Anteprima Magic & Mayhem: Art of Magic

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (31 Ottobre 2000)
Prima di tutto la questione "nome". E' il dicembre del '97 quando la Mythos Game sviluppa Magic & Mayhem, gioco che arriverà, invece, sul territorio europeo come Art of Magic. Negli Stati Uniti, comunque, il prodotto Mythos continua a essere chiamato col suo originale nome di Magic & Mahyem... Tanto che il qui presente seguito dovrebbe simpaticamente unire i due appellativi in un orgiastico Magic & Mayhem: Art of Magic. Questo dice la press release distribuita dalla Virgin perlomeno, perché poi in svariati screenshot e artwork del gioco si legge chiaramente Magic & Mayhem 2... Quale la verità? Per ora non ci è dato saperlo, propenderemmo per l'insalataro Magic & Mayhem: Art of Magic, dato che ha più basi "giuridiche" (la press release) rispetto al suo concorrente. Sbrogliato il problemino, passiamo al piatto forte dell'anteprima... L'anteprima! Ehr..
Magic & Mayhem: Art of Magic - Immagine 1
La prima schermata di Magic & Mayhem: Art of Mages... Choose your destiny!
DISCENDI E GOVERNA, GLI ELEMENTI TI APPARTENGONO
Troppo tardi per rappresentare il gioco dell'anno 1997, troppo presto per assumerne il trono nel 1998: Art of Magic fu una vera e propria sorpresa con la "S" maiuscola, in un anno (il 1997), non esattamente florido per il mercato PC... Perlomeno dal punto di vista della freschezza e dell'innovazione. Sta comunque di fatto che il titolo Mythos riuscì a far breccia nel cuore non solo della critica (che gli riservò un trattamento speciale praticamente unanime), ma anche nel cuore di un buon numero di giocatori che in esso ritrovavano forse quella grande atmosfera degna dei migliori Giochi di Ruolo (ma GDR non era), unita a una semplicità e a un'immediatezza più propria degli RTS (allora nel loro momento di massimo splendore). Insomma, una ricetta vincente, arricchita ulteriormente da qualche succosa trovata che poteva addirittura richiamare alla mente i più osannati tra i giochi di carte del momento (parliamo ovviamente di Magic the Gathering). Tutto questo e una realizzazione tecnica da leccarsi i baffi e i Mythos tornarono un'altra volta a far parlare di sé nel migliore dei modi possibile
0 commenti