Pagina 84 di 119 PrimaPrima ... 3474828384858694 ... UltimaUltima
Risultati da 831 a 840 di 1182
  1. #831
    sono un diurno L'avatar di Blade II
    Data Registrazione
    Thu Nov 2007
    Località
    a Sunnydale ... ci provo con Buffy
    Messaggi
    558

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da AlphaOmega Visualizza Messaggio
    Macchè son appena 43...e oggi posto il 44° (dopo)!
    Comunque fa con calma...
    all'apparenza sembrano un infinità ... cmq nn ti preoccupare, xkè ce la farò a rimettermi in pari ... AL DI LA' DELLE APPARENZE ... ho profanato la fic. di Lynd ... adesso spedisce Heizel a casa mia e mi fa disintegrare

  2. #832
    Senior Member L'avatar di Hisoka
    Data Registrazione
    Thu Oct 2007
    Località
    Königsberg
    Messaggi
    1,591

    Predefinito

    Scusa se non ho commentato! Io ho letto tutti i tuoi capitoli della tua FF! Bene commento ora! La tua FF mi piace! Di certo, tu mi hai commentato la mia prima FF! Mi spiace di non aver commentato prima! Ma ho letto tutta la tua FF! Bellissima la tua FF! Di certo ogni FF supera la mia! La mia fa abbastanza pena! Ma la tua è davvero fatta bene!

    X Lynd!

    Spoiler:
    Mi commenti la mia nuova FF, e il nuovo capitolo della mia prima FF?
    Shut up and swim

  3. #833
    Libertà viva nel cuore... L'avatar di Lynd
    Data Registrazione
    Mon Sep 2007
    Località
    Libera di andare dove lo spirito mi trasporta...
    Messaggi
    1,525

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da The Prince of the Saiyan Visualizza Messaggio
    ma è una fanfic o un monolologo?
    Beh è sicuramente una fanfiction, ma anche i monologhi hanno il loro fascino !

    Citazione Originariamente Scritto da GoTeo
    Capitolo 40 WoooooW!!!! favoloso, come sempre le tue descrizioni mi piacciono un casino le varie stanze, il giardino, e il pranzo da re tutto magnifico
    quando ho letto che Goten e Trunks stavano correndo in giardino ho subito pensato ad altri danni ,ma fortunatamente nn è stato così e poi sono ri-usciti..... che combineranno??
    poi visto che il titolo è TRANQUILLITA' APPARENTE mi viene spontanea la domanda ,cosa altro dovrà succedere???!??!?
    p.s.:scusa il ritardo ,ma sarà sempre peggio con questa scuola
    Grazie Teo, un commento bellissimo ... Sono felicissima che le descrizioni ti piacciono....e anche il pranzo ^_^!
    Per adesso Goten e Trunks non hanno combinato tanti danni ma....nel prox capitolo vedrai ! Non sono ri-usciti per niente ^^!
    Eh, ne succederanno di cose...Tranquillità apparente è solo il preludio !
    P.s: No, tranquillo! Ti capisco, anch'io per un po' sarò impegnata al massimo con la scuola...con tutte le consegne da fare!

    Citazione Originariamente Scritto da Blade II
    Ciao Lynd … edizione straordinaria: HO LETTO FINO ALL’EPISODIO 40 … è inutile dirti ke erano tutti meravigliosi ... adesso devo rimettermi in pari kn Alpha … è una parola … ha postato 10.000 puntate … vero, Alpha?
    Ciao Blade!! No non ci credo....veramete hai letto tutti i capitoli fino al 40?? Ma sei stato grande, i miei complimenti!! Allora adesso potrai leggere con calma i capitoli a venire....
    E rimettiti presto in pari anche con Alpha, i suoi capitoli sono stupendi...soprattutto gli ultimi!!
    Grazie ancora Blade!! Ah, no non ti preoccupare, Heizel non verrà a casa a disintegrarti ! E' un bravo ragazzo in fondo!

    Citazione Originariamente Scritto da vodka
    Scusa se non ho commentato! Io ho letto tutti i tuoi capitoli della tua FF! Bene commento ora! La tua FF mi piace! Di certo, tu mi hai commentato la mia prima FF! Mi spiace di non aver commentato prima! Ma ho letto tutta la tua FF! Bellissima la tua FF! Di certo ogni FF supera la mia! La mia fa abbastanza pena! Ma la tua è davvero fatta bene!

    X Lynd!


    Spoiler:
    Mi commenti la mia nuova FF, e il nuovo capitolo della mia prima FF?
    Grazie mille Vodka!! Davvero hai letto tutti i capitoli della FF? Ti ringrazio per il commento!! No, anche la tua è bella, fidati!

    Spoiler:
    Certo che la commenterò, forse la leggerò stasera stessa, oppure domani! Ma prometto che verrò a commentare ^_^!!
    "L'uomo non vivrà in questo modo in quanto uomo, ma in quanto in lui c'è qualcosa di divino" Aristotele Mia FF: "Al di là delle apparenze". 59° Cap!

  4. #834
    Libertà viva nel cuore... L'avatar di Lynd
    Data Registrazione
    Mon Sep 2007
    Località
    Libera di andare dove lo spirito mi trasporta...
    Messaggi
    1,525

    Predefinito

    Buonasera ragazzi ! Scusate se non ho postato prima, ma come vi avevo anticipato eccovi il capitolo 41.... Spero vi piaccia ^_^! Se c'è qualche parte che non risulti di vostro gradimento potete benissimo dirlo ! Ed ora, buona lettura !

    Capitolo 41. Giochi e primi guai
    La splendente luce solare era filtrata dalle numerose fronde degli alberi disseminati per l’immenso giardino della villa mentre il cristallino scroscio dell’acqua della fontana in candida pietra si confondeva con i dolci cinguettii di piccoli uccelli che danzando si appoggiavano sui bordi della vasca, lasciandosi bagnare e perdendosi nei mille bagliori riflessi dalla trasparente e pura superficie. Un vento delicato percorreva i folti fili d’erba del bel prato facendo tremolare con dolcezza i minuscoli e variopinti fiori che emanavano un lieve profumo amalgamato a quello più intenso dei cespugli di ammirevoli rose rosse, che fieramente dominavano gli angoli piacevolmente ombrosi e freschi presso le mura perimetrali. Alcuni insetti si muovevano con infinita leggerezza tra i grigi e lisci sassi e tra le verdi e rigogliose foglie dei vegetali che donavano al tutto un’indicibile serenità condita con la naturale vivacità tipica dei luoghi più incontaminati, un connubio perfetto tra il limpido cielo azzurro e la terra curata si poteva percepire osservando quello spazio racchiuso ma in fondo libero. Presso la marmorea statua maestosa ma dalle fattezze eleganti come un modello greco che si stagliava nel centro della fontana e dalla quale i sottili getti d’acqua fuoriuscivano da coppe dorate che questa stringeva tra le mani, due ragazzini stavano seduti sul morbido prato contando le rare nuvole bianche e soffici che di tanto in tanto passavano sopra di loro.
    -Goten, se devo dirti la verità, io mi sto annoiando… Qui non è come a casa mia, non ci sono macchinine o robot con i quali giocare…- disse Trunks distendendosi e mettendosi le braccia dietro la testa.
    -E’ vero, e non è neppure come sui monti Paoz…là sì che trovi cosa fare!- affermò l’altro stringendosi le ginocchia al petto.
    -Sai che facciamo adesso? Giochiamo a nascondino! Che ne dici?-
    -Uhm…mi sembra una buona idea! Ma non si arrabbierà Mr.Satan?-
    -No sta tranquillo! A quest’ora dormirà come un ghiro in pieno inverno!- e ridacchiando sommessamente si alzò seguito dal moretto e insieme decisero a chi toccava contare e a chi invece di cercare il compagno.
    -Sì! Conterai tu mio caro Goten!- esultò il figlio del principe iniziando a scrutare ogni possibile nascondiglio.
    -Uffa, mai una volta che conti tu! Va bene…ma posso trovarti percependo la tua aura ed usare la supervelocità?- chiese egli speranzoso.
    -Eh no, sarebbe alquanto sleale! Io infatti l’azzererò e tu non dovrai assolutamente ricorrere alle nostre abilità, poiché non lo farò neanche io! Massima lealtà…d’accordo?- e gli tese la mano sfoggiando un sorriso malizioso.
    -D’accordo! Comincio a contare…però non farti trovare subito che non c’è più gusto!- e dopo avere ricambiato la stretta si diresse verso il tronco di un albero portandosi entrambi gli avambracci davanti al viso ed iniziando a pronunciare a voce alta i numeri. Trunks dunque si allontanò dall’amico rendendo impercettibile la sua forza spirituale e avanzando velocemente tra la macchia verde che poteva offrire dei posti sicuri, tuffandosi poi tra un pomposo cespuglio colmo di rose e anche spine che in men che non si dica graffiarono in più punti la sua bianca pelle. Accortosi della perdita di fugaci goccioline di liquido rosso saltò fuori da quel groviglio di foglie e acuminati rovi, correndo in direzione della raffinata panchina nera per spingersi tra le belle e robuste fronde del più alto fusto.
    -Trunks! Sto arrivando!- esclamò il piccolo saiyan terminata la conta e camminando con attenzione per il prato aperto raggiungendo quindi la vasca e salendo sopra la statua che raffigurava un giovane nudo dai possenti muscoli e dalle fiere movenze recante sul capo una sfera d’oro in equilibrio. Con i piedi poggiati sulla sua testa e con una mano alla fronte per evitare di essere abbagliato dai raggi dell’astro infuocato che a quell’ora del pomeriggio batteva proprio sulla monumentale fontana che occupava una posizione centrale, scrutò il giardino notando poi delle macchioline color carminio all’ombra di uno dei tanti roseti. Perciò con un balzo toccò terra per avvicinarsi all’arbusto e con attenzione sfiorarle capendo che si trattava di gocce di sangue e che probabilmente appartenevano all’amico nascostosi tra i pericolosi rami, ma appena si sporse sicuro di trovarlo sentì un fruscio proveniente dalle sue spalle e fece in tempo a vedere che il ragazzino dai capelli lillà si stava dirigendo verso l’albero per la vittoria.
    -Aha, ti ho raggirato Goten!- esultò questi gettandosi di peso sul vegetale che però aveva un fusto decisamente fine e risentendo del colpo del saiyan si spezzò in due e la parte superiore si abbatté sul muricciolo di un’aiuola vicina riducendolo in granuli.
    -Oops! Ehehe, credo di avere vinto lo stesso vero?- domandò Trunks deglutendo e fissando il danno fatto.
    -Beh, suppongo comunque di sì… Che dici di cambiare gioco? Questo si è rivelato un po’ troppo pericoloso…non trovi?- aggiunse il moro alzando le spalle ed allontanandosi dal tronco.
    -Già, mi sono perfino ferito! Cosa potremmo fare però? Non è che ci sia una vasta scelta…-
    -Idea! Possiamo prendere quella palla dorata che sta sulla testa dell’uomo bianco!-
    -Giusto! Faremo una bella partita di calcio!- e saltando su un braccio della statua allungò le mani per staccare la lucida sfera che bene incastonata non accennava a venire via.
    -Amico, ti serve aiuto?- gli chiese l’altro che con le braccia conserte lo osservava dal basso.
    -Sai, non mi dispiacerebbe di certo!- e a questa risposta egli si affrettò a salire sull’altro arto di marmo iniziando a tirare l’oggetto desiderato con tutte le sue forze. Dopo alcuni istanti di fatica e sudore i due riuscirono a separarla dalla testa della scultura che sfortunatamente però si lesionò gravemente cadendo quindi con un tonfo nell’acqua sottostante schiacciando le ninfee, ma anche nelle fredde membra sulle quali essi stavano si crearono delle venature irregolari sgretolandosi all’altezza dei gomiti. Entrambi si scambiarono uno sguardo piuttosto preoccupato ed il primogenito di Vegeta consegnò la palla all’altro per scendere con grande leggerezza, poi se la fece lanciare afferrandola appena in tempo prima che colpisse il bordo della vasca.
    -Cavoli che faticaccia! Non la facevo così pesante! Scendi, cosa aspetti? Dobbiamo passare questo pomeriggio o no? Dai che ci divertiremo, almeno spero!- disse egli con un filo di voce e con il viso caldo ed arrossato per via degli sforzi compiuti.
    -Eccomi! Però dobbiamo stare attenti o potremmo distruggere altre cose di questo passo…- intervenne questi accostandosi al compagno e dirigendosi insieme a lui verso l’ampio prato. L’uno posò l’oggetto sulla morbida erba che si piegò al suo contatto e i raggi solari illuminarono la sua superficie color del metallo più prezioso rendendolo splendente, un calcio da parte di chi l’aveva presa diede inizio al gioco spedendola verso il moretto che entusiasta l’attendeva. La sfera venne colpita poi con più forza tanto che si alzò dal suolo ricevendo una ginocchiata da Trunks che velocemente si era posizionato a mezz’aria innanzi al bel muro per evitare che finisse perforato, quindi essa sfrecciò quasi invisibile verso Goten che aspettandosi che venisse più alta si allontanò e non fece in tempo a bloccarla. Come un micidiale proiettile d’oro passò sotto il saiyan lasciando una scia di fuoco abbagliante che ridusse in cenere i fili verdi e perforando con potenza la pietra della fontana fuoriuscendo dalla parte opposta come un lapillo di un vulcano che ardente emana mille scintille, così quella continuò ancora per qualche metro la sua corsa brillando come un gioiello cosparso da cristalli.
    -Oddio! Stavolta l’abbiamo fatta grossa Trunks! La fonte tanto bella è distrutta, l’acqua è sparsa in giro e la scultura… Come faremo adesso?- domandò più a se stesso portandosi le mani al viso.
    -Ecco…beh…forse sarà meglio andare nella nostra camera, non credi?- rispose l’interpellato assumendo un’espressione seria.
    -Sì, assolutamente! Così non ci potranno dire nulla! Anzi non capisco come mai mio fratello non si sia accorto di questo caos…-
    -E certo, è in dolce compagnia!-
    -Hai ragione! Ed Heizel?-
    -Ma quello è uno strambo, un po’ è buono e un po’ vorrebbe farci a pezzetti… Dai andiamo, in fondo ci siamo divertiti no?-
    -Io tantissimo! Soprattutto con la palla, era faticoso tirare, ma ci ha fatto anche allenare-
    -Appunto! Entriamo dal retro però, c’è la cucina là…-
    -Uhm, so a cosa stai pensando! Un boccone dopo aver giocato ci vuole…- e fissandosi sorridenti percorsero un viale più piccolo del principale giungendo in breve alla grande e fornita cucina dove la solita anziana stava svolgendo alcune faccende bagnando con dell’acqua insaponata il pavimento. Ma appena misero piede all’interno scivolarono entrambi passando sotto la gonna della cuoca che cacciando un urlo alzò la scopa con lo strofinaccio colpendoli sulle schiene e mandandoli presso una sedia, sul quale sedile vi era un cesto colmo di pane e frutta fresca che essi afferrarono di colpo per poi rimettersi abilmente in piedi correndo verso la maestosa scalinata per raggiungere la loro stanza lasciando la donna borbottante e paonazza in viso.
    "L'uomo non vivrà in questo modo in quanto uomo, ma in quanto in lui c'è qualcosa di divino" Aristotele Mia FF: "Al di là delle apparenze". 59° Cap!

  5. #835
    Libertà viva nel cuore... L'avatar di Lynd
    Data Registrazione
    Mon Sep 2007
    Località
    Libera di andare dove lo spirito mi trasporta...
    Messaggi
    1,525

    Predefinito

    Nel frattempo due giovani non avevano né notato e né sentito il trambusto proveniente dalla cucina e guardandosi intensamente negli occhi si stringevano le mani seduti l’una di fronte all’altro, sospirando di tanto in tanto e abbandonandosi al dolce tumulto dei loro cuori. Vicino Gohan stava accomodato l’alieno dalla pelle dorata e dai bei capelli lunghi color del grano ricadenti in ciocche sulle spalle e sulla fronte, mentre i particolari occhi che in quell’ambiente ombroso per via delle pesanti tende alle finestre avevano dei meravigliosi pigmenti ambrati erano socchiusi così come le sottili labbra. Ad un tratto però questi si alzò dalla poltroncina in velluto e silenziosamente si diresse alle scale salendole discretamente attraversando quindi il corridoio che come una galleria d’arte mostrava stupendi ritratti e paesaggi, arrivò davanti la porta semiaperta dei ragazzini e vinto da una curiosità spiò all’interno vedendo che si erano appisolati sul tappeto recante ancora briciole e torsoli di mele e pere. Passò avanti abbozzando un sorriso e aprì l’uscio intarsiato della camera da letto nella quale avrebbe riposato assieme al saiyan per qualche sera fino a quando tutto si sarebbe sistemato grazie soprattutto all’aiuto del facoltoso Campione del Mondo che beatamente sonnecchiava russando nella sua stanza, richiuse la porta dietro di sé e sfiorandosi la chioma appurò che aveva davvero bisogno di un bagno ristoratore. Da un cassetto del massiccio comò afferrò un asciugamano bianco con ricami arabescati avorio e cautamente uscì girando la maniglia che stava proprio dinanzi e che mostrò una graziosa ed elegante stanza fornita di lavabo in porcellana azzurra, gabinetto e una meravigliosa vasca richiamante la forma del semicupio. Mise dunque la tela spugnosa su un porta asciugamani di metallo laccato ed iniziò a spogliarsi dopo avere accuratamente serrato le ante della piccola finestra, si tolse dapprima la maglia gettandola sul coperchio del WC esibendo i suoi pettorali e addominali perfettamente scolpiti e anche la cicatrice sul fianco destro, poi si sfilò gli stivali neri seguiti dai pantaloni che rivelarono appieno la sua bella figura snella ma muscolosa. Con calma girò i pomelli della vasca lasciando scorrere sia acqua fredda che calda in modo da mitigarla e quando fu abbastanza piena versò all’interno una completa bottiglia di bagnoschiuma al miele che immediatamente riempì l’intera stanza con un acuto profumo, mentre le bolle fuoriuscirono persino dai bordi della vasca appena Heizel si immerse. Con delicatezza si spalmò il denso miscuglio di sapone ed acqua su tutto il corpo rilassandosi e sentendo una tranquillità che lo pervadeva al solo contatto con la schiuma, ogni singola ciocca venne bagnata ed egli godette di quella pace per una mezz’oretta. Dopo si alzò nella vasca stessa e lasciate andare via le bolle si rinfrescò togliendosi la rimanente crema sottoponendosi allo scroscio dell’acqua fredda proveniente da una manopola collegata ad un secondo rubinetto come se fosse una doccia, il suo intero fisico venne bagnato e la luce accesa rese la sua pelle splendente percorsa da minuscole gocce d’acqua che la carezzavano dolcemente. Terminato il bagno egli uscì e rasciugandosi con la pregiata tela se la legò poi alla vita recuperando i suoi abiti e passando velocemente nella sua camera per potersi sistemare, infatti in un sol colpo la lanciò sul morbido materasso del letto e indossò nuovamente i pantaloni neri più stretti ai fianchi e più larghi al ginocchio per poi stringersi bene gli stivali. Rimase però a torso nudo e avvicinandosi ad uno specchio dall’elegante cornice mogano levigata a dovere e rappresentante dei motivi curvilinei agli angoli superiori, osservò a lungo la sua immagine riflettendosi nei suoi stessi occhi e toccandosi quel taglio ora cicatrizzato ma che tempo prima gli aveva provocato dolore ed al contempo reso forte. Chiudendo per un istante le palpebre cercò di mandare via le immagini di ciò che aveva subito poiché ormai nessuno della sua odiata gente avrebbe più osato sfidarlo, sorridendo perciò afferrò l’asciugamano e strizzò la chioma che in breve tornò fluente ed asciutta. Rivolse poi il suo sguardo all’esterno e vide che l’astro del giorno stava lentamente scomparendo al di là del boschetto del giardino e l’ombra stava prendendo il suo posto, rimase allora a fissare un punto imprecisato del prato sottostante immobile e con le braccia incrociate al petto. Improvvisamente però percepì dei passi lungo il corridoio che seppur attutiti dalla moquette non potevano non essere sentiti da un guerriero bene allenato come lui, così unì le stoffe ricamate delle tende della finestra arcuata e piegando in fretta la tela la rimise all’interno del cassetto attendendo poi il nuovo arrivato con un’espressione indifferente. Al contrario di colui che si aspettava fu Gohan ad aprire la porta di legno scuro e ad entrare, sorridendo quindi al goldwariano che ricambiò aspettando che l’amico si avvicinasse per scambiare qualche parola.
    -Ciao Gohan, ma non eri al piano di sotto?- gli chiese l’alieno fissandolo nelle pupille color della notte.
    -Già, e posso dire di avere trascorso un bel pomeriggio. Sai Videl è così carina, dolce e ogni volta che le sto vicino, anche senza parlarle, mi sento bene… Ci siamo già chiariti i nostri sentimenti qualche tempo fa, ma ancora oggi è come se fosse sempre la prima volta…mi perdo nelle sue iridi azzurre come il mare più profondo e provo dei brividi quando accarezzo la candida pelle delle sue mani, così tenere e fragili in confronto alle mie! Scusami, non intendo però annoiarti con le mie fissazioni, ma volevo sapere cosa stavi facendo e perché sei sparito quasi un’ora fa- gli disse il moro tutto d’un fiato accostandosi a lui.
    -No, mi piace ascoltare e stare in silenzio…sento che ciò che provi per lei è sincero…vuol dire che sai provare quella cosa a me adesso sconosciuta. Ho fatto un bagno però credo di avere combinato qualche sciocchezza…- rispose Heizel sospirando.
    -Anche tu eri legato profondamente al tuo amico d’infanzia…sbaglio? Di quale sciocchezza parli?-
    -Non sbagli affatto, ma dopo allora non penso proprio che lo stesso calore mi pervada completamente. Ecco, ho consumato tutto il liquido giallo che c’era nella bottiglia del bagnoschiuma…-
    -Mai dire mai, ricordalo. Cosa? Ora capisco perché c’è tutto questo profumo di miele sia nel corridoio che in questa stanza!- esclamò egli ridendo seguito dall’altro.
    -Io però avrei un po’ di fame…che ne dici se andassimo a mangiare giù?- gli domandò poi toccandosi lo stomaco brontolante.
    -Mah, io non avrei molto appetito, non sono abituato a mangiare tanto. Però prima dovrei comunque vestirmi, mica posso girare così- gli rispose accennando un sorriso ed oltrepassandolo per prendere la maglia ed indossarla, ma non l’aveva ancora messa che si sentì sfiorare il fianco destro.
    -Gohan, cosa fai?-
    -Nulla, è che questa cicatrice deve essere vecchia…chi te l’ha fatta?-
    -Non importa, tanto oramai questi che ha osato fare ciò si trova mescolato alla terra-
    -Ah, un destino simpatico! Adesso su, rivestiti che si scende!- e chiudendo gli occhi pregustando l’imminente cena avanzò non accorgendosi che il tappeto sotto di lui aveva delle pieghe sulle quali inciampò rovinando proprio addosso ad Heizel che stava poco innanzi. Subito il moro riaprì le palpebre notando che il suo viso si trovava a brevissima distanza da quello dell’altro giovane che con le braccia ancora alzate per infilare la maglia lo fissava stupito, le punte dei loro nasi si sfioravano e i loro respiri si confondevano diventando un tutt’uno riscaldando le labbra socchiuse di entrambi. Nessuno dei due osò favellare sentendosi bloccati in una strana morsa che sembrava non permettere loro di rialzarsi ed allontanarsi, il corpo di uno era a stretto contatto con quello dell’altro, e le mani di Gohan erano appoggiate sul petto nudo del goldwariano e potevano sentire i battiti lievemente accelerati di quest’ultimo che immobile non distoglieva il suo sguardo dai profondi e penetranti occhi del saiyan.

    Scusate il doppio post, ma era necessario ! Spero che il capitolo vi sia piaciuto!!
    Ultima modifica di Lynd; 02-05-2008 alle 23:20
    "L'uomo non vivrà in questo modo in quanto uomo, ma in quanto in lui c'è qualcosa di divino" Aristotele Mia FF: "Al di là delle apparenze". 59° Cap!

  6. #836
    Senior Member L'avatar di AlphaOmega
    Data Registrazione
    Tue Feb 2008
    Messaggi
    6,604

    Predefinito

    Lynd! Hai fatto 1 capolavoro! (soprattutto il finale!!!)
    Quei 2 teppisti di Goten e Trunks! Heizel doveva eliminarli sul serio!
    Oh-ho! Hai descritto bene le emozioni di Gohan x Videl! Ma ciò che conta (come sai) è quel finale!!!

  7. #837
    Libertà viva nel cuore... L'avatar di Lynd
    Data Registrazione
    Mon Sep 2007
    Località
    Libera di andare dove lo spirito mi trasporta...
    Messaggi
    1,525

    Predefinito

    Grazie mille A_O!! Sono contentissima che il finale ti sia piaciuto!! (Eh, ti avevo avvertito di una scena...particolare !)
    Già, e forse non hanno ancora finito con i guai... Appena apparirà il cattivo vedrai...
    Sìsì, Gohan è sempre per Videl...! Il finale devo dire che è piaciuto anche a me...pensavo non sarebbe venuto bene...
    Grazie 100000!!!
    "L'uomo non vivrà in questo modo in quanto uomo, ma in quanto in lui c'è qualcosa di divino" Aristotele Mia FF: "Al di là delle apparenze". 59° Cap!

  8. #838
    Senior Member L'avatar di AlphaOmega
    Data Registrazione
    Tue Feb 2008
    Messaggi
    6,604

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lynd Visualizza Messaggio
    Grazie mille A_O!! Sono contentissima che il finale ti sia piaciuto!! (Eh, ti avevo avvertito di una scena...particolare !)
    Già, e forse non hanno ancora finito con i guai... Appena apparirà il cattivo vedrai...
    Sìsì, Gohan è sempre per Videl...! Il finale devo dire che è piaciuto anche a me...pensavo non sarebbe venuto bene...
    Grazie 100000!!!
    Prego! Quel finale sembrerebbe 1 scena della mia FFG (e tu sai tra quali 2 pg., vero!?)
    Oh cielo! Adesso mi spaventi! Già han distrutto la CC, rovinato la casa dei Son, danneggiato il giardino della villa, mò ci mancan solo che facciano apparire i 7 draghi malvagi e siamo apposto...
    No, no! Gohan dovrebbe stare con qualcuno + adatto a lui! Tipo Heizel, o nel caso la mia donna rossa...(be lei starebbe con chiunque...)! Sei stata molto brava complimenti!

  9. #839
    Libertà viva nel cuore... L'avatar di Lynd
    Data Registrazione
    Mon Sep 2007
    Località
    Libera di andare dove lo spirito mi trasporta...
    Messaggi
    1,525

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da AlphaOmega Visualizza Messaggio
    Prego! Quel finale sembrerebbe 1 scena della mia FFG (e tu sai tra quali 2 pg., vero!?)
    Oh cielo! Adesso mi spaventi! Già han distrutto la CC, rovinato la casa dei Son, danneggiato il giardino della villa, mò ci mancan solo che facciano apparire i 7 draghi malvagi e siamo apposto...
    No, no! Gohan dovrebbe stare con qualcuno + adatto a lui! Tipo Heizel, o nel caso la mia donna rossa...(be lei starebbe con chiunque...)! Sei stata molto brava complimenti!
    Sìsì, è vero! (Già, non posso non ricordarlo ! Anche loro stanno bene insieme...)
    Eh, ancora devo pensarci...in effetti ora che me le elenchi hanno combinato già tante cose... I draghi malvagi...sarebbe un'idea ! No, penserò a qualcosa di più "normale"...
    Uhm, forse hai ragione...ma lui e Videl sono così teneri insieme! Però pure con Heizel non starebbe male...ma per lui ho in serbo un altro destino...non compatibile con quello di Gohan ... Oppure con la tua donna rossa, è abbastanza carina direi, perfetta anzi! (Infatti !)
    Grazie davvero !
    "L'uomo non vivrà in questo modo in quanto uomo, ma in quanto in lui c'è qualcosa di divino" Aristotele Mia FF: "Al di là delle apparenze". 59° Cap!

  10. #840
    Senior Member L'avatar di AlphaOmega
    Data Registrazione
    Tue Feb 2008
    Messaggi
    6,604

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lynd Visualizza Messaggio
    Sìsì, è vero! (Già, non posso non ricordarlo ! Anche loro stanno bene insieme...)
    Eh, ancora devo pensarci...in effetti ora che me le elenchi hanno combinato già tante cose... I draghi malvagi...sarebbe un'idea ! No, penserò a qualcosa di più "normale"...
    Uhm, forse hai ragione...ma lui e Videl sono così teneri insieme! Però pure con Heizel non starebbe male...ma per lui ho in serbo un altro destino...non compatibile con quello di Gohan ... Oppure con la tua donna rossa, è abbastanza carina direi, perfetta anzi! (Infatti !)
    Grazie davvero !
    Assolutamente! Guarda se facevi che Heizel usciva dalla doccia e Gohan entrava in bagno e si beccavan cosi...era proprio come quella scena che sai...
    Poveri piccoli 7 draghi...aspetteranno il GT!Vediamo comunque che combinano di "normale" quelle 2 pesti!
    Si! Teneri! E sai quanto io odii la smielatezza ()! Ecco che torni a farmi preoccupare: mo' che succederà al caro Heizel (spero che tu non gli faccia fare la fine di Lui...)! Non sai quanto la donna rossa sia perfetta ()!

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •