Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 24
  1. #1
    Senior Member L'avatar di Voradhor
    Data Registrazione
    Fri Sep 2010
    Messaggi
    2,729

    Predefinito I virus ed altre amenità biologiche.

    Citazione Originariamente Scritto da Blackhole87 Visualizza Messaggio
    Povero Andrew
    Una delle cose che più mi fa pensare è proprio questo, se non sono vivi perché esistono e perché fanno ciò che fanno? Riprendendo il tuo paragone, i virus (nella mia ignoranza, ne so molto poco) agiscono come vere e proprie macchine, fanno ciò che "devono" e spesso col risultato che la loro struttura precedente ne risulta distrutta, creandone però di nuove. Ma qual'è il loro scopo, se ne hanno uno? E se non ce l'hanno, perché esistono?
    Però è anche vero che spesso l'uomo si domanda il suo stesso scopo...
    Due ottime domande che hanno una risposta precisa.
    Per dare una risposta è pero necessario spiegare il minimo indispensabile della teoria dell'evoluzione.
    Vi ricordate le famose giraffe? La domanda è perchè nell'evoluzione delle giraffe il collo si è allungato?
    La risposta ovvia è che in questo modo le giraffe possono raggiungere le foglie dei rami più alti e quindi avere maggiori chance di sopravvivenza rispetto a chi non ci arriva. Ma quindi la domanda seguente è a cosa serve alla giraffa sopravvivere di più? o in altre parole, è vero l'enunciato che nell'evoluzione sopravvive il più forte? In realtà il significato dell'evoluzione non è chi sopravvive di più o chi è più forte, ma gli individui ad essere favoriti dall'evoluzione sono quelli che trombano di più ovvero che fanno più figli. Quindi alla giraffa poter mangiare con più facilità grazie al collo lungo non ha avuto il fine utimo di sopravvivere ma quello di potersi riprodurre con maggiore successo e garantire ai figli maggiori probabilita di riprodursi al loro volta.

    QUindi la regola generale dell'evoluzione e della vita è che chi si riproduce di più (con successo) è l'individuo favorito dalla natura, quello dominante.
    Alla base di ciò il vero scopo di ogni meccanismo cellulare o essere vivente è quello di riprodursi. Ma cosa vuol dire riprodursi? Vuol dire in parole povere creare un duplicato di se stessi che tradotto vuol dire replicare l'unità vitale di tutto ciò che esiste: il DNA. Quindi di base la forza che spinge il mondo e verso cui si muove ogni cosa è il tramandare il nostro DNA in nuovi individui in modo che alla nostra morte ci sia qualcuno (i figli) che possono portare avanti la nostra informazione genetica.
    Il Virus è il meccanismo base ed essenziale di questo processo.
    QUindi perchè esiste?
    Perchè in origine casualmente si sono generate questi agglomerati di proteine e DNA che hanno adottato un meccanismo di riproduzione e diffusione dello stesso talmente efficiente che sono di fatto stati favoriti dal sistema natura.
    Perchè lo fanno?
    Beh perchè come detto prima ogni cosa che possiede acidi nucleici (DNA) tende a fare quello proprio perchè il tramandare il DNA alla progenie è la base della spravvivenza di ogni essere vivente.

  2. #2
    Signor Dottor Professor L'avatar di AtlasZX
    Data Registrazione
    Sat Nov 2014
    Messaggi
    2,119

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Voradhor Visualizza Messaggio
    Due ottime domande che hanno una risposta precisa.
    Per dare una risposta è pero necessario spiegare il minimo indispensabile della teoria dell'evoluzione.
    Vi ricordate le famose giraffe? La domanda è perchè nell'evoluzione delle giraffe il collo si è allungato?
    La risposta ovvia è che in questo modo le giraffe possono raggiungere le foglie dei rami più alti e quindi avere maggiori chance di sopravvivenza rispetto a chi non ci arriva. Ma quindi la domanda seguente è a cosa serve alla giraffa sopravvivere di più? o in altre parole, è vero l'enunciato che nell'evoluzione sopravvive il più forte? In realtà il significato dell'evoluzione non è chi sopravvive di più o chi è più forte, ma gli individui ad essere favoriti dall'evoluzione sono quelli che trombano di più ovvero che fanno più figli. Quindi alla giraffa poter mangiare con più facilità grazie al collo lungo non ha avuto il fine utimo di sopravvivere ma quello di potersi riprodurre con maggiore successo e garantire ai figli maggiori probabilita di riprodursi al loro volta.

    QUindi la regola generale dell'evoluzione e della vita è che chi si riproduce di più (con successo) è l'individuo favorito dalla natura, quello dominante.
    Alla base di ciò il vero scopo di ogni meccanismo cellulare o essere vivente è quello di riprodursi. Ma cosa vuol dire riprodursi? Vuol dire in parole povere creare un duplicato di se stessi che tradotto vuol dire replicare l'unità vitale di tutto ciò che esiste: il DNA. Quindi di base la forza che spinge il mondo e verso cui si muove ogni cosa è il tramandare il nostro DNA in nuovi individui in modo che alla nostra morte ci sia qualcuno (i figli) che possono portare avanti la nostra informazione genetica.
    Il Virus è il meccanismo base ed essenziale di questo processo.
    QUindi perchè esiste?
    Perchè in origine casualmente si sono generate questi agglomerati di proteine e DNA che hanno adottato un meccanismo di riproduzione e diffusione dello stesso talmente efficiente che sono di fatto stati favoriti dal sistema natura.
    Perchè lo fanno?
    Beh perchè come detto prima ogni cosa che possiede acidi nucleici (DNA) tende a fare quello proprio perchè il tramandare il DNA alla progenie è la base della spravvivenza di ogni essere vivente.
    Giusto, ottimo topic...veloce appunto sul fatto che a quanto pare all'origine delle giraffe ci fossero due specie...quella a collo lungo e quelle a collo corto, e che per qualche catastrofico motivo quelle a collo corto si siano estinte
    Fonte: la mia prof di biologia

  3. #3
    Senior Member L'avatar di Voradhor
    Data Registrazione
    Fri Sep 2010
    Messaggi
    2,729

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da AtlasZX Visualizza Messaggio
    Giusto, ottimo topic...veloce appunto sul fatto che a quanto pare all'origine delle giraffe ci fossero due specie...quella a collo lungo e quelle a collo corto, e che per qualche catastrofico motivo quelle a collo corto si siano estinte
    Fonte: la mia prof di biologia
    In realtà non è andata così.
    L'evoluzione procede, si sembra strano, alla cazzo di cane , ovvero in modo completamente randomico.
    Quello che è successo (e che succede ogni giorno) è che ad un certo momento una giraffa dal collo corto ha partorito casualmente un figlio mutato geneticamente con il collo un po' più lungo. Poichè questo individuo riusciva a mangiare più facilmente e a superare meglio le difficolta ha avuto modo di accopiarsi con più frequenza e facilità degli altri. In questo modo una certa percentuale dei figli suoi avranno ereditato la caratteristica collo un po' più lungo, ed al pari del genitori avranno avuto meno difficoltà nel trovare cibo e si saranno accopiati di più facendo quindi pian piano diffondere la caratteristica collo un po' più lungo.
    Ad un certo punto una bella coppia di giraffe dal collo un po' più lungo ha casualmente avuto un figlio co un collo ancora più lungo, che potendo raggiugnere foglie ancora più alte era ancora più avvantaggiato delle giraffe col collo meno lungo del suo.
    Per lo stesso procedimento visto poco sopra la caratteristica collo ancora più lungo si inizia a diffondere e così via fino al risultato di oggi cdv le giraffe hanno un collo lunghissimo.

  4. #4
    Senior Member L'avatar di Andrew Clemence
    Data Registrazione
    Wed Mar 2009
    Messaggi
    20,834

    Predefinito

    Si esatto. L'evoluzione è random. Semplicemente alcuni errori ereditari hanno poi successo nel mondo e si diffondono. É per questo che risulta quasi impossibile tracciarne un grafico. Ogni tanto procede velocissima poi nulla poi accelera, anche influenzata da quanto proibitive\ottimali siano le condizioni esterne. O almeno così. Ho sempre letto...

  5. #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Voradhor Visualizza Messaggio
    Quindi di base la forza che spinge il mondo e verso cui si muove ogni cosa è il tramandare il nostro DNA in nuovi individui in modo che alla nostra morte ci sia qualcuno (i figli) che possono portare avanti la nostra informazione genetica.
    Discussione interessante. Mi inserisco notando che forse le azioni di un uomo non possono essere spiegate in modo così semplice da questa sola "forza a riprodursi". C'è altro che muove le nostre azioni. E' anche questo che ci distingue da ogni altro essere vivente. I virus, per quanto efficienti nel loro tentativo di sopravvivere, non hanno mostrato nessun comportamento "anomalo rispetto alla loro natura". Il suicidio ad esempio, è una caratteristica prettamente umana. I virus non si suicidano, si sacrificano per la riproduzione della loro specie. E' ben diverso.

  6. #6
    Senior Member L'avatar di Andrew Clemence
    Data Registrazione
    Wed Mar 2009
    Messaggi
    20,834

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Archie Hicox Visualizza Messaggio
    Discussione interessante. Mi inserisco notando che forse le azioni di un uomo non possono essere spiegate in modo così semplice da questa sola "forza a riprodursi". C'è altro che muove le nostre azioni. E' anche questo che ci distingue da ogni altro essere vivente. I virus, per quanto efficienti nel loro tentativo di sopravvivere, non hanno mostrato nessun comportamento "anomalo rispetto alla loro natura". Il suicidio ad esempio, è una caratteristica prettamente umana. I virus non si suicidano, si sacrificano per la riproduzione della loro specie. E' ben diverso.
    Beh l'uomo è una creatura che assolutamente cerca di recidere i propri legami con l'istinto, e voglio sperare che via via grazie alla scienza e a evoluzioni sociali, si arrivi ad un punto in cui gli istinti primordiali siano completamente soddisfatti e ci si possa dedicare a più alte aspirazioni. Alte aspirazioni che ogni tanto però nell'uomo, vengono fuori anche in situazioni di necessità.

  7. #7
    Milf Hunter L'avatar di Phantasmagoria
    Data Registrazione
    Fri Jun 2012
    Messaggi
    1,222

    Predefinito

    Cazzo me l'ero persa questa discussione, leggerò tutto con estremo interesse
    ""Deep into that darkness peering, long I stood there wondering, fearing,
    Doubting, dreaming dreams no mortal ever dared to dream before..."

  8. #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Andrew Clemence Visualizza Messaggio
    Beh l'uomo è una creatura che assolutamente cerca di recidere i propri legami con l'istinto, e voglio sperare che via via grazie alla scienza e a evoluzioni sociali, si arrivi ad un punto in cui gli istinti primordiali siano completamente soddisfatti e ci si possa dedicare a più alte aspirazioni. Alte aspirazioni che ogni tanto però nell'uomo, vengono fuori anche in situazioni di necessità.
    Beh tutto sommato a quel punto ci siamo già arrivati. Ricollegandosi ad un altro topic, i recenti tentativi di portare l'uomo nello spazio in modo più semplice ed economico cosa sono se non un'aspirazione? C'è poco di sopravvivenza in questo, a meno che non vogliamo parlare della ricerca di una nuova ''Terra'' ma saremmo più nella fantascienza.

  9. #9
    Senior Member L'avatar di Andrew Clemence
    Data Registrazione
    Wed Mar 2009
    Messaggi
    20,834

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Archie Hicox Visualizza Messaggio
    Beh tutto sommato a quel punto ci siamo già arrivati. Ricollegandosi ad un altro topic, i recenti tentativi di portare l'uomo nello spazio in modo più semplice ed economico cosa sono se non un'aspirazione? C'è poco di sopravvivenza in questo, a meno che non vogliamo parlare della ricerca di una nuova ''Terra'' ma saremmo più nella fantascienza.
    No beh piu che altro mi rifriferivo all umanità. Che mette da parte i propri istinti primitivi in toto. Che qualcuno ci sia già riuscito. Nessun dubbio. Ma anche nel mondo antico.

  10. #10
    Senior Member L'avatar di Voradhor
    Data Registrazione
    Fri Sep 2010
    Messaggi
    2,729

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Archie Hicox Visualizza Messaggio
    Discussione interessante. Mi inserisco notando che forse le azioni di un uomo non possono essere spiegate in modo così semplice da questa sola "forza a riprodursi". C'è altro che muove le nostre azioni. E' anche questo che ci distingue da ogni altro essere vivente. I virus, per quanto efficienti nel loro tentativo di sopravvivere, non hanno mostrato nessun comportamento "anomalo rispetto alla loro natura". Il suicidio ad esempio, è una caratteristica prettamente umana. I virus non si suicidano, si sacrificano per la riproduzione della loro specie. E' ben diverso.
    In realtà anche l'uomo segue sempre le stesse forze naturali che tutti gli esseri viventi seguono.
    La differenza è che allì'aumentare della compelssità di un essere vivente si complicano anche le meccaniche con cui lo stesso è soggetto all'evoluzione e alla natura.
    Una persona che si suicidia prima di riprodursi semplicemente per la natura è un individuo che non è sopravvissuto e che non è riuscito a tramandare i suoi geni e quindi la sua FITNESS (unità di misura della forza evolutiva degli individui) è zero. Tradotto un suicida senza prole è identitco ad un leone giovane che muore di fame prima di riprodursi. Ogni specie vivente ha le sue tipologie di difficoltà da superare e quando una specie raggiunge complessità elevate come intelligenze complesse le difficoltà non diventano solo fisiche/ambientali ma anche psicologiche.
    Sempre nei leoni i maschi alfa si ammazzano per avere il diritto di riprodursi. Tra gli uomini (DI SOLITO) non succede ma si aggiungono altre problematiche che il leone non ha, come la depressione o l'ansia.

    In sostanza ogni individuo di una specie cerca di elevare il proprio grado di fitness, e questo è insito nella natura vivente di tutti.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •