Preview Warm Up!

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (19 novembre 2000)
La risposta alla domanda posta nell'introduzione è senza ombra di dubbio negativa, ma questo, sia chiaro, non per sminuire le aspettative sul futuro gioco dei Lankhor, bensì per una marcata differente impostazione di gioco per cui i due titoli sono semplicemente non confrontabili. Grand Prix 3 è il meglio che c'è sul mercato delle simulazioni, in cui le regolazioni e gli assetti la fanno da padrone; Warm Up! invece risulta essere di chiara impostazione arcade, con modello di guida semplificato al massimo che fa dell'immediatezza e della giocabilità i suoi punti di forza. Una cosa che salta subito all'occhio, già notando la cover, è la mancanza di quel piccolo, ma molto significativo marchio FIA, acronimo di Federazione Internazionale dell'Automobilismo. Ebbene si, il gioco prodotto da Microids non gode di nessuna licenza ufficiale, quindi dimentichiamoci i nomi dei piloti, i marchi delle scuderie, le livree originali delle monoposto e le pubblicità disseminate lungo le piste. Sebbene ciò non tolga nulla al gioco è innegabile una perdita di fascino e di immedesimazione. A parte questo Warm Up! ha tutte le carte in regola per potersi meritare un ruolo di tutto rispetto nel panorama dei giochi ambientati nel circus iridato. Ma vediamo in dettaglio ciò che ci potrà offrire Warm Up!..
Warm Up! - Immagine 1
Tutte le automobili pronte sulla pista, oggi grande gara di velocità GO!
SIMULAZIONE, ARCADE O X?
Il gioco è suddiviso in due sezioni: Arcade e Simulazione. Nella prima ci troveremo di fronte un'impostazione che richiama quella dei coin op da sala giochi in cui saremo chiamati a scegliere un circuito tra i 17 disponibili (che tra l'altro sono quelli ufficiali della stagione 2000/2001 con tanto di Indianapolis) e a gareggiare compiendo un numero prefissato di giri, sorpassando a più non posso le vetture avversarie, al fine di ottenere un punteggio che potrà essere inserito nella Hall of Fame. Non avremo nessuna opzione disponibile, nessun settaggio, e se vogliamo essere pignoli non avremo neanche bisogno dei freni, visto che durante la gara non si useranno quasi mai e anche durante le uscite di pista la vettura si comporterà pressappoco nella stessa maniera, l'unico svantaggio consiste nel fatto che ci verranno tolti 1000 punti al nostro score nel caso tagliassimo qualche curva. Ben più corposa è la sezione Simulazione, che è divisa in varie categorie. Nella "Corsa Veloce" verremo catapultati dentro a un circuito senza bisogno di qualifiche, giri di prova e settaggi vari; il "Gran Premio" comprende invece le prove libere, qualifiche, warm up e gara. La modalità "Campionato", invece, riproduce le diciassette prove del mondiale di Formula 1 e infine la modalità "Ghost Car" consiste nel misurarsi contro un'"ombra" la cosiddetta ghost car al fine di migliorarsi sempre più per realizzare il giro più veloce. Interessante l'opzione che ci permetterà di scaricare da Internet le ghost car di altri giocatori con cui confrontarsi sfidando i migliori piloti della Grande Rete
0 commenti