Preview Evil Dead: Hail To The King

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (11 maggio 2001)
Nel lontano 1982, quando molti lettori di Freegames non erano ancora nati, ed altri cominciavano appena a muovere i primi passi, Sam Raimi, colui che sarebbe diventato un regista di chiara fama, scrisse un cortometraggio di circa trenta minuti destinato alla realizzazione di un 8 mm con la collaborazione dei suoi compagni di scuola Bruce Campbell e Robert Tapert. Il breve filmato, Within the Wood, era una piccola opera splatter che fruttò al trio la sponsorizzazione per la produzione del primo vero film di una saga che ebbe notevole successo tra la fine degli anni '80 ed i primissimi '90 e tolse il sonno a molti di noi che in quel periodo stavano attraversando la problematica fase adolescenziale. Evil Dead, in Italia noto come La Casa, ne è il capostipite, seguito da Dead by Dawn, e dall'ultimo episodio, diventato un vero cult, L'armata delle tenebre, uscito nel 1992, che riscosse un notevole successo grazie a una diminuzione dello splatter in favore di tanta ironia e di una buona dose di humor nero
Evil Dead: Hail To The King - Immagine 1
L'espressione non è delle più felici!
Nel primo titolo della saga, cinque amici si recano in una casa nel bosco per passare una breve vacanza. Nella casa scoprono il Necronomicon, il famigerato libro dei morti, e un registratore, appartenuto a un professore. Il nastro contiene la traduzione di una pagina del libro e la sua attivazione provoca il risveglio delle forze demoniache. Una volta liberato, il male comincia a prendere possesso dei membri del gruppo e li rende dei non morti quasi immortali. L'unico modo per fermarli è ridurli in poltiglia. Alla fine del film, un horror sanguinolento, Ash rimane da solo contro gli zombie affamati e la pellicola si interrompe proprio mentre il protagonista sta per essere investito dal demone. Il secondo Evil Dead riprende là dove il primo si era interrotto. Ash viene salvato dallo spuntare del sole, ma quando cerca di fuggire, scopre che il ponte che permetteva di uscire dalla foresta era crollato. Nel corso della notte la sua ragazza, alla quale aveva tagliato la testa una volta divenuta una zombie, resuscita e gli morde una mano, infettandola. Così il nostro eroe è costretto ad amputarsela. A salvare capra e cavoli giunge questa volta la figlia del professore che, alla fine della truculenta vicenda che vede coinvolte altre quattro persone, evoca un vortice magico che porta via sia il demone malvagio che Ash, catapultato così nel medioevo. Qui comincia il terzo ed ultimo episodio, che vede finalmente la vittoria del bene contro il male nell'epica battaglia tra le truppe al comando dell'eroe interpretato da Campbell e quelle comandate dal suo doppio malvagio
0 commenti

Evil Dead: Hail To The King

Disponibile per: PSOne, Dreamcast, PC
Evil Dead: Hail To The King PC Cover
Empire
La verità sul caso Harry Quebert
La verità sul caso Harry Quebert

Una serie che non ti molla fino all'ultima sequenza

Homecoming
Homecoming

Un drama raffinato in cui niente è come sembra

Il Nome della Rosa
Il Nome della Rosa

Il romanzo di Umberto Eco diventa una serie TV

American Gods

3

American Gods

Gli dei vecchi e nuovi secondo Neil Gaiman

The Umbrella Academy

3

The Umbrella Academy

I nuovi supereroi targati Netflix

Empire
One Piece World Seeker

5

One Piece World Seeker

Una nuova avventura per Monkey D. Rufy

Tom Clancy's The Division 2
Tom Clancy's The Division 2

Agenti, Washington D.C. ha bisogno di voi

PlayStation Now

8

PlayStation Now

Una prima occhiata al nuovo servizio streaming (ma non solo) di Sony

Warhammer: Chaosbane
Warhammer: Chaosbane

Siamo pronti all'arrivo del brand in salsa hack'n'slash?

The Occupation
The Occupation

Dagli autori di Ether One, una corsa contro il tempo nell'ora della verità