Preview Micromachines V4

Tornano sugli schermi le automobiline più irriverenti della storia!
Andrea CasettiDi Andrea Casetti (28 aprile 2006)
Impossibile non conoscere le Micromachines: alzi la mano chi di voi non le ha mai sentite nominare. È davvero impensabile che qualcuno possa davvero non avere mai sentito parlare di un vero e proprio fenomeno capace di rimpiazzare le canoniche macchinine, tra adolescenti che hanno da poco smesso di giocarci, genitori che sono stati assillati dalle richieste dei figli e, infine, giovani che hanno assistito alla nascita dell'idea di concentrare una macchina sulla punta di un dito. È proprio quest'ultima la particolarità contraddistintiva delle Micromachines: la ridottissima dimensione che le rende particolarmente adatte per giocarci in qualsiasi ambiente, con quelle ruote sproporzionate che donano il caratteristico appeal.
Ed essendo ormai un vero e proprio fenomeno di costume, poteva mancare il classico videogioco ad esso dedicato? Ovviamente la risposta è no, altrimenti non saremmo qua a parlarne. In ogni caso va precisato che il gioco di cui ci apprestiamo a parlare, intitolato Micromachines V4, come testimoniato dal nome è il quarto episodio di una fortunata serie capace di appassionare i giocatori su PsOne prima, PS2 poi.
Micromachines V4 - Immagine 2
L'immancabile tavolo da biliardo
Micromachines V4 - Immagine 3
Prima di ogni gara un volo d'angelo vi permetterà di dare un'occhiata al prossimo campo di battaglia
Micromachines V4 - Immagine 4
I veicoli sono realizzati piuttosto bene
Fair play? No grazie!
Come è facile immaginare, non si tratta di un titolo dalle velleità simulative, bensì di un gioco che mischia abilmente alla frenesia delle corse miniaturizzate, la totale assenza di fair play e un vero e proprio arsenale di armi tanto devastanti quanto divertenti.
L'animo prettamente arcade è immediatamente percepibile nel modello di guida, che sarà in grado di darvi la sensazione di essere davvero al volante di automobiline con ruote di plastica, in quanto ogni curva dovrà essere affrontata “alla Colin McRae”. E la situazione non cambia di tanto passando da una categoria di auto all'altra: tutte le macchinine si guidano più o meno allo stesso modo, rendendo piuttosto difficili da rilevare le differenze di tenuta di strada tra una e l'altra. Discorso a parte, invece, se lo merita la velocità, particolarmente accentuata in alcune categorie d'auto piuttosto che in altre.

A proposito di veicoli disponibili, va segnalata immediatamente la mancanza delle navi, che vi impedirà così di ritrovarvi a competere nella classica vasca da bagno. Per fortuna tale assenza è compensata da oltre 750 veicoli appartenenti a 25 classi differenti, che riportiamo qui di seguito: muscle, d'epoca, rally, classiche, da esposizione, hot rod, da corsa, street racers, bevi-benzina, cittadine, hot-hatch, fuoristrada, concept car, d'epoca da corsa, ammiraglie, sportive, da deserto, pick-up, lussuose, low-rider, stock-car, Custom, da corsa GT, utilitarie e dragster.
Ciascuna macchinina è ben realizzata, con una cura nei dettagli che le rende davvero simili alle controparti reali (comprese le ruote sproporzionate) e addirittura il movimento delle sospensioni in funzione delle condizioni di guida, quasi si trattasse di auto vere e proprie.
Arsenale inside
Micromachines V4 - Immagine 7
Attenzione a quelle palle da biliardo: sembrano pericolose
Micromachines V4 - Immagine 8
Nemmeno il garage sarà risparmiato dalle vostre scorribande
Micromachines V4 - Immagine 9
I cornicioni sono il luogo ideale per trasformarsi in una pista
Va precisato, tuttavia, che il valore di queste 750 macchinine non si avvicina minimamente alle 700 auto che vanta GT4: in questo caso molte di loro differiscono le une dalle altre solo per la colorazione e, come detto, sono caratterizzate da prestazioni non troppo dissimili tra loro, sia che si parli di dragster, sia che siate al volante di utilitarie.
Ciò che invece il capolavoro Polyphony non si può certo sognare è un arsenale comprensivo di ben 25 armi, tra cui mitragliatrici, bombe, missili, raggi laser e martello senza dimenticare gli asciugacapelli e i lanciafiamme.
Buona è anche la varietà delle ambientazioni: in questo episodio della saga sono presenti 50 circuiti ricavati da 25 ambientazioni tanto impensabili quanto divertenti, che includono: tavolo da biliardo, museo, cucina, tetto, strada, gabbia di polli, retina per capelli, fogna, falegnameria, bagno, fast-food, garage, laboratorio di scienze, parrucchiere, ufficio, giardino, stanza da letto, barca, centro commerciale, biblioteca, spiaggia, centro botanico, macelleria, supermercato e piscina.
Ciascun tracciato è pieno zeppo di insidie, con tanto di elementi mobili che diventano ostacoli imprevedibili per le vostre bizzarre competizioni (giusto per citare un paio di esempi, le palle da biliardo oppure le uova che rotolano in cucina).

In ogni caso il divertimento è assicurato: la notevole sensazione di velocità che riesce a dare il gioco, aggiunta all'irriverenza delle gare di sopravvivenza sono un mix davvero appassionante, ottimo per divertirsi in single player, imperdibile per chi si vuole divertire con gli amici con dei party games in cui è premiato chi spinge fuori dal tracciato l'avversario e chi riesce a centrare gli altri concorrenti con i lanciamissili, fino al distacco delle loro ruote.
Chiude il quadro la possibilità di connettere la versione PS2 con la PSP, capace quindi di garantire la continuità tra le partite casalinghe e quelle fuori sede.
Micromachines V4 - Immagine 11
Ed ecco i ricostituenti... Meglio non farseli scappare!
Micromachines V4 - Immagine 12
I drugsters sono particolarmente aggressivi
Micromachines V4 - Immagine 13
Attenzione a buchi e trappole!
Micromachines V4 è il classico esempio di party game: un gioco divertente se giocato da soli, devastante ed esilarante se giocato in compagnia di amici. L'irriverenza delle gare tra macchinine armate fino ai denti è tale da coinvolgere chiunque, anche gli amanti del genere simulativo che di tanto in tanto desiderano staccare un attimo la spina per cimentarsi spensieratamente al volante di bizzarre auto armate. Un numero davvero notevole di veicoli (750, raggruppati in 25 categorie, anche se va detto che molti di loro sono identici a meno della colorazione), una cinquantina buona di tracciati e un arsenale di 25 armi garantiscono il divertimento. Per il verdetto finale state sintonizzati.
0 commenti

Micromachines V4

Disponibile per: PS2 , PC
Micromachines V4 PS2 Cover
Empire
Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Chambers
Chambers

La teoria cellulare alla base della nuova serie horror Netflix

L'alienista
L'alienista

I Mindhunter nella New York di fine Ottocento

Empire
Atelier Lulua: The Scion of Arland
Atelier Lulua: The Scion of Arland

Torniamo ad Arland per seguire le avventure della giovane Lulua

Total War: Three Kingdoms
Total War: Three Kingdoms

La lotta dei tre regni secondo Creative Assembly

Sniper Elite V2 Remastered
Sniper Elite V2 Remastered

Cecchini ad alta risoluzione

Assetto Corsa Competizione

1

Assetto Corsa Competizione

Manca ormai poco ad Assetto Corsa Competizione. L'abbiamo provato in anteprima ed ecco le nostre impressioni

Team Sonic Racing

1

Team Sonic Racing

Sonic torna a sfrecciare sui kart!