Pagina 5 di 7 PrimaPrima ... 34567 UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 62
  1. #41
    Hey Paul! L'avatar di The_Ophidian
    Data Registrazione
    Thu Sep 2007
    Messaggi
    4,913

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Booh Visualizza Messaggio
    The Witcher non l'ho giocato, quindi non ne dico nulla, tuttavia Bioshock l'ho giocato ed è un tale concentrato di cacate che faccio fatica a concepire come qualcuno possa tirar fuori Bioshock come esempio di buona narrativa o, pure, di buona trama. Certo Bioshock ha una patina di pretenziosità intellettualoide ed adultoide (ho coniato un neologismo ) che a molti FF manca, ma non è questo che fa una buona narrazione, né una buona trama: è un gioco che pretende di essere, ma non è ed è questa dicotomia che me lo rende insostenibile. Trovo molto più sostenibile ed interessante una trama di genere, senza particolari aspettative, che però esaudisce i propri obiettivi dignitosamente, piuttosto che un lavoro eccessivamente pretenzioso che fallisce miseramente le proprie mire.

    No, ma scusa, precipiti con l'aereo nel bel mezzo dell'Atlantico settentrionale e non muori nello schianto, poi raggiungi a nuoto il faro e non muori assiderato (è inverno, è notte, è l'Atlantico settentrionale), arrivi al faro ed invece di aspettare i soccorsi, c'entri dentro, poi trovi una batisfera, c'entri dentro n'altra volta (dev'essere una fissa) e l'attivi pure senza motivo apparente, "non ho avuto fortuna cogli aerei vediamo un po' se mi va meglio colle batisfere", nisba, faceva meglio a restare a casa, passati gli annunci pubblicitari, arrivi in un posto del menga, ti sbudellano un tizio davanti ed esci subito dalla batisfera e ti metti a girovagare, finché... trovi un distributore di siringhe (!!!) e ti fai in vena subito e poi dovrei pure considerarlo un esempio di narrativa? Mi dovrei immedesimare nel personaggio? Magari Jack è un idiota ed è questo il motivo per cui agisce in maniera tanto sconsiderata dopo essersi salvato tanto fortunatamente allo schianto del velivolo. Ma io non posso saperlo: Jack non è stato presentato in nessun modo, non sono in grado di giudicare le sue azioni in altra maniera se non pensando che sto giocando nei panni di un cretino. Poi tutte le menate Randiane possono essere interessanti per un americano, ché là qualcuno ci ha pure creduto, ma da un punto di vista culturale diverso, appaiono ridicole quanto la più ridicola situazione del peggior JRPG di stampo JPOP. Infine, basta leggersi la storia dello sviluppo di Bioshock per capire quanto posticcia sia tutta la trama e la narrativa: un lavoro di rammendo, fatto a posteriori, per ricucire addosso ad un gioco già completo un vestito narrativo qualunque.
    Se vogliamo parlare di narrativa e trame, va bene, ma non tiratemi fuori Bioshock perché mi viene l'orticaria subito.
    Sarà, ma per quel che mi riguarda le pretenziosità di Bioshock funzionano benissimo, così come l'intero sottotesto randiano (che poi... mica è un concetto così alieno l'utopia capitalista di Ryan, anche senza sapere sulla sua quasi anagrammata fonte d'ispirazione). Senza considerare quello che mi ha fatto letteralmente esplodere il cervello, ossia l'intero risvolto meta-ludico di fondo
    Spoiler:
    ("per cortesia, vuoi seguire alla lettera ogni mia istruzione senza farti troppe domande come faresti in qualunque altro gioco, prima di realizzare che ti sto comandando come un burattino; e questo vale pure per TE, giocatore?")
    che pure contribuisce a chiudere il cerchio e rendere perfettamente compiuto un finale che in qualunque altro caso sarebbe risultato banalotto. E che al contempo dà pieno senso di esistere a un (non/meta)personaggio come Jack


    Perché Moccia? Che è forse Moccia il creatore del romanzo di formazione od il suo più illustre esponente? Mi pare proprio di no. Se citavi Goethe o Dickens facevi più bella figura.
    Perché non mi va di scomodare Dickens, Goethe, Salinger o chi altri quando in FFVIII non ho fatto altro che assistere alla formazione di bimbiminchia...

    E poi ne sono sicuro voi che avete il pc non ne avete neanche uno di gioco originale.
    What can change the nature of a man?

  2. #42
    Hey Paul! L'avatar di The_Ophidian
    Data Registrazione
    Thu Sep 2007
    Messaggi
    4,913

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Kill Broccoli Visualizza Messaggio
    avanti un altro.
    manco tu hai capito il punto. ma le leggete le discussioni prima o prendete un commento a caso per dire fesserie?

    a parte il fatto che dei 3 titoli citati nessuno dei 3 è un jrpg classico (come paragonare la pizza alla pasta...) il discorso era che genera più attenzione e commenti il riproporre un buon vecchio titolo rispetto a molti delle novità appena usciti. non era una diatriba su quanto è bello FF8.

    l'industria dei videogiochi ha una ventina di anni, e sta già arrivando al punto di citare se stessa e riproporre "i classici" perchè se ci fai caso, a parte pochi sporadici esperimenti (esempio heavy rain) in cui si cerca veramente di innovare, più vedo uscire giochi più mi sembra che sia sempre la stessa minestra in un piatto più luccicante. come i film dei vanzina, sempre uguali ma adesso in HD.

    le altre arti "moderne" come il cinema o la musica leggera ci hanno messo molto molto di più prima di andare a ripescare quel che si è fatto prima. qui è come dire "abbiamo appena iniziato ma le idee le abbiamo già finite".
    Il punto è che FFVIII portato come esempio della cura su trama/ambientazione/gameplay che c'era qualche anno fa nell'industria proprio non riesco a sentirlo proprio di principio. Poi eh, ossessione personale e non lo nego, ma tant'è.
    Che poi, neanche è così inconfutabile il tuo discorso di fondo, limitare a questi termini l'attuale industria videoludica mi suona miope e limitativo, che non guarda oltre il CoD fatto con lo stampino o il tripla-A luccicoso e senz'anima di turno, quando si possono portare avanti miriadi di esempi di titoli recenti che non hanno perso la voglia di trovare idee, o comunque costruirsi un carisma che vada oltre graficona next gen e mode miscellanee; Heavy Rain non è un caso così sporadico. Ogni era della pur breve storia del videogioco ha i suoi vizi e le sue virtù (e non credere, ce n'è di roba in questa generazione che ho digerito poco), ma non è che i classici finiscano un 10 anni fa, e da lì n poi, solo robaccia o banali scopiazzature di vecchie glorie.

    E poi ne sono sicuro voi che avete il pc non ne avete neanche uno di gioco originale.
    What can change the nature of a man?

  3. #43
    Senior Member L'avatar di Pharrel
    Data Registrazione
    Fri Nov 2012
    Messaggi
    1,089

    Predefinito

    Dio santo, quanti pipponi mentali. Ma se vi piace compratevelo e giocatevelo, a chi non piace, non serviranno le vostre parole A FARGLI CAMBIARE IDEA.
    Cazzo, c'avrete 20-25 anni ciascuno, ma la vostra età celebrale non supera quella di un adolescente.
    11 maggio 1995, Sega lancia sul suolo americano il Saturn.

    Il prezzo? 399 dollari, 100 in più della Playstation.

  4. #44
    Senior Member L'avatar di Dragon Slayer
    Data Registrazione
    Thu Mar 2007
    Località
    Reality Marble
    Messaggi
    10,906

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Pharrel Visualizza Messaggio
    Dio santo, quanti pipponi mentali. Ma se vi piace compratevelo e giocatevelo, a chi non piace, non serviranno le vostre parole A FARGLI CAMBIARE IDEA.
    Cazzo, c'avrete 20-25 anni ciascuno, ma la vostra età celebrale non supera quella di un adolescente.
    Mi sa che ti sfugge il concetto di forum.

    Se ti rode il sedere vedere qualcuno che critica il tuo gioco preferito, ti apri il tuo fanclub.

    Citazione Originariamente Scritto da The_Ophidian Visualizza Messaggio
    Il punto è che FFVIII portato come esempio della cura su trama/ambientazione/gameplay che c'era qualche anno fa nell'industria proprio non riesco a sentirlo proprio di principio.
    Anche perché l'aspetto più riuscito di Final Fantasy VIII risiedeva proprio nel comparto tecnico, non di certo nelle meccaniche di gioco o nella sceneggiatura.
    M'illumino d'immenso.
    Shepard

  5. #45
    Senior Member L'avatar di Andrew Clemence
    Data Registrazione
    Wed Mar 2009
    Messaggi
    20,834

    Predefinito

    Onestamente credo pretendiate troppo dai giochi. Se pretendete tutta questa profondità provate con un media più maturo. I giochi ne hanno di strada da fare. E pur esistendo delle eccezioni, non raggiungono minimamente alti livelli. Insomma, bioshock ad esempio è un gioco a parer mio notevole, ma nel suo complesso. Non puoi estrapolarne la trama e l'ambientazione e metterla ad esempio su carta. Non verrebbe fuori nulla.
    Ho anche letto di molti che sostengono che kojima dovrebbe fare lo scrittore... Ma prego, faccia vedere

    Io comunque adoro sia ff8 che bioshock. Il primo per un fatto di affetto, e non starò nemmeno a difenderne le caratteristiche, visto che ad essere sinceri mi ricordo ben poco del gameplay... Il secondo perché mi piace e stop.
    Ultima modifica di Andrew Clemence; 08-12-2013 alle 13:56

  6. #46
    Senior Member L'avatar di Dragon Slayer
    Data Registrazione
    Thu Mar 2007
    Località
    Reality Marble
    Messaggi
    10,906

    Predefinito

    Beh, Bioshock è chiaramente un gioco che sfrutta il medium narrativo videoludico, il "would you kindly" è improponibile senza l'interattività dell'utente e chiaramente se il videogioco ha certi vantaggi su questo profilo, ha altri contro in termini di sospensione dall'incredulità.
    Già Infinite lo vedo molto più adattabile a un altro media (cinema più che altro).
    M'illumino d'immenso.
    Shepard

  7. #47
    Senior Member L'avatar di Andrew Clemence
    Data Registrazione
    Wed Mar 2009
    Messaggi
    20,834

    Predefinito

    si, ma dico, lasciando il cinema (o almeno il commerciale), che come abbiamo detto è un po' in crisi creativa, e secondo me infinite (che correttamente ritieni più adatto del primo al cinema) darebbe le piste a molti film, mi riferivo più che altro all'editoria. Utopie, città immaginarie, condizionamento mentale, e "inganno del lettore", sono novità nel campo videoludico, non così fresche però in quello letterario

    Secondo me il rimanere incantati da simili mondi deriva dal fatto che non avendo visto altro si rimane stupiti credendo che simili artifici siano stati inventati li e adesso. Invece sono piuttosto datati e abusati. Riconoscendo ampiamente il merito di "maturare" i giochi, ai loro autori, non gli si può riconoscere la paternità.

  8. #48
    Senior Member L'avatar di Booh
    Data Registrazione
    Mon Dec 2010
    Messaggi
    1,221

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da The_Ophidian Visualizza Messaggio
    Senza considerare quello che mi ha fatto letteralmente esplodere il cervello, ossia l'intero risvolto meta-ludico di fondo che pure contribuisce a chiudere il cerchio e rendere perfettamente compiuto un finale che in qualunque altro caso sarebbe risultato banalotto. E che al contempo dà pieno senso di esistere a un (non/meta)personaggio come Jack
    Quindi t'è piaciuto un deus ex machina che ti dice che la storia che stavi vivendo non aveva senso, perché lui ha voluto che non avesse senso. Non è quello il problema, il problema nasce quando qualcuno arriva e dice "a me non è piaciuto X, quindi X fa schifo". No, aspetta, non è che se a te non piacciono i Promessi Sposi, poi puoi dire che i Promessi Sposi facciano schifo: una è un'affermazione soggettiva, criticabile, ma accettabile, l'altra è una generalizzazione inaccettabile. Se andiamo ad analizzare a livello di trama, intreccio, sceneggiatura, un qualunque videogioco, compreso ovviamente Bioshock, è criticabile quanto e più di FFVIII. Poi potranno piacere l'uno e l'altro, ma venire a criticare uno per essere manchevole nel comparto letterario e lodare l'altro, non ha senso.



    Citazione Originariamente Scritto da The_Ophidian Visualizza Messaggio
    Perché non mi va di scomodare Dickens, Goethe, Salinger o chi altri quando in FFVIII non ho fatto altro che assistere alla formazione di bimbiminchia...
    Non è che Rand sia stata una scrittrice di livello superiore a Moccia, eh. Poi Salinger non lo metterei insieme agli altri due, va di moda ora ma ne ha di strada da fare per diventare un classico.

    Citazione Originariamente Scritto da Dragon Slayer Visualizza Messaggio
    Anche perché l'aspetto più riuscito di Final Fantasy VIII risiedeva proprio nel comparto tecnico, non di certo nelle meccaniche di gioco o nella sceneggiatura.
    Questo credo che sia il più grave abbaglio che si possa prendere. Ora FFVIII è passato di moda (mentre ad es. Bioshock è ancora di moda, aspettiamo che passi questa generazione per giudicarlo), ma non è che è sempre stato così vilipeso. Prendiamo le poche recensioni dell'epoca rimaste.

    TOTALVIDEOGAMES
    The storyline may be a bit linear at times, but there is so many choices to make during the game, and such a good storyline, you’ll most likely hardly even notice.
    GAMESPY
    Pros: Breathtaking CG; Engaging storyline; Cool sub-plots; Mini-games; Cool looking monsters; A wonderful cinematic experience.
    IGN
    It also boasts about the trippiest ending sequence ever in the history of videogames, and that alone pretty much makes it worthwhile. It may not exactly convert anyone who's never played an RPG before, but there's enough magic here to make any true believer's toes tingle.
    Ovviamente i voti erano tutti dal 9 in su. Molti dei videogiochi di questa gen, che qualcuno qui ha già prematuramente definito "mostri sacri", avranno fortuna se saranno ricordati come FFVIII è ricordato dopo tutti questi anni.

    Citazione Originariamente Scritto da Andrew Clemence Visualizza Messaggio
    Utopie, città immaginarie, condizionamento mentale, e "inganno del lettore", sono novità nel campo videoludico
    Insomma. Mi pare che ad ogni generazione si formatti la memoria videoludica, altrimenti si ricorderebbero dozzine di videogiochi che includono utopie, città immaginarie, rottura del quarto muro ecc. Il condizionamento mentale non ce lo metto perché narrativamente è un rattoppo di cui non andrei molto fiero. Stesso discorso vale per i film, gente che si meraviglia per roba riciclata.

  9. #49
    Senior Member L'avatar di Dragon Slayer
    Data Registrazione
    Thu Mar 2007
    Località
    Reality Marble
    Messaggi
    10,906

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Booh Visualizza Messaggio
    Questo credo che sia il più grave abbaglio che si possa prendere. Ora FFVIII è passato di moda (mentre ad es. Bioshock è ancora di moda, aspettiamo che passi questa generazione per giudicarlo), ma non è che è sempre stato così vilipeso. Prendiamo le poche recensioni dell'epoca rimaste.
    Non m'importa molto del giudizio della critica videoludica, che io reputo piuttosto ingenua e acerba, preferisco giudicare un videogioco contestualizzandolo all'epoca di uscita con il mio metro di giudizio. E sotto quest'ottica, sì, vedo il punto di forza di FFVIII nella grafica e nella colonna sonora, che sono indiscutibilmente di qualità, mentre gameplay e storia sono di caratura ben opinabile. Non scendo nei dettagli perché ne ho discusso abbastanza in passato, certo, posso farlo purché tu in prima persona abbia voglia di parlarne in maniera personale, citare Metacritic e affini non porterebbe niente a nessuno dei due.
    Il discorso sulla notorietà penso abbia ben poca importanza, FFVIII è ancora sulla bocca di tutti mentre un Terranigma non lo è mai stato, ma non vedo come questo dovrebbe rendere uno migliore dell'altro. Tra l'altro non è un FFVII che è ancora ricordato per essere considerato - quasi - all'unanimità come capolavoro, bensì è giudicato ancora oggi come prodotto controverso. E per questo ne discutiamo adesso.

    Comunque per me Bioshock non è un mostro sacro. Non il primo almeno.
    Ultima modifica di Dragon Slayer; 08-12-2013 alle 17:21
    M'illumino d'immenso.
    Shepard

  10. #50
    Senior Member L'avatar di Andrew Clemence
    Data Registrazione
    Wed Mar 2009
    Messaggi
    20,834

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Booh Visualizza Messaggio
    Insomma. Mi pare che ad ogni generazione si formatti la memoria videoludica, altrimenti si ricorderebbero dozzine di videogiochi che includono utopie, città immaginarie, rottura del quarto muro ecc. Il condizionamento mentale non ce lo metto perché narrativamente è un rattoppo di cui non andrei molto fiero. Stesso discorso vale per i film, gente che si meraviglia per roba riciclata.
    Beh non è che si azzera la memoria, è che non tutti giocano tutti i giochi. Se esiste qualcosa di simile a Rapture io non l'ho mai giocata, e ovviamente ritiro quello che ho detto in caso. Sono disponibile ad imparare. Ad esempio, nel caso specifico, a quale videogioco è ispirata rapture?

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •