Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1

    Predefinito Recensione di The Irishman

    La grande esperienza cinematografica firmata da Scorsese

    Leggi l'articolo completo

  2. #2
    Spartan Member L'avatar di Pjpixer
    Data Registrazione
    Fri Sep 2009
    Località
    Da qualche parte
    Messaggi
    8,072

    Predefinito

    Solo Scorsese poteva prendere 5 su 5. E io potrei davvero decidere di farmi Netlfix solo per questo film, per poi disattivarlo. Film che guarderei anche solo per il ritorno (stavo per scrivere sul grande schermo) di Joe Pesci. Attore che nonostante la sua piccola statura è immenso nel talento recitativo (l'ho adorato in "Mio cugino Vincenzo"). Citare l'accoppiata De Niro + Al Pacino è banale. Per me hanno fatto troppi pochi film insieme (e "Sfida senza regole" neanche lo considero). Finalmente anche loro tornano a recitare in un film degno del loro nome. Soprattutto il secondo, che negli ultimi anni ha fatto a gara con Nicolas Cage a chi faceva film più brutti. E comunque fa un po' impressione pensare che Al Pacino e Scorsese, prima di questo film, non si siano mai incontrati sul set.

    P.S. avete citato così tanto Casinò che che mi avete messo voglia di riguardarlo per l'ennesima volta.
    In tempi come questi la fuga è l'unico mezzo per mantenersi vivi e continuare a sognare

  3. #3
    Senior Member
    Data Registrazione
    Wed Sep 2015
    Messaggi
    1,298

    Predefinito

    Per me una delusione , in primis le movenze di De Niro da giovane che rendono ridicolo e anche un po' patetico delle scene che dovrebbero sembrare fighe , poi la sensazione di già visto , molte scene sono dei rimandi ai suoi vecchi film , magari sorprendono lo spettatore novizio ma per chi si è sparato più e più volte la sua cinematografia questo non è altro che un immagine sbiadita delle vecchie glorie , infine la storia , non per la storia in se ma per come è raccontata , il film è quasi un docufilm , dove vengono raccontate per filo e per segno le mosse strategiche della Golden Age della mafia italo-americana. buon film (è pur sempre Scorsese) ma non aspettatevi il film del secolo perché di scelte stilistiche dubbie ce ne sono tante

  4. #4
    Who dares wins L'avatar di Shooter
    Data Registrazione
    Thu Jan 2010
    Località
    Shadow Moses, (mare di Bering)
    Messaggi
    3,071

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da supertossico Visualizza Messaggio
    Per me una delusione , in primis le movenze di De Niro da giovane che rendono ridicolo e anche un po' patetico delle scene che dovrebbero sembrare fighe , poi la sensazione di già visto , molte scene sono dei rimandi ai suoi vecchi film , magari sorprendono lo spettatore novizio ma per chi si è sparato più e più volte la sua cinematografia questo non è altro che un immagine sbiadita delle vecchie glorie , infine la storia , non per la storia in se ma per come è raccontata , il film è quasi un docufilm , dove vengono raccontate per filo e per segno le mosse strategiche della Golden Age della mafia italo-americana. buon film (è pur sempre Scorsese) ma non aspettatevi il film del secolo perché di scelte stilistiche dubbie ce ne sono tante
    Quoto in toto! Ho cominciato a guardarlo ieri sera (due ore circa)...la tua analisi è perfetta! Il ringiovanimento artificiale non rende giustizia alle capacità recitative degli attori e rende le scene surreali ed a tratti ridicole (basta vedere che sembrano degli arzilli vecchietti sulla trentina? Quarantina? Cinquantina? Boh; non si capisce). E poi parliamoci chiaro; questo film prova a tirare per la giacchetta Quei bravi ragazzi, ma come ben si poteva immaginare, i capolavori non si possono replicare!
    Ultima modifica di Shooter; 02-12-2019 alle 10:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •