Speciale Retro Sequel: Brutal Sports Football

Seconda puntata di Retro Sequel dedicato ad un classico Amiga
Francesco RussoDi Francesco Russo (9 Dicembre 2013)
Retro Sequel: Brutal Sports Football - Immagine 3
DATEMI UN MARTELLO, CHE COSA NE VUOI FARE?
Andiamo, dite la verità: chi di voi in una partita di calcio tra amici non mai ha desiderato, anche solo lontanamente, di fare un goal memorabile alla squadra opposta?
Vi sareste gonfiati il petto rivolgendovi spocchiosamente alle tribune, proprio come “quel famoso goal” di Eric Cantona che ha spopolato su YouTube. Ok, e fin qui ci siamo.
Ma quanti di voi hanno invece sognato di decapitare un compagno o un avversario e calciare la sua testa dritta in rete? Bella domanda, eh!
Se solo aveste giocato esattamente 20 anni fa a Brutal Sports Football vi sareste dati la risposta da soli. Anzi, avreste perfino chiesto: “Sarà meglio una spada o un'ascia?”.
Retro Sequel: Brutal Sports Football - Immagine 5
A quanto pare negli anni ‘90 aleggiava nell'aria uno strano virus che tramutava qualsiasi cosa, persona, animale, pianta o nonna in un essere da fare fuori a tutti i costi, e tra l'altro nel modo più brutale possibile. Del resto erano gli anni di Splatterhouse (nome che dice già tutto), di Mortal Kombat e qualche tempo dopo di Carmageddon, tutti titoli che avevano in comune due cose: un bel bollino rosso in copertina con scritto “Vietato ai minori di 18 anni”, e tantissimi ettolitri di sangue fuoriuscire gratuitamente dal televisore. Nonché una serie di processi tuttora in corso contro la maledetta censura.

Brutal Sports Football si posizionava agli albori di questo mattatoio videoludico, proponendo il suo modo macabro di fare sport con regole tutto sommato semplici, seppur minate da una giocabilità non proprio memorabile. Ma in fin dei conti importava poco all'epoca: bastava avere delle armi a disposizione sul campo e fare a fette gli avversari, con l'aggiunta di qualche bonus casuale che non mancava di garantire velocità o potenza extra ad alcuni personaggi.

Insomma, immaginate una regolare partita di calcio con tutti i preparativi che ne conseguono, però a un certo punto vengono posizionati sul campo una serie di strumenti di morte: spade, accette, mazze chiodate e tanto altro ancora. Come se non bastasse, ecco un pubblico che freme dalla voglia di vedervi massacrare, perché a sto punto dei goal gli interessa poco e niente, e in più degli avversari sempre più simili a guerrieri, cattivi e letali come tanti Scarface messi insieme. Se alla fine ci aggiungete la “innocua” possibilità di utilizzare una delle tante teste mozzate sul campo come fosse la palla di gioco, e fare perfino goal con essa, diremmo che di carne al fuoco c'è ne abbastanza anche per un ipotetico barbecue in salsa next-gen. E si parla di carne rigorosamente al sangue!
Retro Sequel: Brutal Sports Football - Immagine 4
UNA MORTE DETTAGLIATA
Con un acquisto pari a 500 mila dollari, la casa distributrice Writers' Group Film Corp si è portata a casa di recente ben oltre 300 grandi classici per Amiga. E chissà se tra questi risulta anche il nostro caro Brutal Sports Football. Ci piacerebbe non poco rispolverare questa vecchia gloria e rimpolparla in chiave next-gen, ma come la immaginiamo?
Innanzitutto il gameplay deve essere rinvigorito e attualizzato, nulla di troppo trascendentale, ci basterebbe una giocabilità arcade divertente e incalzante, ovviamente provvista di multigiocatore sia offline che online per sfidare il mondo intero.
Sul lato grafico invece le parole e le richieste si sprecano: già il recentissimo Ryse Sons Of Rome (esclusiva per Xbox One) potrebbe essere un ottimo spunto di partenza, almeno per quel che concerne la mutilazione degli arti e la qualità generale del dettaglio, senza nulla togliere al mitico e intramontabile God of War (a quando un seguito?) specialmente sull'utilizzo di alcune inquadrature cinematografiche e sulla fluidità generale.
E ciliegina sulla torta, i momenti di impatto tra i calciatori potrebbero essere similari a quanto proposto dalle x-ray moves in Mortal Kombat 9, con sequenze che riprendono dettagli a dir poco raccapriccianti.

Insomma, un impatto grafico notevole, con un atmosfera epica e hollywoodiana e un gameplay solido ma senza fronzoli. Forse siamo troppo pretenziosi... e se le cose per un Brutal Sports Football del futuro non andassero come richiesto?
In questo caso ci giocheremmo la testa. Letteralmente.
Retro Sequel: Brutal Sports Football - Immagine 1
Crediamo che un seguito di Brutal Sports Football sia fattibilissimo: in primis, un gioco di calcio dove invece di fare goal ci si ammazza non ha ancora visto la luce nei giorni nostri, il che darebbe vita a un vero e proprio mercato videoludico con relativa concorrenza, magari proprio con l'avvento della next-gen. D'altro canto siamo un po' pessimisti e pensiamo che un'esperimento del genere non vedrà mai la luce, a causa del brand poco noto. O ancor peggio, che venisse bistrattato come accaduto ad alcune vecchie glorie della stessa annata: Golden Axe Beast Rider, vade retro!

Retro Sequel: Brutal Sports Football

Retro Sequel: Brutal Sports Football PC Cover
  • Piattaforma: PC
Empire
The Flash
The Flash

Diamo un'occhiata alla terza stagione in Blu-Ray

The 100
The 100

Analizziamo i contenuti di questa terza stagione

Stranger Things

9

Stranger Things

Il sequel (quasi) perfetto!

Star Trek Enterprise

2

Star Trek Enterprise

Arriva anche in Italia il cofanetto completo della serie cult degli anni 2000

Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Empire
Steep
Steep

Le Olimpiadi coreane in questo nuovo DLC!

Kingdom Come: Deliverance
Kingdom Come: Deliverance

Abbiamo fatto un salto nel medioevo!

SpellForce 3
SpellForce 3

Mondi in pericolo e fetidi maghi da eliminare

Monster Hunter World

1

Monster Hunter World

Siamo entrati in contatto con il nuovo mondo!