Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Swans live.

  1. #1
    Senior Member L'avatar di Jojo10
    Data Registrazione
    Thu Jan 2010
    Messaggi
    3,979

    Predefinito Swans live.

    Ma quanto sono assurdi?

    A parte il volume a livelli disumani (non so se le mie orecchie torneranno mai le stesse, non ho messo i tappi), ma una potenza di questo tipo non l'avevo mai sentita.
    L'impianto ritmico è qualcosa di allucinante e non solo grazie ai 2 percussionisti/batteristi: tutti gli strumenti assumono un fine ritmico tramite la ripetizione ossessiva di uno stesso accordo o di uno stesso riff. In sostanza tutto è ritmo.
    Il concerto è stato praticamente una lunga suite con poche brevi interruzioni, l'effetto è stato quello di portare il pubblico e i musicisti "dentro" la musica.

    La versione live di Coward è qualcosa di spaventoso.

    Gira ha fatto praticamente da direttore d'orchestra per tutta la serata.
    Piccolo aneddoto finale. Al momento dei saluti, dopo aver presentato tutti i membri della band, Gira si è indicato e ha detto ridendo: Cicciolina! .


    p.s. Ho preso la maglietta con la cover di Filth e The Seer Special Edition, con un dvd esclusivo della versione in vendita in questo tour.

  2. #2

    Predefinito

    Non so cosa abbiano fatto a Verona, ma a Milano hanno massacrato qualsiasi cosa.
    Alle Officine il palco aveva un'"estremità" libera (giusto sotto all'amplificatore e al microfono di Gira) in cui io, Elena e un tipo inglese non meglio identificato cui pure devo la sanità delle mie orecchie (ci ha offerto dal nulla dei tappi vedendoci un po' ansiati, anche perché due giorni dopo avremmo visto i Godflesh e i timpani ci servivano ancora integri) ci siamo seduti praticamente ammiccando tutto il tempo a Gira. Ci siamo pure beccati qualche sputacchio in faccia mica da ridere.

    A livello musicale il concerto era totalmente differente rispetto a quello visto a Bologna (anche la versione di Coward è stata molto più rivisitata secondo l'ottica del groove ritmico e della trance indotta tipica degli Swans più moderni in confronto all'ultima volta, che invece era un massacro direttamente back from the '80s), così come la scaletta era molto diversa (non ricordo se Mother of the World l'avessero fatta sinceramente, per il resto a parte l'opener, The Seer e Coward c'erano solo pezzi inediti. Capolavoro in particolare il brano che hanno fatto giusto prima di Coward, devo assolutamente scorprirne il titolo).
    Ancora una volta, prova maiuscola di tutti i membri, con il leggendario Puleo che almeno tre volte mi ha fatto pensare che sarebbe crollato a terra per non rialzarsi più, ancora non so come sia sopravvissuto per tutte le tre ore dello show.
    A conti fatti, credo di essermi goduto leggermente più questo concerto rispetto all'altro, anche se non c'era più l'effetto di sorpresa clamorosa di novembre.

    Io non ho comprato niente (la maglia di Filth ce l'avevo già da novembre, i dischi che vendevano erano o roba nuova che mi interessa relativamente o ristampe con artwork rivisitati di Filth e Children of God - io miro alle stampe originali), in compenso mi sono fatto fare gli autografi praticamente da tutti evitando invece le foto (più che altro perché le avevo gi&#224, a parte per Westberg che a novembre m'era sfuggito e che pure a 'sto giro abbiamo dovuto praticamente braccare mentre sgomberava il palco.

    Nota di demerito, l'audience hipster e ritardata con maglie di Joy Division e My Bloody Valentine (PD che odio) che alle nostre richieste di penne/pennarelli per gli autografi di Hahn/Puleo/Westberg ci rispondevano con un "ma Gira ha già il pennarello lì", con un'espressione facciale mentecatta del tipo "ma negli Swans c'è qualcun altro di rilevante oltre a Mickey?". Forse dovrò rassegnarmi all'idea che gli Swans adesso sono un gruppo da radical chic musicali cerebrolesi tipo i Godspeed You! Black Emperor.

    Foto di repertorio:
    Spoiler:


    Spoiler:


    (autografo di Gira sul mio booklet di Children of God)


    Spoiler:


    (autografo di Westberg sul mio booklet di Children of God)

  3. #3
    Senior Member L'avatar di Jojo10
    Data Registrazione
    Thu Jan 2010
    Messaggi
    3,979

    Predefinito

    Io non ho fatto foto e non mi son fatto fare autografi perchè c'era una fila pazzesca. Non avevo neanche la fotocamera, quindi non potevo neanche farle le foto in realtà.

    Hanno fatto prevalentemente il repertorio nuovo, ma tutto suona molto diverso live rispetto a quello che hanno fatto su disco. Infatti ho anche letto in un'intervista di Gira che se le loro performance live suonassero come una mera imitazione del lavoro in studio proverebbe disappunto.

    The Seer a me piace come album, ma le versioni live sono molto meglio.

    Per i tappi mi sono rifiutato di mettermeli, alla fine è una scelta artistica il volume spropositato. Certo, all'inizio ho pensato che mi avrebbero perforato i timpani e mi hanno fischiato le orecchie per tutto il giorno dopo .

    I cd in stampa originale (se si trovano) a quanto li vendono? Io ho cercato tempo fa White Light from the Mouth of Infinity (apprezzo molto anche il repertorio meno aggressivo) ma a meno di 70-80€ non si trovava.

    Avevo pure io la mezza idea di fare la doppietta Godflesh-Swans (il 22 i Godflesh erano al Locomotiv a Bologna), ma poi ho optato per i soli Swans.


    p.s.: non c'entra niente ma a Giugno ci sono i Neurosis a Milano, inizio a pensarci.

  4. #4

    Predefinito

    Io il concerto senza tappi me lo sono già fatto a Bologna, a 'sto giro mi sono risparmiato per i Godflesh. E ho fatto bene, visto che anche lì hanno massacrato ogni cosa sulla faccia della terra.
    I cd in stampa originale sono rarissimi, sono molto più facilmente reperibili in vinile che in cd (escluse le ristampe che collezionano full-length ed EP insieme). Children of God fu un regalo della Elena, l'ha comprato usato (ma in ottime condizioni) mesi fa e non so quanto abbia pagato, è rimasta sul vago dicendo che "è costato uno sproposito", ma in generale non mi sorprende un prezzo di oltre i 70 euro.

    Io i Neurosis li salto, mi fanno addormentare circa da A Sun That Never Sets in poi e hanno così poco rispetto per il buongusto del loro pubblico (a suo modo anche giustamente, visto il QI del neurosisiano medio) da preferire in sede live tutto il loro repertorio degli ultimi dieci anni a quello storico più hardcore-oriented (e in generale molto più rilevante). A un loro concerto, ora come ora, lo sbadiglio è quasi assicurato.
    Piuttosto, se è vera la voce dei Today Is the Day a Bologna a maggio, devo esserci anche a costo di vendere il culo in Prè per i prossimi due mesi.

  5. #5
    Senior Member L'avatar di Jojo10
    Data Registrazione
    Thu Jan 2010
    Messaggi
    3,979

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Cloud Strife Visualizza Messaggio
    Io il concerto senza tappi me lo sono già fatto a Bologna, a 'sto giro mi sono risparmiato per i Godflesh. E ho fatto bene, visto che anche lì hanno massacrato ogni cosa sulla faccia della terra.
    I cd in stampa originale sono rarissimi, sono molto più facilmente reperibili in vinile che in cd (escluse le ristampe che collezionano full-length ed EP insieme). Children of God fu un regalo della Elena, l'ha comprato usato (ma in ottime condizioni) mesi fa e non so quanto abbia pagato, è rimasta sul vago dicendo che "è costato uno sproposito", ma in generale non mi sorprende un prezzo di oltre i 70 euro.

    Io i Neurosis li salto, mi fanno addormentare circa da A Sun That Never Sets in poi e hanno così poco rispetto per il buongusto del loro pubblico (a suo modo anche giustamente, visto il QI del neurosisiano medio) da preferire in sede live tutto il loro repertorio degli ultimi dieci anni a quello storico più hardcore-oriented (e in generale molto più rilevante). A un loro concerto, ora come ora, lo sbadiglio è quasi assicurato.
    Piuttosto, se è vera la voce dei Today Is the Day a Bologna a maggio, devo esserci anche a costo di vendere il culo in Prè per i prossimi due mesi.
    Io coi Neurosis sono fermo a Times of Grace (nel senso che quelli dopo li devo ancora ascoltare), quindi non so come sia quello che viene dopo. Proverò a sentire qualcosa e deciderò.

    I Today is the Day non li ho mai ascoltati, ma se dici che meritano nei prossimi giorni mi sento qualcosa.

  6. #6
    [p, xi, N(xi)] L'avatar di Il Nicco
    Data Registrazione
    Mon Apr 2007
    Messaggi
    5,171

    Predefinito

    Non c'entra nulla, ma visto che si parla di live in generale: pensavo di andare a vedere i Dinosaur Jr a Maggio, visto che sono a Torino. Pareri?

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •