Speciale Visuo Siluroid

L'evoluzione dei selfie drone
Luca GambinoDi Luca Gambino (20 Giugno 2017)

Solo qualche settimana fa abbiamo pubblicato un articolo che parlava di uno dei primi “Selfie drone” usciti in commercio e che arrivava, tanto per cambiare, dalla Cina. Accanto ad un’idea tutto sommato buona, c’era purtroppo una costruzione un po' troppo fragile, una camera non sempre all’altezza della situazione e un’oggettiva difficoltà nel prendere dimestichezza con il mezzo, a patto di non voler impiegare molto del vostro tempo a imparare l’arte del volo livellato.

Arriva oggi, sempre dalla Cina, una prima evoluzione del concetto del drone per i selfie, o comunque per un utilizzo non certo professionale, che mostra già di aver colmato gli ampi margini di miglioramento evidenziati nel corso della nostra prima esperienza. Partiamo innanzitutto dalla costruzione, che presenta materiali più solidi e meno inclini ad essere fatti a pezzi dopo gli immancabili “incidenti di percorso” dei primi attimi di praticantato. C’è un rovescio della medaglia, almeno nel nostro caso, il materiale con cui è stato realizzato il drone e il colore nero adottato esaltano terribilmente i graffi. Poco male, le ferite di guerra non sono certo una vergogna da nascondere. Ad ogni modo, soprattutto all'inizio della vostra esperienza, è meglio utilizzare le comode para eliche incluse in confezione, vi aiuteranno a preservare il dispositivo nel vostro periodo di apprendistato. Forse una soluzione esteticamente non impeccabile, ma sicuramente efficace.

Visuo Siluroid - Immagine 2

Il Visuo Siluroid è il classico drone compatto, con bracci richiudibili e che si può (quasi) infilare in tasca. La bassa fascia di prezzo con cui si colloca sul mercato (parliamo di 44€ su TomTop.com che diventano addirittura 34 utilizzando questo codice sconto: HJUNVS)  tradisce l’ottima cura e robustezza del dispositivo e, soprattutto, la presenza di un vero e proprio telecomando, che sembra tanto un controller Xbox, che riesce davvero a fare la differenza. Contrariamente ad altri droni di fascia bassa, che affidano il controllo del velivolo all’app su smartphone, il Siluroid include nella confezione un pratico remote che può integrare in uno speciale alloggio anche il vostro cellulare.

La semplice operazione consente quindi di poter manovrare a piacimento il drone e contestualmente di poter avere sempre sott’occhio la qualità delle riprese. La trasmissione tra drone e smartphone avviene sempre tramite WiFi, per cui calcolate sempre un raggio d’utilizzo di un centinaio di metri. La manovrabilità è garantita dalla presenza di due stick analogici, che consentono un controllo praticamente perfetto. Ovviamente dovete fare un po' la mano ai comandi, ma l’approccio al comando molto “da videogioco”, vi permetterà di avere sempre di avere un controllo preciso al millimetro, grazie al feedback tattile restituito proprio dagli stick.

Inoltre, sempre tramite il pad, potremo impartire il comando di decollo immediato e di atterraggio, nonché un tasto per far compiere evoluzioni in automatico al nostro drone. Simpaticamente inutile. Il telecomando può anche essere utilizzato per avviare/bloccare la registrazione e per catturare screenshots, in modo da non dover mai staccare dai comandi principali, con letali conseguenze per il nostro piccolo amico.

Positivo anche il versante video che anche se limitato ai 720p di risoluzione massima , si comporta davvero molto bene, senza presentare quei fastidiosi artefatti video che abbiamo notato in altri dispositivi simili nei panning più rapidi. Al contrario, il Siluroid, ha sempre mantenuto una qualità costante in qualsiasi situazione d’utilizzo. Vi segnaliamo anche la possibilità di poter modificare la posizione della telecamera anteriore da 2 megapixel, spostandola sul proprio asse verticale. Ottima la manovrabilità anche in situazioni meteo non favorevoli, perché anche con un vento moderato siamo riusciti a mantenere sempre in asse il drone e completare i sette minuti di longevità della batteria. Quest’ultima, di 900mAh, può essere facilmente ricaricata tramite una normale porta USB e il cavetto di ricarica micro USB compreso nella confezione. La ricarica completa della batteria chiede circa 50 minuti.

Visuo Siluroid - Immagine 1

Veramente un bel prodotto, il Visuo Siluroid. Ad un prezzo contenuto, di circa 40€ (ma con ben 10€ di sconto inserendo il codice HJUNVS), vi potete portare a casa un piccolo drone dalle buone prestazioni e un telecomando che consente un utilizzo quasi chirurgico del dispositivo, anche se per l’utilizzo completo vi occorrerà sempre l’accoppiata con un cellulare. Il Siluroid si è dimostrato sempre efficace ed affidabile in qualsiasi condizione d’utilizzo, limitatamente a quelle che sono le sue caratteristiche hardware e software.