, “Sappiamo bene di doverti molto da quella volta! Cosi come è certo il tuo valore che non ha eguali tra nessuno dei nostri allievi, se si esclude Goku. Ma adesso devi lasciare che siano i saiyan ed i terrestri ad affrontarlo! Sono più forti di te e hanno la gemma…”- lo richiamò il re del nord, “Mi spiace, ma non posso! Voi dovete lasciarmi andare! Ne va della salvezza di tutti noi!”- rincarò egli, quindi si volse alla chiaroveggente Baba –“Portami sulla terra!”, “Fermati!”- ordinò il sovrano del sud, “No! Anche a costo di macchiarmi di tradimento e finire negli inferi non me ne resterò qui a osservare Dyamans spadroneggiare per le galassie!”- rispose il guerriero, data la sua determinazione i cinque sapevano di non poterlo convincere, ma la compagna non voleva lasciarlo andare e gli si avvicinò –“Ti prego amore… devi fidarti degli amici di Gokuccio!”- lui la fissò stralunato, “Qui, nessuno meglio di te dovrebbe conoscere il valore dei saiyan ! Per favore placa il tuo animo! So che è difficile restare impotenti! Ero con te quando egli giunse sul nostro mondo coi suoi seguaci, sono stati momenti terribili! La battaglia peggiore della nostra esistenza! E allora egli era poco più potente di Borjack! Oggi supera un SS3! Non potremmo fare nulla nemmeno insieme…”- le parole della fanciulla erano come una spada nel petto, non solo per il compagno, ma per ogni guerriero del paradiso, ma quella era la realtà! “S… si! Hai ragione! D’accordo! Voglio confidare nelle infinite risorse dei saiyan!”- concluse, “Bene! Sono lieto che tu abbia compreso!”- sospirò il capo dei re Kaio… tutt’a un tratto l’atmosfera si raggelò, la malinconica melodia della divinità alata iniziò a riecheggiare per tutto l’edificio e poco dopo la sua voce fu udibile –“Ahahahah! Ma quale gaudio provo nel constatare la tua posizione, caro Rhafit!”- “Dyamans!”- esclamarono in coro i cinque dei terrorizzati, “Grr! Dannato! Cosa vuoi!?”- disse l’alieno dell’Est, “Uhuhuh! Nulla di che solo informarti che a breve sarò da voi, Rhafit!” –“ Piantala! Non azzardarti mai più a pronunciare quell’orrido nome! Io non mi chiamo cosi!”- urlò il defunto, “Uhuhuh! Per me questo è il tuo vero nome! Cosi ti ho ribattezzato: Rhafit di Sapphire – Cavaliere dell’aeree Celeste! E per me cosi sarai chiamato per sempre!” – “Grr! Sappi che verrei volentieri a fartela pagare, ma…” – “Ma i tuoi padroni non ti permetto di uscire! Ooh! Povero cagnolino! Ihihih! “ – “Grr! Dyamans!” – “Oh! Ma se proprio ci tieni ti ci porto io qui!”- disse e pochi istanti dopo dal pavimento sbucarono le ali di luce che avvolsero il traditore, egli urlò di dolore, “Fa male!? Non temere, dura un attimo! Fra poco completerò ciò che inizia milioni di anni or sono e tu divenrai il mio quarto cavaliere celeste!” – “No! Mai!”- ribatté l’altro, “Impossibile! Come può fare questo!?”- domandò la compagna, “Uhuhuh! Cara, io sono un dio! Attualmente la mia forza si sta ridestando, ma anche se ora sono bloccato qui le mie ali non hanno perso il potere incommensurabile di raggiungere qualunque cosa ed avvinghiarla! Non importa quanti anni luce debbano percorrere, né quante dimensioni attraversare! Ahahahah!” - “Lasciami! Io ti ho rifiutato allora e ti rifiuto adesso!” – “Uhuhuh! Allora perché non fuggi con le tue doti innate!? Ah, già! Non puoi!”- lo derise il sovrano –“Voi mortali siete cosi patetici! Vivete in questo caos, incapaci di mutarlo in qualcos’altro … tutto ciò mi addolora!”- disse singhiozzando –“La sofferenza che provo non conosce confini! Il mio cuore langue nel vedere la devastazione dilagare in ogni mondo! Spalanco le ali e tento di avvolgere tutto nella mia luce, ma sempre, inesorabilmente, mi sfugge! Verso lacrime di vero dolore ogni istante della mia esistenza…”- dopo queste strazianti parole le ali luminose si dissolsero liberando il guerriero, che subito fu soccorso dalla compagna, “Per ora ti lascio! Ma presto tornerò a prenderti! Non abbandono mai un mio cavaliere!” – “Io non ti voglio! Sparisci! Se mai l’universo diventasse tuo preferirei annullarmi che servirti!” – “Parole dure le tue… ma cambierai, come ogni abitante del cosmo! Io donerò un ordine perfetto! Io realizzerò L’Utopia!” – “Vaneggiamenti!” – “Forse… chissà… in ogni modo il fato ha voluto che a suo tempo tu mi sfuggissi, come ha voluto farmi essere sconfitto molte volte! Ma ogni volta sempre sono risorto più forte! Ora sono pronto! Ti devo ringraziare in fondo, senza di te non avrei mai trovato l’essere più potente dell’universo! Senza il tuo tradimento Enjo non sarebbe mio! Come vedi siamo tutti marionette del fato! Ahahahah!”- disse per poi andarsene.
    “Anf… anf… accidenti!” – “Su, non fare cosi! Dyamans dice il vero in parte…”- iniziò la compagna –“Ma io sono certa che il destino dell’universo non coincida con l’autodistruzione solo perché rifiutiamo il suo ideale! Siamo noi artefici del destino! Lo fummo sconfiggendolo, lo saranno i saiyan fermandolo nuovamente!”- queste parole furono molto di conforto per l’alieno che si lasciò quindi cullare dalla compagna addormentandosi…
    Dyamans tornò a concentrarsi su Popo il quale era privo di sensi a causa dell’onda psichica del dio. Egli protese la mano e la caricò di energia, preparava un colpo mortale! Ma d’un tratto si bloccò, si girò e tornò sul suo trono, una volto seduto commentò “No! Non mi è dato di uccidere… saprò darti la giusta punizione!”-
    Altrove – “Ahahahah! In vero Dyamans! Togliere la vita dovrebbe essere appannaggio esclusivo di chi la può donare…”- disse Lady V., che spiava il sovrano tramite un calderone dorato ricolmo d’acqua, “… e tale privilegio, in quest’universo, è concesso solo all’entità che servo!”- concluse, quindi si avviò verso un struttura a croce a cui era incatenata Valese, anche sotto l’effetto di HYPNOS. “Uhuhuh! Vieni pure Goten! Ahahahah!”.
    Gohan si ridestò in un antro buio. Si sentiva soffocare e non aveva alcun punto di riferimento, quindi si muoveva a tentoni… “Do.. dove sono!? Che posto è questo!?” – “Eheheh! Benvenuto Gohan… questo è lo spazio di meditazione creato coi miei poteri! Devo tenerti impegnato fino all’arrivo di Enjo! Quindi mi presento: io sono Allen di Apatite guerriero divino subalterno del geniale Enjo!”.

    Spero vi sia piaciuto! A voi i commenti! Alla prossima!
    Ultima modifica di AlphaOmega; 20-12-2008 alle 00:03

  8. #158
    Senior Member L'avatar di AlphaOmega
    Data Registrazione
    Tue Feb 2008
    Messaggi
    6,604

    Predefinito

    Mi spiace fare un triplo post... ma prossimamente potrei essere troppo impegnato! Quindi avendo finito l'episodio lo metto adesso!

    Episodio 29 Rivincita…
    “Aaaaaah!”- urlò il mezzo-sangue sferrando un pugno in cerca di qualcosa nell’oscurità, ma il colpo fini a vuoto…
    “Su, Gohan, rilassanti! Non puoi uscire da qui! Questo luogo è originato tramite i miei poteri e solo io quindi posso fartene uscire!”- spiegò Allen, il saiyan intanto continuava a sferrare colpi (fisici e non) a destra e a manca. Ci volle un po’ prima che si decidesse a dar retta al guerriero divino. “D’accordo! Dimmi cosa sta succedendo!”- sospirò infine, seppur con tono furente, “Eheh! Be nulla di che! In questo momento sia tu che Enjo vi trovata all’interno degli spazi che io creo!” – “Cosa!? Anche lui, qui!?” – “Ovviamente in uno spazio per lui! Si sta preparando per la vostra sfida, poiché ha compreso che ora tu sei al massimo! Lo vuole essere anche lui…” – “Tsk! Be che si sbrighi! Non vedo l’ora di fargliela pagare!” – “Eheh! Capisco! Però potresti sfruttare meglio il tempo preparandoti anche tu!” – “Sta zitto! So io che fare…”- e cosi dicendo si mise a gambe incrociate per concentrarsi sulla propria aura… “Eheh! Che caratterino!”.
    Goten correva senza sosta per i corridoi della reggia! Ma per quanto girasse era sempre tutto uguale! A sua insaputa Lady V. lo stava spiando: -“Ihihih! Direi che è giunto il tempo di iniziare!”- e a quelle parole ci fu un sisma che smosse l’area in cui il saiyan vagava facendolo finire dritto nell’ala adibita a stanze della donna!
    “Uhuhuh! Benvenuto caro!”- lo accolse ella, “Dannata! Sei pronta alla lotta!?”- iniziò Goten strappandosi di dosso il maglione e preparando la gemma; “Uhuhuh! Ma come siamo agitati! Su calmati un po’! HYPNOS…”- e all’incantesimo il corpo del giovane venne paralizzato, “Maledetta! Che vuoi farmi!?”- “Uhuhuh! Nulla di che! Non pensare che io sia un chissà quale mostro di sadismo… se avessi voluto ti avrei costretto a vagare per quell’illusione dei corridoi, creata con DEDALUS, in eterno…” – “Tsk! Sapevo che era opera tua…” – “Già! E non sai la parte migliore…”- disse e con uno schiocco di dita Pilaf e co. aprirono le rosse tende che celavano un piccolo cantuccio della stanza, ove era incatenata, alla croce, Valese! Con Najil accanto…
    “Noooooo! Maledetta! Lasciala! Lei non c’entra!”- urlò il saiyan terrorizzato all’idea di cosa le potessero fare, “Ooh! Poverino! Ti sta tanto a cuore questa fanciulla!?”- canzonò la donna avvicinandosi e sfiorando il volto della brunetta, “Ma sai… io dovevo pur focalizzare la tua forza nel modo giusto!”- disse leccando poi una guancia alla giovane, “Essere disgustoso! Lascia immediatamente! SE vuoi me sono qui! Prendimi, ma lasciala stare!”- urlò il saiyan che con la sola rabbia stava a poco a poco neutralizzando HYPNOS, “Mi piacerebbe… ma vedi io non voglio semplicemente battermi con te! Io voglio il tuo odio! La tua rabbia! La tua disperazione! Solo quando questi meravigliosi sentimenti macchieranno del colore della tenebra il piccolo cuoricino, solo allora io sarò soddisfatta!”- enfatizzò ella con occhi iniettati di sangue; Goten era sempre più furioso, ma anche disperato in quanto Valese correva un serio rischio; “Ascolta piccolino, non mi piace ricorrere a certi mezzi… ma qui ne va della mia sopravvivenza!”- quindi distese il braccio destro, spalancò la mano verso la fanciulla dormiente e le lanciò contro una sfera fumosa pervasa da scariche violacee che giunse a pochi centimetri dal petto… Goten sussultò, per un istante aveva temuto di aver perso Valese! Purtroppo per lui la minaccia era ben lungi dall’essere cosi semplice; “Uhuhuh! Ascolta: quello è il mio incantesimo più terribile! La tecnica proibita: THANTOS!”- “Thanatos!?”- chiese confuso Goten, “Si! Vedi HYPNOS, che stò usando su di te, è il sonno che placa l’animo e fa riposare… THANATOS è invece suo fratello maggiore!” – “Non vorrai dire…” – “Si! Il sonno eterno da cui non ci si desta: la morte! Ahahahah!”- a quella rivelazione Goten spezzò l’incantesimo e si scagliò contro la donna gettandola a terra, da sopra lui la fissava con occhi carichi di ira e si preparava a conficcargli un pugno in mezzo al petto per vedere se aveva un cuore, ma la donna sorridente lo bloccò –“Uhuhuh! Se ci trovano cosi… sai le malelingue poi!”- Goten non era in vena di battute e sferrò il pugno, ma colpì il pavimento accanto al volto, “Uhuhuh! Bene, bene, bene! Vedo che ti sta davvero a cuore…”- iniziò –“Allora ecco quello che faremo: uno bella lotta! In cui io canalizzerò tutti i sentimenti negativi! Se tutto va come deve e siamo veloci la tua bella torna libera; se invece, malauguratamente, tu tentassi qualche scherzo o c’impiegassimo troppo, THANATOS colpirà Valese e nel giro di pochi minuti l’ucciderà! Senza possibilità di ritorno! Nessun drago potrà ridartela!”- spiegò Lady V., Goten era rabbioso come mai, i pugni stretti ed i denti digrignati, si alzò, lasciò che Lady V. si ricompose, ella quindi protese la mano e dopo qualche attimo di esitazione il fratello di Gohan l’afferrò; “Me lo giuri!? Non le accadrà nulla se tutto fila come vuoi…” – “Assolutamente!” – “E allora sia…”- e cosi dicendo il saiyan firmò la sua condanna: la stretta di mano divenne un accordo sacro ed inviolabile, i corpi di ambedue s’illuminarono e svanirono, per poi riapparire in tutt’altra parte della fortezza: l’arena!
    Hai due lati stavano i contendenti, mentre sulla sinistra centrale vi era la croce con Valese!
    “Sei pronto ad odiarmi!?”- domandò ridente Lady V., “Tsk! Ti odio già da tempo…”- ribatté tristemente il saiyan. Un gong diede il via…
    Videl era stata coinvolta della furia di EOLOS ed era precipitata nella fortezza, fortunatamente nei pressi della zona in cui era il marito. Fino a quel momento era rimasta svenuta, ma finalmente si riprese… vagò intontita per i corridoi, finché non avvertì l’aura del consorte; non ci mise molto a raggiungere il punto esatto. Vi era un enorme portone in legno d’ebano socchiuso e sbirciando dalla fessura vide il marito a terra, con accanto un individuo di aspetto fanciullesco con un armatura che pareva in meditazione…
    Senza indugiare spalancò il portone, si fiondò sul guerriero divino e lo colpi con un calcio. Questi interrotta la meditazione si mise in posizione difensiva! “Maledetto! Chi sei e che hai fatto a Gohan!”- urlò la madre di Videl, “Io sono Allen di Apatite! Seguace di Enjo!”- a quel nome Videl perse la lucidità e sferrò un nuovo attacco col pugno, Allen parò a fatica! “Calmati! Io non ho fatto nulla! Sto solo lasciando che Gohan si prepari per la sfida co, mio signore…”- spiegò egli, ma Videl non lo ascoltava e con tutta la rabbia che aveva in corpo sferrò un Ki Blast contro il guerriero, colpendo la parte scoperta del petto, essendo un punto vitale Allen crollò al suolo morente, intanto Gohan si stava riprendendo e alla vista dell’accaduto accorse dalla moglie e l’abbraccio, quindi i due si rivolsero al guerriero d’apatite. “Cough… be… sono sempre stato il più debole dell’esercito di Dyamans… cough…”- disse a fatica, Gohan gli si avvicinò, “Spero che tu ti sia preparato… cough… cough…” – “Si! Grazie Allen! Avevi ragione contro Enjo dovrò essere in piena forma! Grazie al tuo potere ora lo sono!” – “Cough… cough… ne sono lieto! Finalmente anch’io torno utile al mio signore!”- disse in lacrime, d’un tratto un fascio energetico lo raggiunse provocandogli una ferita che lo squarciò dalla testa alla vita, quindi apparve Enjo.
    Quell’atto fece infuriare Gohan che quindi si rivolse al cavaliere celeste –“Bastardo! Come hai potuto!?”- disse con voce bassa, “A…aah! Que… questo fendente.. cough… cough.. non reca alcuno dolore… cough… cough… prego, fate si che la vostra lama ponga fine alla mia vita!”- supplicò Allen, appena finita la frase Enjo sferrò un altro fendente col quale disintegrò il sottoposto. “Amara sarebbe risultata la via della morte, se a condurtici fosse stata una misera mortale blasfema!”- fu l’unico commento dell’essere alato, quindi si rivolse a Gohan –“Ci rincontriamo! Questo sarà il nostro vero scontro! Io sono al 100% delle mie possibilità! E tu!?”- Gohan s’avvolse nell’azzurra fiamma della sua aura e con sguardo fiero e sicuro rispose –“Anch’io! Come non mai!”.

    Alla prossima! Sperando che non sia troppo lontata... (se sono fortunato ci sarò!)
    Ultima modifica di AlphaOmega; 18-08-2008 alle 03:01

  9. #159
    Senior Member L'avatar di Fainabk
    Data Registrazione
    Tue Jan 2008
    LocalitÓ
    Friuli Venezia Giulia.
    Messaggi
    2,722

    Predefinito

    complimenti, veramente bello
    Yo.

  10. #160

    Predefinito

    Bello come sempre!
    Prima o poi tutti passano di qua:

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •