Anteprima Jump Force: Unite to Fight

Abbiamo provato il tutti contro tutti di Bandai Namco
Giuseppe De LucaDi Giuseppe De Luca (17 ottobre 2018)

Chiunque di noi segua manga o anime si Ŕ sempre posto una domanda, la cui risposta ha impegnato le pi¨ grandi menti del nostro pianeta, senza per˛ riuscire a derimere la questione completamene.

E’ pi¨ forte Goku o Monkey D. Rufy?

Ovviamente al posto di Rufy potete metterci qualsiasi altro personaggio vi venga in mente, tanto il metro di paragone rimane sempre il buon Saiyan.

Magari l’intenzione di Jump Force non Ŕ quella di dare una risposta definitiva a questa domanda, ma sicuramente vi permetterÓ di mettere in campo tantissimi personaggi le cui gesta abbiamo avuto modo di ammirare sulle pagine di Weekly Shonen Jump, rivista storica del Sol Levante, dove hanno avuto i loro natali capolavori come Dragon Ball, One Piece, Saint Seiya e tanti altri.

Jump Force non Ŕ un classico picchiaduro (alla Street Fighter tanto per intenderci) ma segue la moda degli ultimi anni del “Fighting Arena”, ossia combattimenti con visuale alle spalle del personaggio che controlliamo, con completa libertÓ di movimento nelle tre dimensioni.

Nello scorso fine settimana abbiamo avuto modo di provare una closed beta (anche se forse, per quanto visto, siamo ancora in una fase veramente embrionale del prodotto).

PRIMA IMPRESSIONE

Piccolo sfogo: per motivi personali, sulle 4 sessioni disponibili, sono riuscito a prendere parte solo a quelle del mattino (sveglia alle 5 e mezza, sabato e domenica, lo stakanovismo ci fa un baffo).

Sarebbe stato carino avere un altro paio di sessioni (soprattutto di domenica pomeriggio)...

Tornando al gioco, Jump Force si presenta al momento in maniera molto scarna. Non ci sono men¨ di opzioni per ora ma solo la possibilitÓ di entrare direttamente nell’hub principale dove ci muoveremo con il nostro avatar (uno tra i 6 preimpostati, ma sicuramente sarÓ possibile crearsene uno personalizzato).

Parliamo di hub principale perchŔ, come visto in altri giochi, utilizzeremo il nostro avatar per parlare con vari NPC che hanno diverse funzioni, ovviamente al momento tutte disabilitate, tranne la battaglia online.

Non essendoci molto da fare, ci buttiamo subito nel combattimento, con possibilitÓ di combattere contro la CPU o contro avversari umani.

Jump Force Ŕ un Fighting Arena 3vs3, il che significa che dovremo creare il nostro team scegliendo 3 dei personaggi disponibili (con numero sicuramente destinato ad aumentare in futuro). E’ possibile anche fare una scelta randomica dei nostri personaggi, in maniera tale da non fossilizzarsi sempre sugli stessi.

Dopo la selezione personaggi, abbiamo anche la selezione dello stage di combattimento. Anche qui Ŕ possibile selezionarlo in maniera randomica, ma per ora c’e’ da notare come gli stage di combattimento, per la maggior parte, sono scenari reali e non specifici dei mondi di gioco (anche se Ŕ giÓ presente Namecc, il che fa presupporre che ci saranno anche altri stage legati ad alcuni titoli).

Jump Force: Unite to Fight - Immagine 1

Indipendentemente dai personaggi che selezionamo il moveset degli attacchi base rimane sempre lo stesso: attacco leggero e veloce, attacco pesante con cui poter spezzare la guardia avversaria, proiezione e salto.

Quello che cambia sono ovviamente le mosse speciali di ogni personaggio, attivabili con la pressione di R2 e uno dei tasti del pad. 3 di queste tecniche sono sempre disponibili, a patto di avere abbastanza energia caricata nell’indicatore apposito, che si carica sia colpendo l’avversario che tenendo premuto lo stesso R2 (rimanendo immobili alla mercÚ dell’avversario).

Per utilizzare la tecnica finale di ogni personaggio invece bisogna subire colpi fino a caricare completamente la barra del Risveglio.

Questa tecnica solitamente Ŕ legata ad una trasformazione del personaggio (Goku e Vegeta diventano Super Saiyan, Ichigo e Rukia effettuano il Bankai e cosý via dicendo). Visivamente sono uno spettacolo da vedere, ma con il tempo il fattore “WOW” delle prime volte viene scemando.

Purtroppo il gameplay risulta essere molto scarno: dopo aver preso un po’ la mano (e capito quali sono i personaggi con le mosse speciali pi¨ forte, perchÚ tutto sono fuorchÚ bilanciate), Jump Force si limita ad essere un continuo spostamento sulle tre dimensioni nello stage di combattimento, fino a quando non si riesce ad attivare la tecnica giusta e colpire l’avversario.

Inoltre, scelta molto discutibile, il team ha una sola barra di vita condivisa, a differenza di altri titoli con sistema di combattimento simile, dove ogni personaggio ha una sua barra e con la possibilitÓ di curarsi lentamente se lasciato in riserva.

Una cosa di cui ho sentito la mancanza Ŕ un piccolo tutorial per capire il funzionamento degli attacchi (anche quelli basilari), magari non lungo e dettagliato come quello di Final Fantasy Dissidia NT, ma il minimo indispensabile per permettere ai giocatori di non doversi dedicare al trial & error per capire come muoversi e combattere (probabilmente Ŕ una feature che la beta non prevedeva, visto che probabilmente lo scopo di questa closed era quello di testare l’infrastruttura online di Jump Force).

A livello grafico Jump Force mi fa venire voglia di citare una frase molto in voga: bene ma non benissimo.

Il character design Ŕ indiscutibile, avere tutti i personaggi pi¨ amati dalle migliore saghe fumettistiche giapponesi Ŕ un sogno, le mosse speciali su schermo sono veramente spettacolari (adoro in particolar modo quelle di Rukia da Bleach), ma alcuni personaggi sono un po’ “legnosi” come si muovono (Toguro, parlo soprattutto di te!).

Jump Force: Unite to Fight
Jump Force: Unite to Fight - Immagine 211683
Jump Force: Unite to Fight - Immagine 211680
Jump Force: Unite to Fight - Immagine 211677
Jump Force: Unite to Fight - Immagine 211674
Jump Force: Unite to Fight - Immagine 211671
Jump Force: Unite to Fight - Immagine 211668
Jump Force: Unite to Fight - Immagine 211665
Jump Force: Unite to Fight - Immagine 211662
Jump Force: Unite to Fight - Immagine 211659
Jump Force: Unite to Fight - Immagine 211656

Jump Force sicuramente non vuole ambire al ruolo di miglior picchiaduro di tutti i tempi, puntando molto sul fanservice, ma per rendere l’esperienza di gioco per lo meno discreta, di lavoro bisogna farne ancora molto, ma considerando che erano le prime sessioni di closed beta non possiamo che sperare che dalle prossime vedremo netti miglioramenti in ogni campo.

Jump Force: Unite to Fight

Disponibile per: PS4 , Xbox One, PC
Jump Force: Unite to Fight PS4 Cover
  • Piattaforma: PS4
  • Produzione: Bandai Namco
  • Sviluppo: Bandai Namco
  • Genere: Picchiaduro
  • Multiplayer Locale: Presente
  • Multiplayer Online: Presente
  • PEGI: +12
  • Data di uscita: 15 febbraio 2019
Empire
Le Terrificanti Avventure di Sabrina

2

Le Terrificanti Avventure di Sabrina

Bentornata Sabrina! Pi¨ horror, pi¨ latino ma soprattutto... pi¨ Satana

Netflix

1

Netflix

Siete di nuovi su Netflix? Eccovi qualche consiglio..

Sharp Objects

1

Sharp Objects

Due omicidi, una giornalista tormentata e una tranquilla vita di provincia...

Tom Clancy's Jack Ryan
Tom Clancy's Jack Ryan

Il ritorno alle origini di uno dei personaggi pi¨ amati del grande schermo

Empire
Battlefield V
Battlefield V

Cambiano le guerre, la classe di DICE rimane sempre irraggiungibile

Hitman 2 (2018)
Hitman 2 (2018)

Guida galattica per assassini in erba

Diablo III - Eternal Collection
Diablo III - Eternal Collection

Il Signore del Terrore invade la portatile di casa Nintendo

Fire Pro Wrestling World

1

Fire Pro Wrestling World

Quando il wrestling diventa vintage..

Call of Cthulhu

3

Call of Cthulhu

La paura dietro la follia