Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: A. Baricco

Visualizzazione Ibrida

Messaggio precedente Messaggio precedente   Nuovo messaggio Nuovo messaggio
  1. #1
    *spallucce* L'avatar di Naked
    Data Registrazione
    Tue Mar 2005
    Località
    Milano | Caltanissetta
    Messaggi
    4,227

    Predefinito A. Baricco

    Siccome ormai sono un "bariccomane" (come mi dice mio padre) (preciso: non lo amo alla follia, ma in questo periodo sto leggendo i suoi romanzi), apro questo topic (causa anche le mie solite notti insonni).
    Ok, ecco la solita domanda di rito: che ne pensate di Baricco? Vi piacciono i suoi libri?
    A me personalmente piacciono, e parecchio anche. Ma prima di dilungarmi:
    Più che altro apro questo topic perchè ho trovato in rete opinioni molto contrastanti su questo autore. C'è chi lo mette su un piedistallo, irrimovibile, ormai forte di una fama e di una bravura consolidata, e c'è chi lo critica fortemente, per il suo stile, ritenendolo un pure esercizio di virtuosismo letterario, semplice gioco di retorica che porta ad una mancanza di contenuti e profondità.
    Certo è che i suoi romanzi hanno uno stile particolare che non passa inosservato, e anche le storie sono piuttosto surreali.

    Sarebbe interessante leggere anche i saggi, per farsi un'idea più chiara e completa dell'autore (ha scritto saggi che trattano di tematiche non accessibili a tutti, io ad esempio potrei leggere Next, sulla globalizzazione) e sarei curioso di sapere se adatta lo stesso stile (o qualcosa di simile) dei romanzi.

    Ha anche aperto una scuola di scrittura creativa (scuola Holden) e ha anche vinto alcuni premi (mi sono fatto una ricerchina per curiosità). Insomma, un pò di cultura ce l'ha, quindi qualche merito lo avrà pure. Come è anche vero che le critiche non sorgono dal nulla, si fonderanno pure su qualcosa.


    Una mia breve opinione cmq la metto: Baricco va letto. Per il semplice fatto che ha uno stile originale e surreale a volte che va scoperto. Se poi la scoperta è piacevole tanto meglio, altrimenti uno può pure lasciarlo stare. Ma è sbagliato, come fanno molti da quanto ho letto, rifiutarsi di leggerlo appena aperta la prima pagina (e in generale vale per tutti i libri).

    Non mi dilungo troppo, prima vorrei sentire qualcuno, e se nessuno ha letto niente di Baricco, beh, fatelo e poi postate. Tanto io sto qua .





    P.S.
    Ah, se magari qualcuno ha seguito I Barbari o se li prende da http://www.repubblica.it/rubriche/i-barbari/index.html possiamo discuterne, in un topic a parte magari. Io reputo questo saggio degno di nota (brevemente: soprattutto perchè riesce a trattare di tematiche non semplici in maniere informale, diretta, con esempi, rendendo il testo accessibile a tutti (certo, un minimo di conoscenza ci vuole, e magari anche più, infatti non tralascia citazioni e sfumature che necessitano una conoscenza più approfondita).

    Se proprio non ve ne fraga niente di 'sto saggio (babbi) leggetevi almeno la parte di Google (mi pare la seconda) dove racconta di come è nato Google (per chi non lo sapesse). Mi ha colpito la storia del sito, l'ho trovata curiosa ed interessante.
    Ultima modifica di Naked; 01-09-2006 alle 02:05
    ~Pray, saviour\Dream, Child of Prayer\Forever and ever\Bring us peace~



  2. #2
    Hoka Hey! L'avatar di c1cc10
    Data Registrazione
    Mon Apr 2006
    Località
    Napoliferita
    Messaggi
    11,511

    Predefinito

    Sicuramente non posso dare un giudizio globale sull'autore perchè la mia conoscenza si fonda su sole 60 pagine di quel libricino che è "Novecento".....eppure.....nella mia mente quelle misere 60 paginette si sono dilatate e moltiplicate a dismisura, forti di uno stile conciso, diretto, amante del paradosso (memorabile il siparietto dei quadri appesi al muro che cadono....fran!), di una storia surreale ma piena di significato, con una esemplare caratterizzazione dei personaggi fatta in due righe.....che dire.....non ho ancora approfondito Baricco a causa di altre priorità di lettura, ma non tarderò a farlo senza dubbio.....
    [SIGPIC][/SIGPIC]
    Citazione Originariamente Scritto da ezio.auditore Visualizza Messaggio
    le proteine animali fanno male al corpo umano, inacidisce il sangue
    last.fm

  3. #3
    We love Chuck Norris L'avatar di Maya
    Data Registrazione
    Sat Jun 2006
    Messaggi
    369

    Predefinito

    Io l'ho scoperto ultimamente e devo dire che è stata una sorpresa enorme.
    Mi ero fatta in testa un'idea della sua scrittura che era completamente sbagliata.
    Ho letto per ora solo City e Castelli di Rabbia ma devo dire che la sua scrittura è eccezionele.

    All'inizio mi sembrava troppo prolisso e i suoi personaggi sembravano molto fuori di testa, poi quando entri nella storia e capisci il tipo di scrittura ti fa entrare in un mondo a se stante,un mondo che crea Barricco con il suo stile di scrittura.
    Non riuscivo a smettere di leggere, il libro mi divertiva, mi commuoveva e allo stesso tempo mi faceva riflettere.
    Non c'è un altro scrittore come lui,il suo stile è unico e meraviglioso.
    Nobody is perfect. I'm nobody.

  4. #4
    Stella Danzante
    Data Registrazione
    Thu Nov 2002
    Località
    Paname
    Messaggi
    2,173

    Predefinito

    Ho letto gli splendidi "Novecento" ed "Oceano mare" che mi hanno convinto senza molti sforzi ad acquistare anche "Castelli di rabbia" e "City". Baricco è una persona colta, e ciò traspare da praticamente ogni pagina che scrive, poiché usa una varietà di stili e una quantità di cambiamenti di registro quasi schizofrenica. Non è spesso facilissimo accederci perché è piuttosto eccentrico, a volte ai limiti del paradossale, ma le sue bizzarre trovate stilistiche alla fine si adattano perfettamente al suo stile molto immaginativo e movimentato. I suoi libri sembrano attraversati correntemente da un tema musicale post-moderno reso con la potenza di un quadro romantico, un connubio musica-immagine reso vivo tramite la narrazione.
    Per quanto mi riguarda è probabilmente uno dei migliori e più originali scrittori italiani degli ultimi 20 anni, uno dei pochi che meriterebbero di stare sulle antologie italiane per il suo notevole senso estetico.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •