Gamesurf

DC League of Super Pets: i super problemi dei super animali dei super eroi

Tiscali GameSurf

Arriva il 1 settembre nelle sale italiane la trasposizione cinematografica sul super-cane più famoso di sempre: Krypto. Il "migliore amico" del super eroe per eccellenza dividerà la scena con altri super amici, in un momento di esilarante pluralità. “DC League of Super-Pets” sembra, infatti, essere uno dei film di animazione più attesi nella stagione autunnale del 2022. I più fortunati, però, nel nostro Bel Paese avranno modo di guardare questa pellicola in anteprima durante il Giffoni Film Festival, proprio nel corso della, presentazione che due dei doppiatori italiani faranno per i Jurors.

Saranno, infatti, Lillo Petrolo e Maccio Capatonda a prestare la loro voce per la versione italiana dei due principali protagonisti, sostituendo rispettivamente Dwayne Johnson e Kevin Hart. E se da una parte si avrà modo di incontrare il 29 luglio, le due principali voci italiane; nel voice acting originale troviamo attori come: John Krasinski, in qualità di Kal-El (Superman se preferite) e Keanu Reeves come voce di Batman. Gli altri super-amici di Krypto avranno le voci di: Kate McKinnon, Vanessa Bayer, Natasha Lyonne, Diego Luna, Thomas Middleditch e Ben Schwartz.

Tutto quello che al momento si sa su questo film di animazione è la missione che i super-animali dovranno cercare di portare a termine. Superman, così come gli altri componenti della Justice League, sono stati rapiti e sarà loro compito dover portare in salvo i loro padroni. Avremo, dunque, modo di divertirci con le loro rocambolesche avventure e i loro tentativi di creare un piano in grado di poter salvare i più potenti supereroi del mondo DC. La primaria missione di Krypto  (Dwayne Johnson), coordinato da Asso (Kevin Hart), sarà quella di far gestire i poteri appena scoperti al resto della banda animale. Vedremo, come si evince già dal trailer, un improvvisato gruppo di animali domestici composto da MP la panciuta maialina (Vanessa Bayer), Merton la tartaruga (Natasha Lyonne) e Chip lo scoiattolo (Diego Luna).

Ma cosa c’è da sapere sul cane di Superman prima di arrivare al cinema?

Beh è presto detto. Krypto nasce sulla scia di quel crescente amore che nel 1955 stava catturando l’attenzione del pubblico: la fantascienza. Sappiamo tutti che la prima pubblicazione di Superman risale agli anni ’30, ma dopo ben vent’anni dalla sua uscita, gli autori Otto Binder e Curt Swan decisero che era ora che avesse un animale domestico. Ben presto, esattamente come Clark Kent, anche gli altri componenti della Justice League adottarono animali di altre specie che avevano le stesse capacità di questo meraviglioso labrador. Dobbiamo, quindi, dire grazie alla serialità di “Ai confini della realtà” (The Twilight Zone, andata in onda dal 1959 al 1965) se ad oggi abbiamo questo super cucciolo.

La fantascienza seriale ha, quindi, incontrato le pagine fumettistiche. Tanti autori, così come quelli della DC Comics, iniziarono a dare vita a una lunga sfilza di super-animali, ma possiamo dire che Krypto e Asso sono stati i capostipiti della specie. Come fa, però, Krypto ad arrivare a Kal-El considerate le vicissitudini che hanno spinto l’espulsione del piccolo Kryptoniano? Una serie di fortuiti eventi!

Krypto, infatti, venne acquistato da Jor-El alla nascita di Kal-El, così che il cane potesse far compagnia al figlio durante le fasi di crescita. Successivamente, considerate le condizioni del pianeta, il cucciolo fu vittima degli esperimenti spaziali che avrebbero poi successivamente salvato il suo padrone. Usato come cavia, durante uno dei lanci di prova venne urtato da una meteora che lo spinse a navigare nello spazio senza alcuna rotta, riuscì ad atterrare sulla Terra pochi anni dopo l’arrivo di Clark. Una volta su questo pianeta, grazie al suo super-fiuto, ebbe la capacità di trovare il suo padroncino e fin da subito lo affiancò con l’identità segreta di Chip battendosi e volando per tutta Smallville.

Non possiamo far altro che aspettare la data di uscita nelle sale italiane per poter cercare di scoprire di più delle avventure dei Super-Pets. Una cosa è certa, in animazione il contesto DC sembra muoversi con le dovute attenzione creando un prodotto dal target apparentemente trasversale.