Speciale BlizzCon 2016

Scopriamo nel dettaglio tutte le novità della fiera
Simone RampazziDi Simone Rampazzi (11 Novembre 2016)
La BlizzCon di quest'anno si è conclusa e noi di Gamesurf abbiamo pensato di redigere per voi un piccolo sunto, dove analizzare le novità più o meno importanti presentate nel corso della fiera. Dopo i corposi approfondimenti su Overwatch e Diablo, possiamo concludere la nostra coverage dell'evento Blizzard parlandovi delle altre importanti offerte da loro sviluppate.

Heroes of the Storm

Il MOBA confezionato in casa Blizzard non ha certo brillato come i suoi concorrenti più anziani LOL e DOTA2, ma ha pur sempre dimostrato di voler restare a tutti i costi sul mercato, cercando di tenersi stretta quella buona fetta di community guadagnata, nel corso del tempo, grazie ad una serie continua di bilanciamenti e bug fix, seguiti chiaramente dall'inserimento di nuovi personaggi all'interno del Nexus.

L'impegno produttivo degli sviluppatori è palese, inutile negarlo. Ed in occasione di questa fiera, visti forse i recenti trascorsi dell'alleanza in World of Warcraft: Legion, possiamo dare il benvenuto a due nuovi eroi molto importanti di questa ambientazione, ovvero il re di Roccavento Varian Wrynn e Ragnaros, il boss finale del raid Molten Core. Come si comporteranno sul campo di battaglia? Ed in che modo ci sarà possibile utilizzarli all'interno della squadra?
BlizzCon 2016 - Immagine 1
Il Re di Roccavento potrà contare su diversi set di abilità, alternando la sua maestria sia nei panni di un DPS che in quelli di un tank
Come leader principale dell'Alleanza Varian Wrynn è un guerriero dalle doti indiscusse, ed è forse per questo motivo che il team di sviluppo lo ha definito come il primo personaggio multi-classe inserito all'interno del gioco. Le sue abilità sembrano infatti pensate per coprire i ruoli di tank e DPS con particolare autonomia, soprattutto grazie allo sfruttamento dell'abilità eroica passiva (la prima nel suo genere) Lame Gemelle della Furia, la quale permette di ridurre il tempo di recupero di tutte le sue skill aumentando persino la velocità d'attacco del 100%. Varian può infliggere ulteriore danno grazie al suo talento distintivo Assalto Eroico, il quale aumenta il danno degli attacchi base ogni diciotto secondi, cooldown che può essere ulteriormente ridotto di due secondi dopo ogni colpo inflitto.

Se invece volete giocare più come tank dovrete invece focalizzare la vostra attenzione su Parata, visto che permette al vostro alter-ego di parare tutti gli attacchi base per 1, 25 secondi. Utilizzata in contemporanea dell'eroica Provocazione, che costringe un avversario ad attaccarvi sempre per 1, 25 secondi, potrete appunto impedire la dipartita dei vostri compagni e tenere in piedi la lane che state difendendo.

In contrapposizione ad un eroe poliedrico come Varian viene inserito Ragnaros, un assassino da mischia capace di gestire la propria zona di controllo se usato con intelligenza. Le sue abilità gli permettono di attaccare il nemico infliggendo notevoli danni, grazie soprattutto all'utilizzo del Potere di Sulfuras, mentre per tenersi relativamente a distanza può sfruttare la Meteora Vivente per infliggere danni a più avversari, nello stesso momento, proiettando sul campo un detrito di lava rotolante. Ondata Esplosiva ha un caricamento molto simile all'abilità del Macellaio, visto che colpisce ad area i nemici intorno all'utilizzatore infliggendo danni da fuoco.

L'abilità più interessante si è rivelata il tratto distintivo del personaggio, ovvero il Molten Core, espediente che permette all'utilizzatore di fondersi con una torre alleata, diventando praticamente un enorme elementale del fuoco potenziato. Tutte le abilità ottengono dei potenziamenti in termini di danno, diventando utilissime nel momento in cui vorrete difendere il forte dall'attacco congiunto di più player o da qualche mercenario assoldato dagli avversari. Le sue abilità eroiche Schianto di Sulfuras e Ondata Lavica permettono di supportare la difesa della lane in maniera più che efficiente, grazie all'enorme quantità di danni inferta ed all'ampio raggio d'azione. Il re di Roccavento arriverà prossimamente in PTR, mentre per Ragnaros dovremo purtroppo aspettare dicembre.
BlizzCon 2016 - Immagine 2
Ragnaros è un elementale molto potente nonchè un assassino letale, grazie alla sua abilità Molten Core può prendere possesso delle torri e diventare incredibilmente forte

Hearthstone

Dopo averci portato nei meandri di Kharazan con un'espansione dedicata, Blizzard ha deciso di scegliere un nuovo setting per l'espansione in arrivo prevista per gli inizi di dicembre, il quale ci condurrà per le strade pazze di Meccania. L'espediente serve allo scopo ed in questo particolare caso le carte aggiunte potranno arricchire i nostri mazzi con particolari schemi di richiamo, giocabili da più classi grazie alla caratteristica neutra. All'interno delle centotrentadue carte aggiunte troveremo un sistema di fazioni, suddiviso nello specifico in: Sgherri Torvi, giocabili principalmente con Paladino, Cacciatore e Guerriero, la Kabala, più vicina a Stregone, Mago e Sacerdote, ed infine il Loto di Giada, una fazione di assassini vicini a Ladri, Druidi e Sciamani.

Cosa intendiamo per vicini? Intendiamo che i particolari Gridi di Battaglia assegnati permettono non soltanto di sfruttare i richiami di altre carte presenti nel mazzo, ma anche di aggiungere particolari caratteristiche più coerenti alle classi di vicinanza. Questa nuova “meccanica” riesce dunque a diversificare il gioco, rendendo sicuramente il tutto più divertente ed immersivo.
BlizzCon 2016 - Immagine 3
Le nuove carte di Hearthstone permettono di giocare in maniera del tutto nuova le partite in gioco

Starcraft II: Legacy of the Void

Dato che il titolo ha concluso la sua storia ormai qualche mese fa, non ci sono stati annunci corposi legati ad espansioni o contenuti aggiuntivi, ma piuttosto un'interessante panel dove gli sviluppatori di casa Blizzard hanno spiegato come vorrebbero far interagire, al meglio, il loro strategico con diverse intelligenze artificiali presenti sul mercato. Si è parlato di Deep Blue, l'IA creata per battere a scacchi Garry Kasparov, ma si è anche parlato di AlphaGo, una nuova IA sviluppata da DeepMind che possiede un'elevata capacità di calcolo.

Secondo il nuovo accordo stipulato, lo sfruttamento di questa intelligenza artificiale potrebbe permettere di effettuare sedute di coaching più approfondite e divertenti, coadiuvate dalla possibilità di far imparare al sistema diverse tattiche di gioco. Certo per ampliare tale sistema dovremo ancora aspettare gli inizi del 2017, ma resta comunque interessante sapere come la software house si stia impegnando per rendere il suo titolo ancora più competitivo.
BlizzCon 2016 - Immagine 4
La nuova mappa in arrivo su Heroes promette una rissa veramente entusiasmante!
Anche se questa fiera non ha presentato grossi stravolgimenti nelle offerte in casa, ci dimostra in ogni caso come la software house sia attenta a produrre materiale sempre aggiornato, in modo da coinvolgere la grossa fetta di utenza mondiale che si contende grazie alle sue diverse offerte di settore. Poche, ma buone.