Speciale Samsung C24FG70

Un concentrato di tecnologia per il vostro tempo libero e il lavoro. Missione compiuta?
Luca GambinoDi Luca Gambino (14 Agosto 2017)

Quella del monitor è forse una delle scelte più difficili da prendere, anche per il videogiocatore più esperto. Nel corso degli anni sono stati introdotti talmente tanti fattori e discriminanti per la scelta, che arrivare dritti al bersaglio è praticamente impossibile. IPS , TN o VA? Quantum Dot o no? 144 HZ? G-Sync o Free Sync? 21:9 o 16:9? Insomma, se mentre prima i parametri da tenere in considerazione erano davvero pochi, ora la selezione del monitor dei propri sogni è davvero complicato. Ed è un bene, intendiamoci, perché salvaguardare la salute dei nostri occhi non è mai tempo buttato. Da qualche tempo a questa parte, oltre a tutti gli elementi di cui sopra, c’è anche da tenere in considerazione se piazzare davanti a noi un classico monitor piatto, o un elegante schermo curvo. E non è solo un fattore estetico.

La teoria dice che un monitor piatto obblighi l’occhio a compiere uno sforzo supplementare per mettere a fuoco le immagini vicino ai bordi, perché questi sono più distanti dal centro del monitor. Curvando il pannello e quindi avvicinano i bordi al nostro sguardo, questo problema viene risolto, perché le distanze vengono messe in pari rispetto al centro dello schermo. Inoltre c’è una minore dispersione della luce, perché anche in questo caso, questa va a colpire in maniera più diretta l’occhio di chi guarda senza disperdersi troppo nell’ambiente.

Samsung C24FG70 - Immagine 3

E questo può anche essere vero, senza dubbio, ma è un discorso che si può applicare con maggiore facilità a schermi di grandi dimensioni, mentre per monitor da 24 pollici come questo, effettivamente il discorso ha un impatto inferiore. Non si annulla del tutto, intendiamoci, ma i vantaggi non sono così universali. Resta sicuramente l’impressione di avere un’immagine più avvolgente e che quasi “ti venga incontro”, questo è innegabile ma in tutta onestà, dopo due settimane, per otto ore giornaliere di lavoro, videogioco, e Netflix, i miei occhi non sono stati più “riposati” rispetto al classico monitor piatto. Ma nemmeno più stanchi. Una specifica doverosa, dal momento che ormai le differenze di prezzo tra i modelli flat e curved si sono ulteriormente assottigliati nell’ultimo periodo, quindi perché non assecondare anche il semplice lato estetico che caratterizza i monitor più recenti?

Certo, ve lo diciamo subito, per piazzare questo Samsung C24FG70 sulla vostra scrivania dovrete avere un bel po' di spazio libero, perché il design della casa coreana vuole che il braccio di sostegno sia piuttosto luminoso, portando via un bel po' di spazio proprio nella parte posteriore. Se quindi avete scrivanie di ridotte dimensioni, o avete un muro immediatamente a ridosso del piano di lavoro, fate accuratamente i vostri calcoli, perché potreste cannare il vostro acquisto. O, in alternativa, valutate anche l’affissione al muro, dal momento che la stessa Samsung ha messo nella ricca dotazione anche una piastra metallica per consentirvi di appendere il vostro monitor in maniera molto semplice ed efficace. Insomma, noi vi abbiamo avvertiti.

Samsung C24FG70 - Immagine 1

Cazzabubbole a parte, come abbiamo trovato questo primo monitor di Samsung per il gaming? In una parola: fantastico. Intendiamoci, non ci ha reso dei campioni, questo no, però effettivamente tutta l’esperienza della casa coreana per quel che concerne la cura dell’immagine e dei colori dei suoi TV è stata riversata nel migliore dei modi in questo nuovo segmento di mercato che Samsung sta aggredendo con convizione. Il C24FG70 concentra in un unico prodotto tutte le tecnologie più ricercate da chi vuole giocare al meglio: 144Hz, un millisecondo di latenza, Quantum Dot e tecnologia AMD FreeSync. Tradotto in esperienza d’utilizzo: immagini “vive” sempre nitide e fluide, nessun effetto scia, colori brillanti e un contrasto che trae tutti i benefici della tecnologia Vertical Alignment (Altrimenti nota come VA) utilizzata per la realizzazione del pannello.

Unico difetto? Il posizionamento posteriore del joystick di controllo, con cui potrete settare tutti i parametri del monitor, selezionare le fonti e via dicendo. O meglio, è un difetto che dipende dall’utilizzo che farete del monitor: se siete tra i fortunelli che possono ospitare il monitor sulla propria scrivania, il problema è davvero secondario per non dire inesistente. Le cose cambiano se utilizzerete il monitor a parete, perché raggiungere e muovere il joystick posteriore non sarà cosa molto semplice. E’ pur vero che una volta settati tutti i parametri essenziali non starete sempre lì a smanettare con il impostazioni, ma in caso di necessità l’operazione non è delle più agevoli.

Nelle quasi tre settimane di test abbiamo utilizzato il monitor per le applicazioni d’utilizzo più classiche, dal lavoro testuale a quello grafico/video, alla riproduzione multimediale in blu ray e streaming e ovviamente al videogioco. La dotazione di porte in ingresso vi consentirà di tenere connesse contemporaneamente le vostre console, grazie alle due porte HDMI e il PC attraverso alla Display Port. Purtroppo il monitor non dispone di un telecomando e per cambiare la fonte in ingresso dovrete operare sul mini joystick posteriore, attraverso il menù OSD. Questo vi consente anche di poter settare tutte le variabili per il miglioramento dell’immagine e provare i quick setup dedicati ai videogames (FPS, RTS, RPG o Custom) o contenuti multimediali come film in blu ray o contenuti in streaming.

Samsung C24FG70 - Immagine 2

Utilizzare il C24FG70 è stato davvero molto piacevole e si è dimostrato un compagno di lavoro e di svago sempre molto efficace, affidabile e preciso e anche dopo 10 ore filate di applicazioni varie, non abbiamo mai avuto la sensazione quella sensazione di “pesantezza” che invece si prova quando ci si pone per tanto tempo davanti a monitor qualitativamente inferiori. Unico neo è il braccio posteriore, che vi costringe ad avere ampio spazio sul retro della scrivania e la mancanza di un telecomando che avrebbe agevolato tutte le operazioni di setup/scelta dell’immagine e della frequenza (si, potete modificare anche quella) e per la scelta della fonte in ingresso. Se siete alla ricerca di un monitor che copra tutto lo spettro delle attività di videogiocatore (ma non solo), non possiamo che consigliarvelo. Il prezzo? Poco più di 300€. Tutti benedetti e ben spesi, fidatevi.

Samsung C24FG70

Samsung C24FG70 cover
  • Categoria: Monitor
  • Produttore: Samsung
  • Uscita: Gennaio 2017
Empire
The Flash
The Flash

Diamo un'occhiata alla terza stagione in Blu-Ray

The 100
The 100

Analizziamo i contenuti di questa terza stagione

Stranger Things

9

Stranger Things

Il sequel (quasi) perfetto!

Star Trek Enterprise

2

Star Trek Enterprise

Arriva anche in Italia il cofanetto completo della serie cult degli anni 2000

Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Empire
Assassinio sull'Orient Express
Assassinio sull'Orient Express

Il ritorno di un grande classico!

Flatliners - Linea Mortale

6

Flatliners - Linea Mortale

La ricerca di una risposta alla vita dopo la morte

Justice League
Justice League

La Lega della giustizia arriva al cinema!

Geostorm
Geostorm

Allerta Meteo Massima!

Geostorm
Geostorm

Una piacevole intervista in quel di Roma