Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 42
  1. #31
    Prince L'avatar di Alessandro330
    Data Registrazione
    Sun Apr 2006
    Località
    Lisidranda
    Messaggi
    10,791

    Predefinito

    Io anche se contrario non ritengo che un bambino cresciuto con due padri avrà certamente dei problemi in futuro, ma non mi serve neanche uno studio di psicologia per ribadire che sarebbe una cosa insolita, non vista bene da tante persone e che potrebbe causare dei problemi.

    Arriveremo anche a questo, ma semplicemente la società di ADESSO non è ancora pronta.

    Sono convinto che il cambiamento debba essere portato per gradi, e non una cosa da fare subito e alla leggera.
    Se fino a 10 anni fa era quasi impensabile un matrimonio di una coppia omosessuale, adesso stanno iniziando a far valere i loro diritti, ma fare subito il balzo verso l'adozione di figli senza pensare alle possibili conseguenze lo trovo egoistico.
    Ultima modifica di Alessandro330; 17-02-2013 alle 21:40

  2. #32
    Yay L'avatar di Feleset
    Data Registrazione
    Thu Jun 2007
    Località
    Castello errante
    Messaggi
    12,180

    Predefinito

    Beh, sicuramente non è una cosa che va fatta da un giorno all'altro, ci vuole prima di tutto il sostegno dell'istruzione.

    Comunque visitando quel sito mi è caduto l'occhio anche su questo articolo di Repubblica: http://www.repubblica.it/speciali/po...vili-52781864/

    Mi scuso se vi dà fastidio spostare la cosa sulla politica (ma d'altronde lo trovo inevitabile), volevo solo farvi entrare nell'ottica che non è così irrealistico pensare che nel giro di poco tempo le unioni omosessuali verranno legalizzate, e di conseguenza si inizierà a parlare di adozioni. La mia non è propaganda, è solo divulgazione di notizie.

  3. #33
    Senior Member L'avatar di sssebi
    Data Registrazione
    Thu Jan 2008
    Località
    Catania
    Messaggi
    7,446

    Predefinito

    Bene, erano proprio le notizie che speravo di ricevere, mi saranno utili queste informazioni, grazie Fel
    A questo punto confermo la mia idea iniziale di poter lasciare le adozioni anche alle coppie omosessuali, col tempo che serve. Dovremmo essere tutti d'accordo se nessuno ha materiale per ribattere...

  4. #34
    Yay L'avatar di Feleset
    Data Registrazione
    Thu Jun 2007
    Località
    Castello errante
    Messaggi
    12,180

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sssebi Visualizza Messaggio
    Bene, erano proprio le notizie che speravo di ricevere, mi saranno utili queste informazioni, grazie Fel
    Di niente. ^_^

  5. #35
    The Ban Bringer L'avatar di Ajeje.
    Data Registrazione
    Sun Jun 2008
    Messaggi
    1,125

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sssebi Visualizza Messaggio
    Bene, erano proprio le notizie che speravo di ricevere, mi saranno utili queste informazioni, grazie Fel
    A questo punto confermo la mia idea iniziale di poter lasciare le adozioni anche alle coppie omosessuali, col tempo che serve. Dovremmo essere tutti d'accordo se nessuno ha materiale per ribattere...
    Ma che cazzata. A parte il fatto che bisogna vedere come sono state fatte quelle ricerche e da chi (l'associazione famiglie arcobaleno è ovvio che avvalori tesi a favore, visto che sono appunto a favore dell'adozione), da quello che ho letto sono tesi che parlano di sviluppo della psiche, la quale non verrebbe compromessa nel caso in cui il bambino sia allevato da genitori eterosessuali o omosessuali. E credo che non ci volesse uno studio poi così approfondito per essere d'accordo con tale tesi. Il discorso è diverso, anzi i discorsi diversi sono 2. Uno riguarda il contesto in cui il bambino deve crescere, ossia la società attuale (mi limito ovviamente al caso della società italiana). Mi sembra sotto gli occhi di tutti che, ora come ora, un bambino avrebbe enormi difficoltà di integrazione, soprattutto in certi posti dell'Italia. Ora non per essere razzista eh, ma un conto è se vivesse qui dove vivo io, un conto è se vivesse in altri posti. Prendo come esempio la Calabria, luogo nel quale ho trascorso lunghi tratti della mia vita e dove posso parlare con cognizione di causa che lì c'è proprio un'arretratezza tangibile rispetto a dove vivo io. Il problema del bullismo e della discriminazione c'è, è presente ed è reale (c'è anche qui eh, ma in altri posti più di altri). La società attuale non è pronta ora come ora nemmeno al matrimonio fra gay, figuriamoci all'adozione.

    Per rispondere a Slayer, no, da un punto di vista prettamente psichico non è destabilizzante vivere in una famiglia gay, da un punto di vista culturale invece, per ora, sì. Il cambiamento a cui fai riferimento nel tuo primo post è necessario, ma c'è cambiamento e cambiamento. Una lenta e lunga campagna di sensibilizzazione contro l'omofobia fatta magari a partire dalle scuole è probabilmente la cosa migliore. Sarà una cosa lunga, è indubbio, ma sicuramente è meno pericolosa di un cambiamento così grande fatto in una società in cui non è ancora pronta.

    L'altro discorso a cui accennavo prima invece è (ma è più soggettivo) che non vedo per quale motivo 2 gay dovrebbero avere un figlio. Due persone dello stesso sesso in natura non possono avere figli, sempre in natura ci sono solo esempi di bi-sessualità e non omosessualità come tanti dicono (fra l'altro in alcune specie c'è esclusivamente per dominanza) solo da un punto di vista del mero atto sessuale. Nelle rare specie in cui esistono famiglie (lupi ad es.) i nuclei con piccoli sono solo di maschi e femmine (come è ovvio che sia).
    Veramente non vedo il perché due persone omosessuali debbano avere figli. Personalmente non è che sia contrario in assoluto, ma certamente non sono favorevole, il diritto di avere un figlio che tanto vanno decantando i gay io sinceramente non lo vedo proprio da nessun punto di vista.

    Il discorso del "meglio che in orfanotrofio", a cui faceva riferimento blaze è appunto una discussione del cavolo, è ovvio che tutti sono d'accordo. Ed in ogni caso è doppiamente un discorso sterile e che non si pone: l'iter per avere in adozione un figlio in Italia è qualcosa di allucinante. In pratica ci sono centinaia di coppie (ovviamente eterosessuali) che non possono adottare per difficoltà burocratiche ma soprattutto economiche. Conosco personalmente uno che lo sta facendo, le pratiche di adozioni sono costosissime e lunghissime. Sono anni che questa persona sta facendo decine di colloqui con specialisti per garantire l'idoneità, spendendo migliaia di euro in viaggi (perché il figlio adottato in Italia non esistono, sono solo stranieri) e non solo. Basterebbe anche solo questo per diminuire il numero di bambini in orfanotrofio. Ma comunque il discorso è un altro.

  6. #36
    your worst nightmare L'avatar di Prince GAS Vegeta
    Data Registrazione
    Thu Nov 2003
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,965

    Predefinito

    Scusate ma solo perchè uno scienziato reputa che non ci siano problemi alla psiche di un bambino in questi casi, non significa che sia vero.

    Scienziati dicevano che il fumo non fa male, scienziati dicevano anche che non ci sono prove che i cellulari possano causare danni...

    Quindi non è solo una questione di società in cui viviamo, nessuno studio del mondo potrà convincermi che per un bambino sia indifferente avere o meno una MADRE. I ruoli genitoriali sono diversi, punto e basta.

  7. #37
    Senior Member L'avatar di Dragon Slayer
    Data Registrazione
    Thu Mar 2007
    Località
    Reality Marble
    Messaggi
    10,906

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ajeje. Visualizza Messaggio
    E credo che non ci volesse uno studio poi così approfondito per essere d'accordo con tale tesi.
    Citazione Originariamente Scritto da Prince GAS Vegeta Visualizza Messaggio
    Scusate ma solo perchè uno scienziato reputa che non ci siano problemi alla psiche di un bambino in questi casi, non significa che sia vero.

    Scienziati dicevano che il fumo non fa male, scienziati dicevano anche che non ci sono prove che i cellulari possano causare danni...

    Quindi non è solo una questione di società in cui viviamo, nessuno studio del mondo potrà convincermi che per un bambino sia indifferente avere o meno una MADRE. I ruoli genitoriali sono diversi, punto e basta.
    Dicevi? lol


    Per rispondere a Slayer, no, da un punto di vista prettamente psichico non è destabilizzante vivere in una famiglia gay, da un punto di vista culturale invece, per ora, sì. Il cambiamento a cui fai riferimento nel tuo primo post è necessario, ma c'è cambiamento e cambiamento. Una lenta e lunga campagna di sensibilizzazione contro l'omofobia fatta magari a partire dalle scuole è probabilmente la cosa migliore. Sarà una cosa lunga, è indubbio, ma sicuramente è meno pericolosa di un cambiamento così grande fatto in una società in cui non è ancora pronta.
    Che ci voglia una campagna di sensibilizzazione è sicuro, niente da obiettare. Non sono invece d'accordo sul rimanere fermi per la mancanza prontezza di una società: tutti i cambiamenti importanti storicamente parlando arrivano attraverso attivismo e sacrificio, perché la mentalità conservatrice è dura da modellare. Questo non vuol dire che dall'oggi al domani bisogna cambiare tutto, sono d'accordo sul procedere con cautela, ma ho i miei dubbi che sarebbe sufficiente un processo come lo proponi tu.

    L'altro discorso a cui accennavo prima invece è (ma è più soggettivo) che non vedo per quale motivo 2 gay dovrebbero avere un figlio.
    Qua è più semplice rispondere.

    Art. 3 della Costituzione Italiana.

    Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

    Tra cittadino etero e cittadino omosex non c'è nessuna differenza in termini giuridici, almeno prendendo alla lettera il comma. [ovviamente non è così, l'Italia si professa stato laico quando in realtà è ancora fortemente dominato dall'influenza cattolica]
    Esistono coppie etero che non possono avere un figlio: madre natura ha deciso che loro non sono fertili e quindi non possono avere una prole, dobbiamo negare loro l'adozione per questo?
    Non è mica tanto diverso per un omosessuale, non è che decidi di provare interesse erotico verso il tuo stesso sesso, è un fatto di geni, puramente naturale e non dettato dall'arbitrio umano. Se un cittadino o una cittadina gay desiderano provare la gioia di essere padre/madre, una volta appurato che questo non comporterà disagi al bambino, negare loro tale diritto sarebbe appunto anticostituzionale. Poi sei libero di non fartelo piacere, ma penso che la Costituzione debba proprio rappresentare il bene comune, superiore a quello del singolo.
    Discorso identico per i matrimoni gay civili, l'unica differenza lì è che non ci sono i diritti dei bambini da tutelare e quindi opporsi a tale procedura è solo sintomo di razzismo e omofobia, da lì non si scappa.
    M'illumino d'immenso.
    Shepard

  8. #38
    imma a huge fahget L'avatar di sentinel
    Data Registrazione
    Sat Apr 2005
    Località
    Aperture Science Cooperative Test Initiative
    Messaggi
    7,806

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Prince GAS Vegeta Visualizza Messaggio
    Scusate ma solo perchè uno scienziato reputa che non ci siano problemi alla psiche di un bambino in questi casi, non significa che sia vero.

    Scienziati dicevano che il fumo non fa male, scienziati dicevano anche che non ci sono prove che i cellulari possano causare danni...

    Quindi non è solo una questione di società in cui viviamo, nessuno studio del mondo potrà convincermi che per un bambino sia indifferente avere o meno una MADRE. I ruoli genitoriali sono diversi, punto e basta.
    Vabbeh se si ammette che non importa che prove ti si presentino, uno rimarrà della propria opinione, che senso ha anche solo iscriversi a un forum, vedere le proprie idee bianco su blu?
    Forse quando rimarrà solo sale e terra e le stelle cadranno, ti sentirai a casa.

  9. #39
    Yay L'avatar di Feleset
    Data Registrazione
    Thu Jun 2007
    Località
    Castello errante
    Messaggi
    12,180

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ajeje. Visualizza Messaggio
    A parte il fatto che bisogna vedere come sono state fatte quelle ricerche e da chi
    Nei link che ho inserito c'è scritto tutto, ho riportato sia una ricerca americana (una delle tante, ne hanno fatte parecchie e a quanto pare arrivano tutte alle medesime conclusioni), sia il parere dell'associazione di psicologi italiana (che non coincide con il sito delle famiglie arcobaleno, sono due cose distinte).

    L'adozione alle coppie omosessuali è legale in Stati come Inghilterra, Svezia, Spagna e altri Paesi europei, ergo viene logico pensare che anch'essi prima di far entrare in vigore una legge si siano basati su questo tipo di studi.



    Per rispondere a PGV, sì, alcuni scienziati sbagliano, ma ce ne si accorge perché altri dimostrano altre tesi. Postami queste tesi e ne discutiamo, scusami se di mio non metto sullo stesso piano l'opinione di decine di esperti con la tua (e sì, non ho problemi ad ammettere che le tue tesi sulla fine del mondo mi causano un certo pregiudizio sulla tua affidabilità scientifica).

  10. #40
    Senior Member L'avatar di sssebi
    Data Registrazione
    Thu Jan 2008
    Località
    Catania
    Messaggi
    7,446

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ajeje. Visualizza Messaggio
    Ma che cazzata. A parte il fatto che bisogna vedere come sono state fatte quelle ricerche e da chi (l'associazione famiglie arcobaleno è ovvio che avvalori tesi a favore, visto che sono appunto a favore dell'adozione), da quello che ho letto sono tesi che parlano di sviluppo della psiche, la quale non verrebbe compromessa nel caso in cui il bambino sia allevato da genitori eterosessuali o omosessuali. E credo che non ci volesse uno studio poi così approfondito per essere d'accordo con tale tesi. Il discorso è diverso, anzi i discorsi diversi sono 2. Uno riguarda il contesto in cui il bambino deve crescere, ossia la società attuale (mi limito ovviamente al caso della società italiana). Mi sembra sotto gli occhi di tutti che, ora come ora, un bambino avrebbe enormi difficoltà di integrazione, soprattutto in certi posti dell'Italia. Ora non per essere razzista eh, ma un conto è se vivesse qui dove vivo io, un conto è se vivesse in altri posti. Prendo come esempio la Calabria, luogo nel quale ho trascorso lunghi tratti della mia vita e dove posso parlare con cognizione di causa che lì c'è proprio un'arretratezza tangibile rispetto a dove vivo io. Il problema del bullismo e della discriminazione c'è, è presente ed è reale (c'è anche qui eh, ma in altri posti più di altri). La società attuale non è pronta ora come ora nemmeno al matrimonio fra gay, figuriamoci all'adozione.

    Per rispondere a Slayer, no, da un punto di vista prettamente psichico non è destabilizzante vivere in una famiglia gay, da un punto di vista culturale invece, per ora, sì. Il cambiamento a cui fai riferimento nel tuo primo post è necessario, ma c'è cambiamento e cambiamento. Una lenta e lunga campagna di sensibilizzazione contro l'omofobia fatta magari a partire dalle scuole è probabilmente la cosa migliore. Sarà una cosa lunga, è indubbio, ma sicuramente è meno pericolosa di un cambiamento così grande fatto in una società in cui non è ancora pronta.

    L'altro discorso a cui accennavo prima invece è (ma è più soggettivo) che non vedo per quale motivo 2 gay dovrebbero avere un figlio. Due persone dello stesso sesso in natura non possono avere figli, sempre in natura ci sono solo esempi di bi-sessualità e non omosessualità come tanti dicono (fra l'altro in alcune specie c'è esclusivamente per dominanza) solo da un punto di vista del mero atto sessuale. Nelle rare specie in cui esistono famiglie (lupi ad es.) i nuclei con piccoli sono solo di maschi e femmine (come è ovvio che sia).
    Veramente non vedo il perché due persone omosessuali debbano avere figli. Personalmente non è che sia contrario in assoluto, ma certamente non sono favorevole, il diritto di avere un figlio che tanto vanno decantando i gay io sinceramente non lo vedo proprio da nessun punto di vista.

    Il discorso del "meglio che in orfanotrofio", a cui faceva riferimento blaze è appunto una discussione del cavolo, è ovvio che tutti sono d'accordo. Ed in ogni caso è doppiamente un discorso sterile e che non si pone: l'iter per avere in adozione un figlio in Italia è qualcosa di allucinante. In pratica ci sono centinaia di coppie (ovviamente eterosessuali) che non possono adottare per difficoltà burocratiche ma soprattutto economiche. Conosco personalmente uno che lo sta facendo, le pratiche di adozioni sono costosissime e lunghissime. Sono anni che questa persona sta facendo decine di colloqui con specialisti per garantire l'idoneità, spendendo migliaia di euro in viaggi (perché il figlio adottato in Italia non esistono, sono solo stranieri) e non solo. Basterebbe anche solo questo per diminuire il numero di bambini in orfanotrofio. Ma comunque il discorso è un altro.
    Precisiamo intanto che l'affermazione che ho fatto era provocatoria appunto perché so che ci sono molti contrariati e volevo vedere le loro opinioni per farmi un'idea più chiara (ho sempre detto di non aver preso una posizione chiara a riguardo).
    Poi sono d'accordo sul fatto che le adozioni non dovrebbero partire da ora, in una società come quella attuale il bambino vivrebbe un incubo (infatti nel mio post avevo scritto "col tempo che serve"). Però questo non mi porta a dire che le adozioni non dovrebbero esserci, anzi, dal momento che ci sono questi problemi sociali, devono essere al più presto superati perché non vanno assolutamente bene e bisogna convincersi di poterli superare perché molte altre cose col tempo si sono risolte per il giusto, grazie alle lotte e ai sacrifici. Considerando le cose come stanno, garantire le adozioni alle coppie omosessuali è una battaglia che va combattuta, a mio avviso ne vale la pena.
    A me interessavano di più le conseguenze psichiche, allora lì sì che la cosa cambiava, ma al momento mi sembra che non ci siano problemi da quel punto di vista.

    Il secondo punto è soggettivo, quindi posso solo dirti di non essere dal tuo stesso punto di vista. Per me è giusto che tutti vengano trattati allo stesso modo.

    Citazione Originariamente Scritto da Prince GAS Vegeta Visualizza Messaggio
    Scusate ma solo perchè uno scienziato reputa che non ci siano problemi alla psiche di un bambino in questi casi, non significa che sia vero.

    Scienziati dicevano che il fumo non fa male, scienziati dicevano anche che non ci sono prove che i cellulari possano causare danni...

    Quindi non è solo una questione di società in cui viviamo, nessuno studio del mondo potrà convincermi che per un bambino sia indifferente avere o meno una MADRE. I ruoli genitoriali sono diversi, punto e basta.
    Portami uno scienziato che dice che il fumo non fa male e io te ne posso portare mille che dicono il contrario; portami uno scienziato che dice che il cellulare non può causare danni e io te ne porto mille che dicono il contrario.
    Davanti alla scienza c'è poco da obiettare, se qualcuno sbaglia quelli saranno casi isolati di grande incompetenza e tutto il resto facilmente può confutarlo con delle prove scientifiche che mettono il punto definitivo sulla situazione.

    Se mi porti quindi degli scienziati che mi provano scientificamente la destabilizzazione da parte di un bambino per la mancata presenza di una madre allora ne possiamo parlare e ti daremo tutti ragione, ma se ci presenti solo la tua opinione di fronte a studi scientifici che dicono il contrario, allora questa non avrà nessuna valenza.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •