Speciale Speciale Toys-to-Life

Cosa sono e dove possono arrivare queste action figure?
Roberto VicarioDi Roberto Vicario (10 Novembre 2016)
Toys-to-life. Un termine che fino a poco più di dieci anni fa nessuno conosceva. Nominare questa parola oggi vuol dire invece riferirsi ad un mercato non solo florido e “appetitoso” - invaso da molti dei marchi più importanti presenti nell'industria videoludica - ma anche progettuale e ricco di spunti interessanti. Ma come nasce questo settore? Quali sono i passi fondamentali che hanno portato i Toys-to-life a dominare la fascia di pubblico dei giovanissimi?
Speciale Toys-to-Life - Immagine 1
Quanti brand riuscite a scorgere in questa foto? La potenza di Lego Dimensions è davvero impressionante.

Cosa sono queste action figure?

Prima di addentraci nella storia di questo settore è bene spiegare, a quei pochi che ancora non lo sanno, cos'è esattamente un toys-to-life. In pratica, si tratta di action figure posizionate su una basetta che comunicano, sfruttando la tecnologia NFC, con un portale di gioco (spesso connesso tramite USB alla console), riportando all'interno della televisione e del videogioco associato, la versione digitale della miniatura stessa.

Questa intuizione (quasi banale a ben guardare) ha dato vita ad un mercato gigantesco. I bambini, ammaliati dalla magia di vedere i loro “pupazzi” ed eroi diventare realtà all'interno di un videogioco, si sono trasformati - neanche troppo lentamente - in veri e propri collezionisti di action figure.

Scommettiamo che molti di voi abbiano già rivolto il loro pensiero ad un brand molto famoso in questo settore: Skylanders. Dovete però sapere che, nonostante il marchio di Activision sia arrivato a fatturare ben oltre i 3 miliardi di dollari annui, non è il capostipite di questo genere…

Dobbiamo tornare al 2007 e più precisamente volare negli Stati Uniti d'America. In quell'anno Mattel lancia gli U.B. Funkeys: miniature collezionabili che appoggiate su una particolare base (collegata al PC tramite USB), permettono di sbloccare livelli segreti e poteri all'interno del videogioco a loro dedicato. In questo primo esperimento, aggiornato in maniera discontinua e mai uscito dagli States, possiamo intravedere alcuni degli elementi portanti di questo settore: connettività, collezionismo e bonus in game.
Speciale Toys-to-Life - Immagine 2
La modalità Toy Box, era troppo complessa per essere sfruttata a pieno dal pubblico giovane.
Su questi tre elementi si basa Skylanders: Spyro's Adventure, titolo sviluppato da Toys for Bob e uscito nel 2011. La serie di Activison è subito un successo, e all'interno dell'avventura videoludica con le miniature capitanate proprio da quella del draghetto viola Spyro, troviamo tutti quegli elementi menzionati poche righe sopra. Le action figure degli Skylanders si poggiano su un portale che gli permette di memorizzare il livello di esperienza e le personalizzazioni effettuate; inoltre i personaggi sbloccano - in base al loro elemento naturale di appartenenza - aree di gioco all'interno dell'avventura racconta nel videogioco, stimolando all'acquisto di nuove miniature per vedere tutto quello che il gioco ha da offrire. Uno stile cartoon, associato ad una storia semplice ma intrigante per i bambini, e condito con un gameplay platfom poco impegnativo, sono elementi che contribuisco al successo di Skylanders. Da quell'anno ad oggi la serie non ha mai smesso di sfornare un capitolo all'anno, portando svariante novità nel mondo delle Skylands con nuove miniature…ma soprattutto trasformandosi nella leader incontrastato di questo settore.

Vedendo il grandissimo successo che Activison stava raccogliendo, le altre aziende non potevano stare immobili a guardare, ecco che nel 2013 Disney entra nel settore con Disney infinity. A differenza di Skylanders, la casa di Topolino punta tantissimo sulle sue proprietà intellettuali, offrendo ai bambini la possibilità di rivivere storie legate a molti dei loro brand più famosi come Pirati dei Caraibi, Gli Incredibili o Cars. Inoltre, la presenza di una modalità chiamata “scatola dei giochi”, in cui è possibile creare da zero livelli e costruzioni, ha portato all'introduzione di alcuni particolari dischetti (anch'essi collezionabili) in grado di sbloccare all'interno della modalità nuovi elementi di gioco come: oggetti, colori, sfondi e altro ancora. Purtroppo pur essendo uscite negli anni altre espansioni (e nuove versioni), con tanto di brand come i supereroi Marvel e l'universo di Star Wars, il gioco non è mai riuscito a fare breccia nel cuore dei più piccoli, costringendo proprio quest'anno Disney a confermare che non usciranno più espansioni per l'universo Infinity.
Speciale Toys-to-Life - Immagine 3
I capostipiti di questo settore: i Funkeys

Evoluzione e maturità

Diverso è invece il discorso Amiibo di Nintendo. Arrivati sul mercato nel 2014, hanno portato all'interno del settore un visione differente del prodotto…in pieno stile Nintendo. La forza degli Amiibo è subito devastante, tanto da spingere alcuni giocatori ad avere enormi difficoltà a reperire alcuni personaggi della prima ondata. Un fenomeno che dimostra in maniera chiara la prima, vera, evoluzione di questo mercato.

Nintendo guarda lontano e, oltre ai bambini, punta con forza e decisione ai nostalgici e agli appassionati, con personaggi legati ai brand storici della grande N, e a special guest estremamente gradite come Pac-Man, Ryu, Sonic e molti altri. Si punta quindi più sul collezionismo che sull'interazione con un gioco vero e proprio, e lo dimostra la mancanza di un vero e proprio gioco dedicato agli Amiibo. Le statuine, di fatto, appoggiate sul paddone di Wii U (e successivamente anche su Nintendo 3DS) sbloccano elementi all'interno dei titoli first party del'azienda di Kyoto.

L'action figure non è più lo strumento principale di gioco, ma diventa un oggetto che da qualcosa in più all'interno di titoli che già si posseggo o che usciranno. Un messaggio chiaro e che punta con decisione ad allagare il bacino di utenza, tentando (e vedendo i dati di oggi: riuscendo) di fagocitare al suo interno anche collezionisti e amanti di action figure.
Speciale Toys-to-Life - Immagine 4
Special guest di penso all'interno degli Amiibo. Qui Shovel Knight, vera chiccha per videogiocatori.
Elemento colto al balzo da Warner Bros e LEGO con il loro Lego Dimensions, arrivato sul nostro mercato quest'anno, ma presente dal 2015 su quello internazionale. Con Lego Dimensions i due colossi cercano la strada più impervia, ma anche in grado di regalare più soddisfazioni in caso di successo. Da una parte un brand fortissimo come LEGO, con ormai una tradizione videoludica consolidata, dall'altra l'enorme lavoro di licenze che può fare un'azienda come Warner Bros.

Il risultato è un prodotto in grado di travalicare in maniera netta l'assioma toys to life=bambino, avvicinando il tutto ad un mercato nerd/geek, grazie alla presenza di prodotti come Batman, Signore degli Anelli, Harry Potter, Scooby Doo e molto altro ancora; senza contare il fascino per i collezionisti dei mattoncini colorati di LEGO. Il tutto inserito all'interno di un contesto narrativo valido, un gameplay divertente e una storia che unisce mondi distanti, in maniera credibile.

Nonostante i pochi anni di vita di questo settore, è abbastanza palese notare come l'approccio di aziende con filosofie differenti, abbia portato ad una naturale evoluzione del genere toys-to-life. La certezza, ad oggi, è che la branchia delle action figure è una di quelle trainanti all'interno dell'industria. Ci sarà spazio per nuove proposte, oppure negli anni assisteremo ad un ridimensionamento? Troppo difficile dare queste risposte ad oggi, ma quello che possiamo tranquillamente affermare è che, anche quest'anno, dobbiamo preparaci ad un Natale tra Skylanders, Amiibo e pezzi Lego…con buona pace del portafoglio.
Speciale Toys-to-Life - Immagine 5
La quantità di Skylanders sul mercato è davvero impressionante.
Come nascono e come si evolvono i Toys-to-Life. In questo speciale abbiamo cercato di rispondere proprio a questa domanda raccontandovi di come, nonostante la giovane età, questa branchia dell'industria videoludica sia assolutamente attiva e ricca di spunti interessanti. Una nicchia che si è trasformata in standard affermato, e che promette grandi cose per il futuro...almeno stando ai numeri.
Empire
13 Reasons Why

1

13 Reasons Why

Alla fine, tutto è importante...

Marvel's Iron Fist
Marvel's Iron Fist

Netflix chiude il cerchio e presenta il quarto membro dei Defenders

Sherlock

1

Sherlock

Recap Episodio 4x03 - The Final Problem

Sherlock
Sherlock

Recap Episodio 4x02 - The Lying Detective

Sherlock

2

Sherlock

Recap Episodio 4x01 - The Six Tatchers

Empire
Danganrompa 1&2 Reload
Danganrompa 1&2 Reload

Un bundle di puro divertimento su Ps4

Kona
Kona

Il canada non è mai stato così inospitale...

Mass Effect: Andromeda

17

Mass Effect: Andromeda

Spazio Ultima Frontiera

Styx: Shards of Darkness

3

Styx: Shards of Darkness

Avete presente i goblin rozzi, impacciati, stupidi? Beh, Styx non è né impacciato, né stupido. In quanto al rozzo...

2Dark

11

2Dark

Perdere una dimensione non è mai stato così bello