Visualizza Risultati Sondaggio: Preferenza elezioni politiche 2013

Partecipanti
75. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Io amo l'Italia - Magdi Cristiano Allam

    0 0%
  • Rivoluzione Civile - Ingroia

    3 4.00%
  • Lega Nord - Maroni

    0 0%
  • Moderati in Rivoluzione - Samorì

    0 0%
  • Il Popolo delle Libertà - Berlusconi

    1 1.33%
  • La Destra - Storace

    0 0%
  • Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale

    0 0%
  • Movimento Cinque Stelle - Beppe Grillo

    23 30.67%
  • Partito Democratico

    16 21.33%
  • Sinistra Ecologia Livertà - Vendola

    8 10.67%
  • Diritti e Libertà - Centro Democratico

    0 0%
  • Forza Nuova

    0 0%
  • Partito Comunista dei Lavoratori

    2 2.67%
  • Fare per Fermare il Declino

    4 5.33%
  • Con Monti per l'Italia

    12 16.00%
  • Futuro e Libertà - Fini

    0 0%
  • Unione di Centro - Casini

    0 0%
  • Partito Socialista Italiano

    0 0%
  • Altro (specificare)

    0 0%
  • Astenuto

    6 8.00%
Pagina 205 di 409 PrimaPrima ... 105155195203204205206207215255305 ... UltimaUltima
Risultati da 2,041 a 2,050 di 4087
  1. #2041
    a.k.a. Rinoa90 L'avatar di Ariesh
    Data Registrazione
    Thu May 2005
    Messaggi
    514

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Andrew Clemence Visualizza Messaggio
    Beh in realtà a parer mio il modello tedesco fa scuola eh. La sua produttività proprio dovuta all'investimento tecnologico riesce a coniugare incredibilmente bene la competitività e la solidarietà. Tutti i vantaggi della competizione e dello stato sociale in un unico stato. Cosa del tutto applicabile anche in altri stati, ma per farlo necessita una propensione alla tecnologia, intesa come ricerca industriale, non come cablare tutti con adsl, al bene pubblico, alla strategia finanziaria anche e alla stabilità. Politica dei piccoli passi insomma...
    Più che al modello tedesco come nazione mi riferivo più che altro alla Bundesbank, che ha trasmesso l'orientamento economico (neoclassico) direttamente alla BCE: politica fiscale azzerata col bilancio in pareggio e controllo dell'inflazione come unico obiettivo della politica monetaria... ora vogliono puntare alla crescita, ma boh, la vedo alquanto impastata la situazione.
    Mentre la FED può finanziare gli stati in difficoltà stampando moneta, la BCE non può farlo, è un bene o un male? Sicuramente i tedeschi hanno le loro validissime ragioni, certo è che il crack della Grecia si sarebbe potuto stroncare fin dalla nascita, e forse ora non ci troveremo a discutere di grillo



    Credo che comunque il dominio del dollaro sia al tramonto oramai. La cina non può far più nulla, affondando il dollaro affonderebbe le sue stesse riserve, ma se crescono Russia e stati sud americani gli stati uniti verranno parecchio ridimensionati.
    La Cina per ora è un problema, perché basa la sua economia sulle esportazioni. Sono diventati una delle maggiori potenze mondiali ma all'interno del Paese muoiono di fame. Hai mai sentito parlare dello squilibrio esterno tra USA e Cina? Secondo molti (anche secondo me) è stata la causa "a monte" della crisi americana del 2007.
    Il problema della Cina è che per ora sembra inarrestabile, ma se lo squilibrio continua, non escludo il ripetersi di un'altra crisi...


    Puntualizzo anche che il ministro delle finanze giapponese precedente, ha più volte dato il Giappone per spacciato. Cosa non da poco eh... Oramai vista la crisi della manifattura la svalutazione dello yen porta solo ad una fuga delle industrie, e nessun beneficio di esportazione. (pensa che anche marchi storici della fotografia si sono spostati in gran parte. Nikon ad esempio produce i suoi sensori anche fuori.) In giappone si che banche e politici hanno fatto un danno...
    In Giappone hanno risolto il problema della deflazione con le politiche espansive roba da far rabbrividire qualsiasi economista che si rispetti

    Lodevole l'iniziativa in firma complimenti!
    Sai com'è, facebook è disseminato di post sul signoraggio, sul fatto che alla banca la banconota costa 3 centesimi ma a te la fa pagare 100 euro xD cose fuori dal mondo xD quindi io insieme a dei ragazzi dell'università, abbiamo cercato di metterci "una pezza", peccato che ci dedichiamo poco tempo!
    Signoraggio, spread, mercati finanziari... Sfatiamo i miti, chiariamo le idee, impariamo a conoscere l'economia in modo semplice e accessibile a tutti su: http://www.facebook.com/DiarioDiUnEconomistaPerBene. Unisciti a noi e aiutaci a crescere!

  2. #2042
    Senior Member L'avatar di blackhawk
    Data Registrazione
    Sun Jun 2010
    Messaggi
    3,097

    Predefinito

    @Ariesh la pagina linkata nella tua firma non si carica.

  3. #2043
    a.k.a. Rinoa90 L'avatar di Ariesh
    Data Registrazione
    Thu May 2005
    Messaggi
    514

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da blackhawk Visualizza Messaggio
    @Ariesh la pagina linkata nella tua firma non si carica.
    hai ragione se si clicca sul link non va, dovresti copiare e incollare il link sulla barra... non so come risolvere il problema sinceramente xD
    Signoraggio, spread, mercati finanziari... Sfatiamo i miti, chiariamo le idee, impariamo a conoscere l'economia in modo semplice e accessibile a tutti su: http://www.facebook.com/DiarioDiUnEconomistaPerBene. Unisciti a noi e aiutaci a crescere!

  4. #2044
    Senior Member L'avatar di Andrew Clemence
    Data Registrazione
    Wed Mar 2009
    Messaggi
    20,834

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ariesh Visualizza Messaggio
    Più che al modello tedesco come nazione mi riferivo più che altro alla Bundesbank, che ha trasmesso l'orientamento economico (neoclassico) direttamente alla BCE: politica fiscale azzerata col bilancio in pareggio e controllo dell'inflazione come unico obiettivo della politica monetaria... ora vogliono puntare alla crescita, ma boh, la vedo alquanto impastata la situazione.
    Mentre la FED può finanziare gli stati in difficoltà stampando moneta, la BCE non può farlo, è un bene o un male? Sicuramente i tedeschi hanno le loro validissime ragioni, certo è che il crack della Grecia si sarebbe potuto stroncare fin dalla nascita, e forse ora non ci troveremo a discutere di grillo
    Beh in questo caso la risposta è abbastanza semplice. La Fed sbaglia, e i tedeschi fanno bene. Questo vale nel lungo termine. Il problema semmai si pone per noi, che in linea di massima non dovremmo rispondere all'indebitamento sanando moneta. Tuttavia al momento quasi non è una scelta. Quindi sostanzialmente è da farsi. E non tutti sanno che già lo si fa. Ad esempio i circa 200 miliardi di debito che ci ha comprato la bce sono in senso stretto stampa di moneta... Come però tu ben saprai dal tuo esame di macroeconomia avanzata, la stampa di moneta indiscriminata è una cosa che si può fare solo per un breve lasso di tempo. una volta che gli interessi sono quasi a zero, stamparla diventa pericolosissimo, e tanto è vero che un anno fa gli stati uniti quasi andavano in default, perché laddove hai un'economia basata sui servizi (la manifattura americana è in rotta) stampare moneta equivale in pratica a dover pagare di più per le materie prime (in primis energia) che verranno usate per un consumo interno. In pratica regali soldi all'estero. Questo è stato constatato anche dalla Fed con varie esternazioni e con il presidente che si ostina a dire... E' l'ultima emissione... è proprio l'ultima. E oramai hanno i tassi quasi a zero. Se si vuole vivere a lungo quella dei tedeschi è la soluzione. Più che altro magari si ha troppa fretta di applicarla....



    La Cina per ora è un problema, perché basa la sua economia sulle esportazioni. Sono diventati una delle maggiori potenze mondiali ma all'interno del Paese muoiono di fame. Hai mai sentito parlare dello squilibrio esterno tra USA e Cina? Secondo molti (anche secondo me) è stata la causa "a monte" della crisi americana del 2007.
    Il problema della Cina è che per ora sembra inarrestabile, ma se lo squilibrio continua, non escludo il ripetersi di un'altra crisi...
    Si, conosco il problema, ma non credo sia la causa del 2007. specie nei derivati, per me è più che altro il petrolio, e questo spiegherebbe anche lo sciamare in medio oriente per abbassarne le quotazioni, oltre a quello che ho scritto sopra, un settore bancario a pezzi con il dollaro che non vale nulla e niente manifattura, e tassi quasi allo zero.
    Conta che la Cina fa ne più ne meno dell'USA qualche decina di anni fa.


    In Giappone hanno risolto il problema della deflazione con le politiche espansive roba da far rabbrividire qualsiasi economista che si rispetti
    Eh "risolto"... Rimandato ! Non capisco perché nelle economie occidentali "in grande" Giappone Usa etc, non si riesca a fare una soluzione articolata. O si emette moneta, o si draga moneta. Mai che ad esempio si tenti di emettere moneta con una pianta di investimento. Io temo che un limite forte delle democrazie occidentali (che non ha la cina) sia l'orizzonte temporale. Qualche anno e basta... Ridicolo.. Sfiora la pazzia...


    Sai com'è, facebook è disseminato di post sul signoraggio, sul fatto che alla banca la banconota costa 3 centesimi ma a te la fa pagare 100 euro xD cose fuori dal mondo xD quindi io insieme a dei ragazzi dell'università, abbiamo cercato di metterci "una pezza", peccato che ci dedichiamo poco tempo!
    Beh già da come scrivi si capisce quanto tu sia competente, e sono sicurissimo che farai del gran bene. Anche io nel mio piccolo tento sempre di "correggere la rotta" dei complottisti.. Ma onestamente credo che oramai si ascolti solo l'opinione più divertente..

    Grazie della bella chiacchierata!

  5. #2045
    Senior Member L'avatar di blackhawk
    Data Registrazione
    Sun Jun 2010
    Messaggi
    3,097

    Predefinito

    Io mi diverto a sfruttarvi quindi avrei una domanda

    Dato che il Lavoro è visto come un qualsiasi altro prodotto dal modello della domanda e dell' offerta (su cui mi par di capire si basi un pò tutto), come mai l' eccessiva offerta di lavoro di questo periodo non fa crollare i salari?

    Lavoro inteso come bene messo sul mercato dall' individuo, non come bene offerto dalle imprese.

  6. #2046
    solid L'avatar di enzo680
    Data Registrazione
    Fri Mar 2009
    Località
    "casa del gaudio"
    Messaggi
    7,520

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ariesh Visualizza Messaggio
    Due sono le grandi teorie che dividono gli economisti, in una si tende a lasciare i mercati liberi, riducendo al minimo l'intervento pubblico, ritenuto addirittura dannoso (la BCE, su modello Tedesco, è orientata verso questa ideologia)

    Nell'altra visione, l'intervento dello Stato la fa da padrona, stampare moneta, aumentare la spesa pubblica ridurre il carico fiscale per stimolare l'economia e la crescita.
    Spendere nei momenti di crisi, ma risparmiare quando siamo in espansione, o almeno l'idea originale era questa, di fatto negli ultimi anni non si è fatto che spendere spendere e spendere.

    Ora ti sto dando una rapida infarinatura sulla questione, ma è tutto il '900 che le due teorie si contrappongono tra di loro (questo video ironizza sulla cosa http://www.youtube.com/watch?v=5Y1anc4B7iA)

    Qual'è la verità? Come sempre sta nel mezzo, bisogna avere una visione dell'intero contesto economico-politico e sociale per poter dire quale sia la risposta corretta.
    Apparentemente il Giappone è molto simile all'Italia: paese relativamente piccolo, privo di risorse naturali, politici incompetenti.
    Se andiamo a scavare più a fondo, notiamo che i due paesi sono assolutamente differenti, in termini di produttività, costo del lavoro, competitività dei loro prodotti, mentalità della popolazione. Loro hanno il treno magnetico che va a mille all'ora, noi non riusciamo nemmeno a costruire 2 km di TAV, tanto per dirne una.

    L'america poi ha il dollaro dalla sua, l'exorbitant privilege, lo chiamava De Gaulle, può fare il buono e il cattivo tempo, e poi addossare la colpa agli altri, non nominarla neppure
    grazie Ariesh.
    "Non è grave il clamore chiassoso dei violenti,bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste".
    cit M.L.KING

  7. #2047
    Senior Member L'avatar di Andrew Clemence
    Data Registrazione
    Wed Mar 2009
    Messaggi
    20,834

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da blackhawk Visualizza Messaggio
    Io mi diverto a sfruttarvi quindi avrei una domanda

    Dato che il Lavoro è visto come un qualsiasi altro prodotto dal modello della domanda e dell' offerta (su cui mi par di capire si basi un pò tutto), come mai l' eccessiva offerta di lavoro di questo periodo non fa crollare i salari?

    Lavoro inteso come bene messo sul mercato dall' individuo, non come bene offerto dalle imprese.
    Il lavoro non è mai stato paragonato a un normale fattore produttivo, se non da alcuni economisti del remoto passato.. Semmai si rema verso il cercare di rendere produttivo il lavoratore con tecniche (e giustamente!) basate sempre sulla carota e mai sul bastone. Questo nel mondo. In Italia si segue la filosofia di non premiare troppo i più bravi perché quelli meno bravi potrebbero aversene a male... E oltretutto il suo valore è stabilito nel minimo, che non è proprio tanto minimo, dalla contrattazione collettiva. Almeno nella sua versione "legale". E' un bene con prezzo imposto caro black... Come ti è venuto in mente un simile pensiero?? Se per assurdo (e occhio che non sto dicendo che sarebbe un bene) il salario diventasse un bene normale il suo prezzo crollerebbe eccome e l'economia partirebbe come una molla. Ovviamente sarebbe solo a livello teorico, visto che non si può lasciare al privato una simile contrattazione...
    Ultima modifica di Andrew Clemence; 17-05-2013 alle 15:18

  8. #2048
    Senior Member L'avatar di blackhawk
    Data Registrazione
    Sun Jun 2010
    Messaggi
    3,097

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Andrew Clemence Visualizza Messaggio
    Il lavoro non è mai stato paragonato a un normale fattore produttivo, se non da alcuni economisti del remoto passato.. Semmai si rema verso il cercare di rendere produttivo il lavoratore con tecniche (e giustamente!) basate sempre sulla carota e mai sul bastone. Questo nel mondo. In Italia si segue la filosofia di non premiare troppo i più bravi perché quelli meno bravi potrebbero aversene a male... E oltretutto il suo valore è stabilito nel minimo, che non è proprio tanto minimo, dalla contrattazione collettiva. Almeno nella sua versione "legale". E' un bene con prezzo imposto caro black... Come ti è venuto in mente un simile pensiero?? Se per assurdo (e occhio che non sto dicendo che sarebbe un bene) il salario diventasse un bene normale il suo prezzo crollerebbe eccome e l'economia partirebbe come una molla. Ovviamente sarebbe solo a livello teorico, visto che non si può lasciare al privato una simile contrattazione...
    Non so a Microeconomia si parla del lavoro come un qualsiasi altro bene, così come il tempo libero ecc... Allora mi era venuta in mente sta cosa

  9. #2049
    Senior Member L'avatar di Andrew Clemence
    Data Registrazione
    Wed Mar 2009
    Messaggi
    20,834

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da blackhawk Visualizza Messaggio
    Non so a Microeconomia si parla del lavoro come un qualsiasi altro bene, così come il tempo libero ecc... Allora mi era venuta in mente sta cosa
    Ma è solo per farti capire come influenza le altre variabili nei modelli elementari. vedrai che rapidamente ti porranno i primi paletti e poi via via verrà arricchito di peculiarità. Se stai facendo micro sei solo al primo livello Devi procedere per strati!

  10. #2050
    solid L'avatar di enzo680
    Data Registrazione
    Fri Mar 2009
    Località
    "casa del gaudio"
    Messaggi
    7,520

    Predefinito

    Soluzione.
    Per risolvere i problemi economici di stò paese,ci si affida alle casalinghe italiane dai 40 ai 70,veri e propri portenti.,che spendono quando devono spendere e risparmiano quando devono risparmiare,e tengono i bilanci familiari alla grande.
    Chissà forse non sentirò mai più parlare di tasse (che aumentano sempre),di potere d'acquisto (che diminuisce),etc,etc,cioè le solite cose che sento da quando ho imparato che 2+2 fà 4.
    Son più capaci loro che non questi scienziati.
    "Non è grave il clamore chiassoso dei violenti,bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste".
    cit M.L.KING

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •