Cuc¨, cuc¨ non c'Ŕ pi¨, chi dalla pupu del canguro cadde gi¨.