Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 14 di 14

Discussione: Recensione Knack (PS4)

  1. #11
    Storm Dragon - Reviewer L'avatar di Tatsumaki
    Data Registrazione
    Tue Nov 2002
    Località
    Tra le Tempeste che imperversano nei Mari del Giappone
    Messaggi
    12,117

    Predefinito

    Io vorrei sapere cosa si intende per ripetitività in un videogioco. Andare avanti picchiando nemici è ripetitivo? Boh, si, immagino di si... per lo meno, è quello che mi dicono sempre su Dynasty Warriors. Allora io chiedo: come hanno fatto a fare successo giochi come Golden Axe, Double Dragon, Street of Rage? Non dico God of War, perch lì ogni tanto ci ficcano un enigma del menga e "salvano la faccia", ma quelli? Ma anche street fighter, tekken, soul calibur...
    Per non parlare di CoD, Battlefield, FIFA, F1, Forza, Granturismo... - ah ma quelli sono "simulazioni". Mah.

    Tornando a a Golden Axe & C. erano giochi "d'altri tempi"? Ok, allora Knack è d'altri tempi. E' un difetto? non credo. Lo è anche Resogun e nessuno se ne lagna.

    In Knack bisogna andare in giro, saltare, abbattere mostri, diventare più grosso, andare in giro, saltare, abbattere mostri più grossi, diventare più grosso, andare in giro... eccetera. E' vero, fai questo dall'inizio alla fine del gioco, con poche o nessuna digressione, segreti nascosti qua e là, 4 boss in tutto.

    E' ripetitivo? Forse, ma è divertente. E non è facilissimo. E quando muori non ti sconta niente: torni al checkpoint. E se non finici il livello, la prossima volta lo rifai da capo, perché a checkpoint non salva (sono 13 mondi da 5 livelli ciascuno).

    Personalmente trovo più piacevole un gioco del genere, in cui dopo 10 minuti so cosa mi aspetta, piuttosto che un gioco schizofrenico che mi obbliga a sessioni idiote perché "dovevano variare" (leggasi il rientro atmosferico di Killzone Shadow Fall, quello che CASO STRANO hanno appena corretto con una patch...)
    Ultima modifica di Tatsumaki; 29-11-2013 alle 17:00

  2. #12

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Tatsumaki Visualizza Messaggio
    Io vorrei sapere cosa si intende per ripetitività in un videogioco. Andare avanti picchiando nemici è ripetitivo? Boh, si, immagino di si... per lo meno, è quello che mi dicono semrpe su Dynasty Warriors. Allora io chiedo: come hanno fatto a fare successo giochi come Goldn Axe, Double Dragon, Street of Rage? Non dico God of War, perch lì ogni tanto ci ficcano un enigma del menga e "salvano la faccia", ma quelli? Ma anche street fighter, tekken, soul calibur...
    Per non parlare di CoD, Battlefield, FIFA, F1, Forza, Granturismo... - ah ma quelli sono "simulazioni". Mah.

    In Knack bisogna andare in giro, saltare, abbattere mostri, diventare più grosso, andare in giro, abbattere mostri più grossi, diventare più grosso eccetera. E' vero, fai questo dall'inizio alla fine del gioco, con poche o nessuna digressione, segreti nascosti qua e là, 4 boss in tutto.

    E' ripetitivo? Forse, ma è divertente. E non è facilissimo. E quando muori non ti sconta niente: torni al checkpoint.

    Personalmente trovo più piacevole un gioco del genere, in cui dopo 10 minuti so cosa mi aspetta, piuttosto che un gioco schizofrenico che miobbliga a sessioni idiote perché "dovevano variare" (leggasi il rientro atmosferico di Killzone Shadow Fall, quello che CASO STRANO hanno appena corretto con una patch...)
    Sono d'accordo con te, tralaltro se andiamo a guardare bene ogni gioco comunque risulta ripetitivo a suo modo (sia che si spara, si corre dietro al pallone, si ammazzano migliaia di mostri per salire di livello, si guida e via dicendo) ed oltretutto credo che la nascita degli achievements sia in qualche modo legata ad una sorta di compensazione dato che in qualche modo "obbliga" il giocatore a svolgere determinate azioni.

    A proposito di God Of War, a me non è mai piaciuta la presenza di enigmi (seppur semplici) dato il contesto di gioco, avrei preferito un gioco più corto piuttosto o meglio molta più azione.

    E Dynasty Warriors è stato uno dei giochi a cui ho più giocato in assoluto su Playstation 2.

    Penso che ogni gioco andrebbe preso con la giusta dose di ore di gioco di volta in volta.

  3. #13
    No Flex Zone L'avatar di Kog'Maw
    Data Registrazione
    Thu Aug 2009
    Località
    Zone
    Messaggi
    5,804

    Predefinito

    Per me la ripetitività in un gioco è la noia nel giocarlo, cosa prettamente soggettiva secondo il mio punto di vista.

  4. #14
    Ritorno in grande stile L'avatar di loaldnt
    Data Registrazione
    Tue Jun 2008
    Località
    Scafati (SA)
    Messaggi
    17,818

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Tatsumaki Visualizza Messaggio
    Io vorrei sapere cosa si intende per ripetitività in un videogioco. Andare avanti picchiando nemici è ripetitivo? Boh, si, immagino di si... per lo meno, è quello che mi dicono sempre su Dynasty Warriors. Allora io chiedo: come hanno fatto a fare successo giochi come Golden Axe, Double Dragon, Street of Rage? Non dico God of War, perch lì ogni tanto ci ficcano un enigma del menga e "salvano la faccia", ma quelli? Ma anche street fighter, tekken, soul calibur...
    Per non parlare di CoD, Battlefield, FIFA, F1, Forza, Granturismo... - ah ma quelli sono "simulazioni". Mah.

    Tornando a a Golden Axe & C. erano giochi "d'altri tempi"? Ok, allora Knack è d'altri tempi. E' un difetto? non credo. Lo è anche Resogun e nessuno se ne lagna.

    In Knack bisogna andare in giro, saltare, abbattere mostri, diventare più grosso, andare in giro, saltare, abbattere mostri più grossi, diventare più grosso, andare in giro... eccetera. E' vero, fai questo dall'inizio alla fine del gioco, con poche o nessuna digressione, segreti nascosti qua e là, 4 boss in tutto.

    E' ripetitivo? Forse, ma è divertente. E non è facilissimo. E quando muori non ti sconta niente: torni al checkpoint. E se non finici il livello, la prossima volta lo rifai da capo, perché a checkpoint non salva (sono 13 mondi da 5 livelli ciascuno).

    Personalmente trovo più piacevole un gioco del genere, in cui dopo 10 minuti so cosa mi aspetta, piuttosto che un gioco schizofrenico che mi obbliga a sessioni idiote perché "dovevano variare" (leggasi il rientro atmosferico di Killzone Shadow Fall, quello che CASO STRANO hanno appena corretto con una patch...)
    più che altro, knack può essere lineare quanto vuole, a me basta che mi diano qualche motivazione per vedere come va a finire. O, semplicemente, qualche sezione platform per spezzare il tutto. Se è tutta azione, soprattutto se uguale a sè stessa, sarei anche probabilmente il primo ad annoiarmi.
    Facebook: Gennaro Davide Ottagono

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •