Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 35
  1. #11
    Senior Member L'avatar di Folken
    Data Registrazione
    Mon Jun 2013
    Messaggi
    2,129

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da jAcopochief Visualizza Messaggio
    DOMANDA:
    Io sono disposto a farmi 300 chilometri ed andare fino a Melzo per l'imax. Ne vale la pena? C'è una buona percentuale di scene con effetti speciali sbav?


    Perdonata la raffinata sintassi e il lessico specifico, mi sembrava il modo per spiegarsi al meglio:)
    guarda, io vado domani sera a vederlo a melzo. Lì non hanno l'IMAX ma il formato 70mm, che è il formato originale voluto da Nolan. Secondo me le scene sono talmente pazzesce che potrebbe anche valerne la pena, ma non mi assumo alcuna reponsabilità :D

    Per l'IMAX vero se ti interessa da queste parti (zona Milano) c'è sia a Pioltello che a Sesto San Giovanni. Però l'Arcadia è un cinema di altro livello, il sonoro è spaventoso.

  2. #12
    Senior Member L'avatar di doncosciadipollo
    Data Registrazione
    Thu Dec 2011
    Messaggi
    901

    Predefinito

    Visto giusto qualche ora fa, che dire a me è piaciuto davvero tanto e concordo con la recensione riguardo agli "spiegoni", alcune cose potevano esere lasciate allo spettatore ma va bene così.
    Immenso Matthew McConaughey, ancora una volta un'altra interpretazione fantastica, che attore (e dire che proprio ieri trasmettevano in tv una delle sue "commediole").

  3. #13
    Ludic Whore L'avatar di Lord Axl
    Data Registrazione
    Wed Nov 2002
    Località
    Morte Nera (ancora in costruzione)
    Messaggi
    10,585

    Predefinito

    Il quote definitivo del film è:

    "Interstellar conferma quanto già anticipato dalla bibbia: "Se c'è una sola possibilità che le cose possano andare di merda, arriverà una donna che saprà coglierla al volo""

    :D

  4. #14

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Folken Visualizza Messaggio
    guarda, io vado domani sera a vederlo a melzo. Lì non hanno l'IMAX ma il formato 70mm, che è il formato originale voluto da Nolan. Secondo me le scene sono talmente pazzesce che potrebbe anche valerne la pena, ma non mi assumo alcuna reponsabilità :D

    Per l'IMAX vero se ti interessa da queste parti (zona Milano) c'è sia a Pioltello che a Sesto San Giovanni. Però l'Arcadia è un cinema di altro livello, il sonoro è spaventoso.
    Sì, intendevo proprio il 70mm, non l'imax:) Fammi sapere com'è andata se ti va!:)

  5. #15
    Senior Member
    Data Registrazione
    Mon Feb 2013
    Messaggi
    327

    Predefinito

    Sono finalmente riuscito a vederlo.Beh,io non sono certo un grande intenditore,per cui non so fare recensioni da critico,o cose simili..però,ancora una volta(per quanto riguarda Nolan),posso dire di essere uscito dal cinema soddisfatto.Il film non è perfetto eh,è molto lungo,con delle parti troppo lente.In più trovo il finale decisamente meh..però...però devo dare ragione al recensore:buchi di trama,finale così così,forse anche eccessivo "buonismo",ma davanti a un opera del genere,capace di farmi divertire,emozionare, riflettere e sognare(e a un film io non chiedo altro),posso solo togliermi il cappello.Dubito farà cambiare idea ai suoi detrattori(ma probabilmente non lo avrebbero fatto manco se avesse fatto davvero un nuovo 2001 odissea nello spazio)ma,francamente,chi se ne frega?

  6. #16
    Senior Member L'avatar di Voradhor
    Data Registrazione
    Fri Sep 2010
    Messaggi
    2,729

    Predefinito

    Ok sono andato a vederlo anche io, e da grande fan di Nolan non ho apprezzato molto questo film.

    Spoiler:

    Il punto fondamentale del film è che anche in questo titolo Nolano vuole riproporre, anche se in chiave diversa, lo stesso gioco di matriosche di Inception. Il problema è che se nell'idea di Inception tutto è permesso perchè si parla di sogni, e quindi lo spettatore è portato a credere all'impossibile e a spiegazioni che fanno i salti mortali, in Interstellar si cerca una spiegazione scientifica non dico realistica ma quanto meno plausibile. Tutto ciò funziona alla grande fino alla parte finale dove Nolan si perde e abbandona il lato scientifico/plausibile per abbracciare deliri vari su cinque dimensioni il gioco della macchina del tempo. QUesto tipo di soluzione spiega il film in modo logico ma è assolutamente estranea al carattere dello stesso, che da viaggio introspettivo/fisico del protagonista diventa un accozzaglia di clichè già visti in altri film in cui si parla di viaggio nel tempo tra l'altro in modo migliore. Da cancellare è anche il finale buonista che proprio non calza con lo spirito della pellicola, con lui che si trova chissa come nel futuro proprio di fianco alla navetta che lo salva e riesci quindi a re-incontrare la figlia che nel frattempo ha capito, non si sa come, che era proprio lui il suo fantasma...
    E poi ciliegina sulla torta lui parte con il suo fido robot che ha condiviso con lui il nucleo del buco nero (insomma tipo C1P8) verso il pianeta dove lo aspetta speranzoso la sua bella abbandonata....

    Ecco come l'ultima mezzora di un film è in grado di rovinare una esperienza altrimenti molto attraente.
    Le basi ci sono tutte per ottenere un nuovo effetto odissea nello spazio, un viaggio per la salvezza del protagonista e dell'umanità, un viaggio introspettivo su sè stessi e su cosa è l'uomo e quale sia il suo destino. Tutto quadra e ben si amalgama con le spiegazioni relativistche fino al già spiegato e disastroso finale.
    Come detto prima Inception fà lo stesso giochetto ma non ha il finale buonista, lascia il dubbio nello spettatore e ci riesce costruendosi ad HOC una sua logica ed una sua scienza che in quanto completamente avulsa dalla realtà spinge lo spettatore a crederci. La stessa cosa non avviene nel finale di interstellar che risulta quindi pretenzioso e fin troppo happy ending.


    Boh questo è il mio parere voi che dite?

  7. #17
    Senior Member
    Data Registrazione
    Mon Feb 2013
    Messaggi
    327

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Voradhor Visualizza Messaggio
    Ok sono andato a vederlo anche io, e da grande fan di Nolan non ho apprezzato molto questo film.

    Spoiler:

    Il punto fondamentale del film è che anche in questo titolo Nolano vuole riproporre, anche se in chiave diversa, lo stesso gioco di matriosche di Inception. Il problema è che se nell'idea di Inception tutto è permesso perchè si parla di sogni, e quindi lo spettatore è portato a credere all'impossibile e a spiegazioni che fanno i salti mortali, in Interstellar si cerca una spiegazione scientifica non dico realistica ma quanto meno plausibile. Tutto ciò funziona alla grande fino alla parte finale dove Nolan si perde e abbandona il lato scientifico/plausibile per abbracciare deliri vari su cinque dimensioni il gioco della macchina del tempo. QUesto tipo di soluzione spiega il film in modo logico ma è assolutamente estranea al carattere dello stesso, che da viaggio introspettivo/fisico del protagonista diventa un accozzaglia di clichè già visti in altri film in cui si parla di viaggio nel tempo tra l'altro in modo migliore. Da cancellare è anche il finale buonista che proprio non calza con lo spirito della pellicola, con lui che si trova chissa come nel futuro proprio di fianco alla navetta che lo salva e riesci quindi a re-incontrare la figlia che nel frattempo ha capito, non si sa come, che era proprio lui il suo fantasma...
    E poi ciliegina sulla torta lui parte con il suo fido robot che ha condiviso con lui il nucleo del buco nero (insomma tipo C1P8) verso il pianeta dove lo aspetta speranzoso la sua bella abbandonata....

    Ecco come l'ultima mezzora di un film è in grado di rovinare una esperienza altrimenti molto attraente.
    Le basi ci sono tutte per ottenere un nuovo effetto odissea nello spazio, un viaggio per la salvezza del protagonista e dell'umanità, un viaggio introspettivo su sè stessi e su cosa è l'uomo e quale sia il suo destino. Tutto quadra e ben si amalgama con le spiegazioni relativistche fino al già spiegato e disastroso finale.
    Come detto prima Inception fà lo stesso giochetto ma non ha il finale buonista, lascia il dubbio nello spettatore e ci riesce costruendosi ad HOC una sua logica ed una sua scienza che in quanto completamente avulsa dalla realtà spinge lo spettatore a crederci. La stessa cosa non avviene nel finale di interstellar che risulta quindi pretenzioso e fin troppo happy ending.


    Boh questo è il mio parere voi che dite?
    Fondamentalmente,sul finale mi trovi d'accordo.Per me è stato l'unico punto dolente anche se,come avevo scritto,non sufficiente per farmi dimenticare le due ore e passa di prima :) Inoltre,l'eccessivo "buonismo"che pare non centrare molto con lo spirito del film,potrebbe dipendere dal fatto che,originariamente,la storia era stata scritta per un film che doveva girare Spielberg
    Ultima modifica di Trevor89; 11-11-2014 alle 15:36

  8. #18
    That's my spot L'avatar di alby619
    Data Registrazione
    Fri Jun 2006
    Messaggi
    3,576

    Predefinito

    Sinceramente non comprendo tutte queste critiche che leggo in giro sul fatto che il film non rispetti determinate regole scientifiche o teorie varie. Si parla di un film di fantascienza, penso sia implicito dover accettare imprecisioni o strafalcioni scientifici.
    Don't you think if I were wrong I'd know it?

  9. #19
    Senior Member L'avatar di Voradhor
    Data Registrazione
    Fri Sep 2010
    Messaggi
    2,729

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da alby619 Visualizza Messaggio
    Sinceramente non comprendo tutte queste critiche che leggo in giro sul fatto che il film non rispetti determinate regole scientifiche o teorie varie. Si parla di un film di fantascienza, penso sia implicito dover accettare imprecisioni o strafalcioni scientifici.
    Personalmente non critico gli strafalcioni, ma un conto è l'inesatezza o il creare alcuni passaggi inventati, un conto è sprofondare nel delirio puro sul finale. E' questa cosa che non riesco a farmi andare giù, non pretendo un trattato di fisica, ma visto che per tutto il film Nolan vuole far capire come lo trama segua regole e teoremi precisi anche se non sempre alla lettera, ed è questo quello che affascina in fondo, alla fine non si può andare a così oltre come ha fatto lui.
    Perchè in questo modo il film al posto che essere equilibrato risulta pretenzioso.

    E poi ribadisco come il buonismo finale sia davvero fuori luogo e assolutamente assurdo.

  10. #20
    Senior Member
    Data Registrazione
    Mon Feb 2013
    Messaggi
    327

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da alby619 Visualizza Messaggio
    Sinceramente non comprendo tutte queste critiche che leggo in giro sul fatto che il film non rispetti determinate regole scientifiche o teorie varie. Si parla di un film di fantascienza, penso sia implicito dover accettare imprecisioni o strafalcioni scientifici.
    In effetti,nemmeno io capisco queste critiche(le leggo ovunque)e,francamente,la cosa mi porta a pensare che è vero che a volte si esagera con le lodi,ma spesso lo si fa anche con le critiche a questo regista.Che io sappia,la parte scientifica è stata curata da Kip Thorne(non esattamente un pirla qualsiasi).Se poi,in alcune parti,la fantasia ha superato di gran lunga la scienza,non vedo dove sia il problema dal momento che non stiamo parlando di un documentario

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •