Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1

    Predefinito Recensione di Sekiro: Shadows Die Twice (PS4)

    Morire per capire, ecco la filosofia di Sekiro

    Leggi l'articolo completo

  2. #2
    Senior Member L'avatar di doncosciadipollo
    Data Registrazione
    Thu Dec 2011
    Messaggi
    899

    Predefinito

    Ci sto giocando da un paio di giorni che dire...mi sta piacendo tantissimo e mi sta facendo smadonnnare tantissimo. Quando muori è perchè sbagli qualcosa o non hai la pazienza di aspettare la giusta finestra di attacco/difesa, in pratica ti punisce pesantemente per ogni tuo errore (eccezione per qualche mini-boss che aveva un tracking esagertato che sfidava qualche legge fisica).
    Piccolo appunto su una critica che ho letto in giro: nel gioco i nemici eseguono attacchi normali-affondi-spazzate e prese, i primi vanno parati, gli altri schivati con la giusta mossa dopo essere stati avvertiti dal "segno rosso" di pericolo. Bene, leggevo cirtiche riguardo la difficoltà nel capire quale attacco stesse per arrivare e la necessità di avere segni di colore diverso per ogni tipo di attacco; praticamente in questo modo si ammazzerebbe completamente il combat-system eliminando lo studio dell'avversario e trasformando il gioco in un rhythm game; cavolo mi domando come vengano certe idee in mente alle persone.

  3. #3
    videogamer L'avatar di ceco82
    Data Registrazione
    Tue Jan 2009
    Località
    italy
    Messaggi
    2,408

    Predefinito

    bene speravo di trovare il votone ma il fatto di dover smadonnare e ammettere che molto probabilmente non riuscirò, una volta acquistato, a portarlo a termine mi da da pensare... sono molto indeciso se prenderlo o meno proprio per questo motivo. Il titolo va da sé che è fenomenale. Applausi comunque a from software che di fatto si sega gran parte del pubblico per mantenere invariata la sua filosofia di gioco.

  4. #4
    Member
    Data Registrazione
    Tue May 2013
    Messaggi
    681

    Predefinito

    Bene, leggevo cirtiche riguardo la difficoltà nel capire quale attacco stesse per arrivare e la necessità di avere segni di colore diverso per ogni tipo di attacco; praticamente in questo modo si ammazzerebbe completamente il combat-system eliminando lo studio dell'avversario e trasformando il gioco in un rhythm game; cavolo mi domando come vengano certe idee in mente alle persone.
    Infatti letto la stessa cosa.. Però dicono che sono talmente veloci che non riesci a capire che tipo di attacco sia.. Ti risulta oppure è solo questione di occhio

  5. #5
    Who dares wins L'avatar di Shooter
    Data Registrazione
    Thu Jan 2010
    Località
    Shadow Moses, (mare di Bering)
    Messaggi
    3,054

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da gatzu73 Visualizza Messaggio
    Bene, leggevo cirtiche riguardo la difficoltà nel capire quale attacco stesse per arrivare e la necessità di avere segni di colore diverso per ogni tipo di attacco; praticamente in questo modo si ammazzerebbe completamente il combat-system eliminando lo studio dell'avversario e trasformando il gioco in un rhythm game; cavolo mi domando come vengano certe idee in mente alle persone.
    Infatti letto la stessa cosa.. Però dicono che sono talmente veloci che non riesci a capire che tipo di attacco sia.. Ti risulta oppure è solo questione di occhio
    Sono a qualche ora di gioco e confermo; non si capisce quale mossa vogliano fare. A differenza di DS3, per il momento Sekiro mi sta dando l'idea che i combattimenti coi boss, siano più votati alla fortuna nell'usare la mossa giusta nel momento giusto, piuttosto che essere difficili ma "capibili" da pattern più o meno ostici.


  6. #6
    Member
    Data Registrazione
    Tue May 2013
    Messaggi
    681

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Shooter Visualizza Messaggio
    Sono a qualche ora di gioco e confermo; non si capisce quale mossa vogliano fare. A differenza di DS3, per il momento Sekiro mi sta dando l'idea che i combattimenti coi boss, siano più votati alla fortuna nell'usare la mossa giusta nel momento giusto, piuttosto che essere difficili ma "capibili" da pattern più o meno ostici.
    Alla fine ti ritrovi a fare toccata e fuga ogni volta ancora non ho inquadrato il gioco per adesso passo

  7. #7
    Who dares wins L'avatar di Shooter
    Data Registrazione
    Thu Jan 2010
    Località
    Shadow Moses, (mare di Bering)
    Messaggi
    3,054

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da gatzu73 Visualizza Messaggio
    Alla fine ti ritrovi a fare toccata e fuga ogni volta ancora non ho inquadrato il gioco per adesso passo
    Per ora colpisco e salto indietro o schivo di lato (pericoloso se ruotano le spade/martelli), la parata l'avrò usata 3 volte forse...magari più avanti diventa obbligatoria anche perchè danno molto peso nel tutorial del tempio a parare per sbilanciare l'avversario ma, ripeto, per ora non l'ho quasi mai usata.


  8. #8
    Member
    Data Registrazione
    Tue May 2013
    Messaggi
    681

    Predefinito

    Ma se pari ti stordiscono perdi energia oppure la stabilità

  9. #9
    Who dares wins L'avatar di Shooter
    Data Registrazione
    Thu Jan 2010
    Località
    Shadow Moses, (mare di Bering)
    Messaggi
    3,054

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da gatzu73 Visualizza Messaggio
    Ma se pari ti stordiscono perdi energia oppure la stabilità
    Dipende dal tipo di attacco...i più deboli li pari senza conseguenze, quelli più grossi ti sbilanciano o ti feriscono.


  10. #10
    Spartan Member L'avatar di Pjpixer
    Data Registrazione
    Fri Sep 2009
    Località
    Da qualche parte
    Messaggi
    8,029

    Predefinito

    Partiamo dal presupposto che il gioco mi affascina, mi affascina l'ambientazione e soprattutto mi affascina quanto letto qui. Però, e c'è un però, non so davvero quanto potrei stare dietro a un titolo del genere. Passo da giornate in cui riesco a videogiocare per un'oretta e anche due, a giorni in cui neanche sfioro il pad. E non so fino a che punto con un titolo del genere io mi possa permettere di fare partire da toccata e fuga. Altra cosa che pesa molto è l'osticità del titolo. È inutile che io stia qui a fare il figo o il videogiocatore navigato (effettivamente navigato lo sono) ma certi giochi mi rendo conto che forse non sono propriamente adatti a me. È uno dei motivi per cui non mi sono mai avvicinato ai Souls. Cosa di cui mi pento, e a cui spero vivamente di rimediare. Però come già detto gioco molto poco (per i miei standard) e onestamente non mi va di stare incollato giorni e giorni in un unico punto per tentare di superarlo smadonnando versi gli sviluppatori. Nonostante tutto ciò però continua ad affascinarmi. E non so realmente perché. So solo che se dovessi trovarmelo davanti a un prezzo vantaggioso per le mie tasche non ci penserei due volte a portarlo a casa con me.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •