The Skywalker Saga: Abbiamo provato l'evoluzione dell'universo ludico LEGO

Tutte le novità del nuovo titolo LEGO testate in oltre un'ora di giocato. Ecco tutto quello che vi aspetta dal prossimo 5 Aprile

The Skywalker Saga: Abbiamo provato l'evoluzione dell'universo ludico LEGO
Tiscali GameSurf

Anche se l’azienda danese aveva già dato la sua particolare visione “a mattoncini” dell’universo Star Wars con diversi titoli dedicati al franchise, il capitolo “The Skywalker Saga” ricopre un particolare interesse all’interno dell’ecosistema creato dai TT Games, già responsabili di almeno una ventina di giochi dedicati al mondo LEGO. Dopo aver assistito ad una presentazione online e aver messo direttamente le mani sull’Episodio IV del gioco, possiamo dirvi che quanto vi troverete di fronte il prossimo 5 Aprile sarà un gioco differente rispetto a quanto visto fino ad esso, pur portando i segni incontrovertibili del classico approccio leggero e umoristico che ormai permea ogni loro produzione dedicata a questa particolare linea di giochi.

Il cambio di rotta è avvisabile già dall’estetica, che finalmente appare sicuramente più curata e dettagliata, in particolare negli ambienti esterni, ma anche per un cambio di prospettiva che accomuna The Skywalker Saga ad altri action adventure di ben altra fattura e concezione. La telecamera posta immediatamente alle spalle dei protagonisti sembra sicuramente più congegnale nell’affrontare le varie situazioni che il gioco ci metterà di fronte, da quelli di shooting vero e proprio a quelle di puzzle solving, senza disdegnare ovviamente le sezioni dove dovremo letteralmente “costruire” strumenti e oggetti utili per il prosieguo della missione in corso.

Come suggerito dal titolo, il gioco prenderà in esame tutti e nove i film della saga principale, con qualche leggero rimando anche a Rogue One, e vedrà il giocatore prendere i panni di tutti i protagonisti dei film, più qualche aggiunta “necessaria” per la soluzione di qualche puzzle o passaggio particolare. Come da tradizione il gameplay risulta essere molto semplificato e adatto soprattutto al pubblico dei giovanissimi, con fasi di shooting molto basiche, puzzle filoguidati in caso di necessità e passaggi molto accessibili. Quello su cui TT Games ha lavorato tantissimo è sull’amplificazione dell’esperienza ludica all’interno del mondo cinematografico di Star Wars.

Non solo sarà presente una immensa enciclopedia dove potremo collezionare tutte le informazioni su personaggi, veicoli, armi e strumenti che incontreremo durante il nostro cammino, ma avremo accesso anche ad un mondo di gioco davvero vastissimo: un vero open world intergalattico. Il giocatore potrà quindi scegliere, una volta avuto accesso agli strumenti adatti, di poter viaggiare su altri sistemi e pianeti, affrontando il viaggio in prima persona e senza ricorrere agli spostamenti rapidi. Nel corso di questi spostamenti potremo intercettare e ingaggiare navicelle ostili, dirottare carichi commerciali o accettare ulteriori missioni secondarie, aprendo un ventaglio praticamente immenso sul mondo di gioco.

The Skywalker Saga dimostra quindi di voler prendere le distanze da quanto fatto fino ad ora, pur senza rinnegare un gameplay che ha comunque dimostrato di riuscire ad accontentare praticamente tutti. Il nostro test, di oltre un’ora, all’interno di Episodio IV, conferma le ottime impressioni che abbiamo avuto nel corso della presentazione. Il titolo TT Games si lascia giocare piacevolmente, grazie ad un approccio molto variegato che offre tanti stili differenti, ma tutti ben curati e amalgamati, con una vena ironica praticamente costante che tende a stemperare le scene combattimento sullo schermo e a dissacrare quel Mostro Sacro di Star Wars. Viste le premesse l’appuntamento del 5 Aprile appare sempre più interessante, e non vediamo l’ora di mettere mano alle infinite sorprese (sono praticamente dietro ogni angolo) che ci riserverà questo The Skywalker saga.