Anteprima Mass Effect

Una conversione spaziale!
Ferdinando SaggeseDi Ferdinando Saggese (27 marzo 2008)
Nonostante sulla copertina italiana dell'ultimo capolavoro Bioware comparisse il logo “solo per xbox 360”, davamo quasi per scontata la pubblicazione di “Mass Effect” su personal computer. Quello che non ci aspettavamo è la scelta, da parte del talentuoso team di sviluppo, di non appoggiarsi alla giovane etichetta “Games for Windows”, ma di sfruttare appieno la struttura del publisher che lo ha recentemente acquisito.
 
Electronic Arts ha quindi organizzato, presso i suoi uffici milanesi, una presentazione del titolo, alla quale hanno partecipato due simpatici ragazzotti interni alla software house canadese, che in un paio d'ore hanno illustrato le numerose novità introdotte in questa versione del gioco, esprimendo il loro punto di vista riguardo alcune importanti tematiche legate al mondo dei videogiochi. La comunity che gravita attorno ai titoli Bioware è una delle più numerose ed attive del panorama videoludico.
Mass Effect - Immagine 1
Mass Effect - Immagine 2
Mass Effect - Immagine 3
 
Coltivati a suon di editor, gli appassionati che intasano ogni giorno le pagine del forum ufficiale sono fonte inesauribile di critiche e nuove idee, dalla quale la software house non ha mai nascosto di attingere per gettare le basi dei suoi progetti più importanti. Anche per una conversione come questa, il team di sviluppo ha considerato le annotazioni e vagliato le proposte più interessanti comparse sul forum, proposte che, una volta realizzate, hanno ulteriormente affinato le meccaniche di un gioco pressoché perfetto.
 
L'aspetto su cui gli sviluppatori hanno concentrato i loro sforzi è ovviamente il sistema di controllo. Nonostante il pad 360 rappresenti un ottimo compromesso tra compattezza e versatilità, le possibilità offerte dall'accoppiata mouse e tastiera hanno suggerito a Bioware di ridisegnare l'interfaccia di gioco, implementando nuove ed interessanti feature per il sistema di controllo. Tralasciando la nuova veste grafica dell'inventario (ora tutto è a portata di click), le modifiche più interessanti riguardano la gestione delle armi e delle abilità. È oggi possibile selezionare rapidamente una delle quattro armi disponibili, senza scorrerle tutte e senza accedere al menù equipaggiamento, così come è possibile impostare pratiche scorciatoie da tastiera per lanciare le abilità più utilizzate.

Questo permetterà di realizzare lunghe combinazioni di attacco senza soluzione di continuità, sollevando ad esempio gli avversari per finirli con le armi da fuoco, piuttosto che per lanciarli verso gli oggetti più solidi dello scenario. Il risultato è una gestione più intuitiva e coreografica degli scontri, che porterà il giocatore a sperimentare nuove strategie di gioco. Uno dei principali difetti imputati alla versione console di “Mass Effect” riguardava l'intelligenza artificiale dei personaggi alleati che, nelle situazioni di gioco più concitate, finivano puntualmente per ostacolare le azioni del giocatore. Questo problema è stato parzialmente risolto dal nuovo sistema di gestione degli ordini, che permetterà di impostare spostamenti ed azioni indipendenti per ogni componente della squadra.
 
Mass Effect - Immagine 4
Mass Effect - Immagine 5
Mass Effect - Immagine 6
Questa innovazione, che ci auguriamo venga estesa alla versione console (magari attraverso una patch), permetterà di impostare con maggior precisione le strategie di attacco, assecondando alla perfezione la certosina personalizzazione delle abilità dei personaggi. Lasciare il cecchino nelle retrovie e portare il soldato al centro dell'azione non sarà più un problema, evitando al giocatore una marea di caricamenti rapidi finalizzati al recupero di compagni “distratti”, magari caduti in trappole elementari. Anche la guida dei veicoli, vedi del "Mako", ha tratto giovamento dal nuovo sistema di controllo.
 
Se su 360 le sezioni a bordo del corazzato erano particolarmente difficili da gestire, il nuovo sistema basato sulla combinazione di tasti “w”, “a”, “s”, “d”, e la libera gestione della telecamera semplificheranno sensibilmente gli spostamenti. Una altra piccola novità riguarda l'aggiramento dei sistemi elettronici e delle serrature, che non si baserà più sulla “semplice” pressione di una combinazione di tasti, ma su di un nuovo mini gioco (molto simile a “Frog”), in cui il giocatore dovrà raggiungere il centro di un circuito circolare, senza colpire i vari blocchi rotanti che ne limiteranno l'accesso.
 
Durante la presentazione, i ragazzi di Bioware hanno espresso il loro apprezzamento per il sistema di Achievements che Microsoft ha introdotto su 360, sistema che hanno deciso di mantenere anche su pc. La scelta di non adottare l'etichetta "Games for Windows" ha però imposto l'ideazione di un sistema interno per la gestione degli obbiettivi, che verranno memorizzati su di un server dedicato. Sotto il profilo tecnico il titolo si presenterà pressoché invariato rispetto la sua controparte console.
 
Bioware ha mantenuto le risoluzioni widescreen, adattando il gioco alle convenzionali 4:3 in alta definizione, migliorando nel contempo la resa grafica delle texture ed aggiungendo piacevoli effetti a tutto schermo. I tempi di caricamento, accettabili già su console, sono stati drasticamente abbattuti su pc ed il gioco è stato ottimizzato per girare anche su configurazioni vecchie di un paio d'anni. Non è ancora chiaro se il motore grafico supporterà a pieno le novità introdotte dalle discusse DirectX 10, quello che sappiamo è che il gioco girerà indifferentemente su Windows XP e su Vista, con buona pace di chi ha frettolosamente lasciato il vecchio sistema operativo Microsoft per passare al nuovo!
 
Mass Effect - Immagine 7
Mass Effect - Immagine 8
Mass Effect - Immagine 9
Bioware ha metabolizzato alla grande la recente acquisizione da parte di Electronic Arts. I ragazzi intervenuti all'evento hanno sottolineato l'ottima condotta del colosso americano, che ha portato nuove risorse, economiche e strutturali, senza imporre alcuna restrizione alle idee od ai progetti che Bioware sta portando avanti da anni (chi ha detto "Dragon Age"?). Il primo titolo a fregiarsi della nuova etichetta e proprio questa conversione, che si è fatta apprezzare per alcune innovazioni, che hanno colmato le seppur minime lacune del gioco originale. Lo stato dei lavori non ci permette di esprimere ulteriori giudizi, che ad ogni modo rimandiamo di pochissime settimane. La versione pc di "Mass Effect" è infatti attesa sugli scaffali statunitensi il 6 di Maggio, e dovrebbe raggiungere i negozi nostrani tre giorni dopo!
0 commenti

Mass Effect

Disponibile per: PC , Xbox 360, PS3
Mass Effect PC Cover
  • Piattaforma: PC
  • Produzione: Electronic Arts
  • Sviluppo: Bioware
  • Genere: Action RPG
  • Multiplayer Locale: Assente
  • Multiplayer Online: Assente
  • PEGI: +12
  • Data di uscita: 6 giugno 2008
Empire
La verità sul caso Harry Quebert
La verità sul caso Harry Quebert

Una serie che non ti molla fino all'ultima sequenza

Homecoming
Homecoming

Un drama raffinato in cui niente è come sembra

Il Nome della Rosa
Il Nome della Rosa

Il romanzo di Umberto Eco diventa una serie TV

American Gods

3

American Gods

Gli dei vecchi e nuovi secondo Neil Gaiman

The Umbrella Academy

3

The Umbrella Academy

I nuovi supereroi targati Netflix

Empire
Stadia
Stadia

Tutte le informazioni sul progetto gaming di Google

One Piece World Seeker

5

One Piece World Seeker

Una nuova avventura per Monkey D. Rufy

Tom Clancy's The Division 2
Tom Clancy's The Division 2

Agenti, Washington D.C. ha bisogno di voi

PlayStation Now

8

PlayStation Now

Una prima occhiata al nuovo servizio streaming (ma non solo) di Sony

Warhammer: Chaosbane
Warhammer: Chaosbane

Siamo pronti all'arrivo del brand in salsa hack'n'slash?