Speciale Pokémon GO

La Pokémon-Mania invade strade, piazze, parchi, spiagge, tutto!
Tommaso AlisonnoDi Tommaso Alisonno (12 Luglio 2016)
Che quello dei Pokémon sia un fenomeno di costume che Nintendo ha saputo valorizzare sin dal 1996, non č certo una novitŕ: sono ben 15 i titoli della serie ufficiale di videogiochi (molti dei quali “doppi”), oltre 30 gli spin-off e innumerevoli i prodotti di merchandise, senza naturalmente dimenticare la serie Anime, i Lungometraggi e il Trading Cart Game. Cosa mancava in questo uragano di successo? Esatto: il gioco mobile in realtŕ aumentata, ed ecco arrivare Pokémon GO.

…a dirla tutta, nel momento in cui scriviamo il gioco non č ancora ufficialmente disponibile in Italia e in Europa, ma tale e tanta era la “fame” del gioco da parte dei fan che sono bastate poche ore – minuti, forse – perché alla release su alcuni territori seguissero le “dritte” del caso per mettere le mani sul gioco. In casa Android, per fare un esempio, senza rischio di incorrere in chissŕ quale reato, il pubblico ha scaricato l'APK da un mirror messo a disposizione dallo stesso sviluppatore Niantic, mentre su iOS, c'č chi č arrivato a registrare un account in Nuova Zelanda pur di trovare il titolo sull'AppStore. Titolo che, č bene chiarirlo, č giŕ completamente localizzato in Italiano.
Pokémon GO
Pokémon GO - Immagine 190189
Pokémon GO - Immagine 190186
Pokémon GO - Immagine 190119
Pokémon GO - Immagine 189688
Pokémon GO - Immagine 189542
Pokémon GO - Immagine 189539
Pokémon GO - Immagine 189536
Pokémon GO - Immagine 189533
Pokémon GO - Immagine 188471
Pokémon GO - Immagine 188470
Ma cos'č sostanzialmente Pokémon GO? Detto in poche parole, č la realizzazione di tutti i sogni dei bambini dei tardi anni '90 / primi anni 2000: anziché impersonare le vicende di un personaggio in un mondo virtuale, stavolta la caccia (pur rimanendo virtuale) si sposta sul mondo reale. Ecco pertanto che il giocatore – non piů il personaggio – č invitato a girovagare per il mondo, lanciare la sua sfera e catturare cosě ogni Pokémon [cit. Giorgio Vanni]. Ovviamente, tutto tramite smartphone e in modo del tutto gratuito.

Una volta scelto il proprio primo mostrillo tra i tre iconici Squirtle, Bulbasaur e Charmander – ma per chi lo sa cercare, c'č anche la possibilitŕ di partire con Pikachu – parte la caccia vera e propria: il software tenderŕ a generare autonomamente qualche preda nel circondario dell'utente, ma a meno di non voler riempire il proprio database di esemplari identici sarŕ bene mettere le gambe in spalla e andarseli a cercare.

Qui scatta l'aspetto GPS/social: i mostri da catturare tendono a comparire dove c'č maggiore concentrazione del software (come ha tristemente notato chi abita in zone isolate, come periferie o campagne) e entro certi limiti vengono anche soddisfatte le caratteristiche della bestia in questione. Per fare un esempio, la maggior parte dei Pokémon d'acqua sembrano essersi dati appuntamento in spiaggia, tra bagnanti e racchettoni.
Quando ci si avvicina a un Pokémon, lo smartphone ne dŕ notizia e a quel punto č possibile cercarlo “fisicamente” con il GPS e la fotocamera: il mostrillo č infatti lě in giro, invisibile agli occhi ma non al software, pronto per essere affrontato e – col giusto tempismo – imprigionato in una Pokéball. Tutto qui? Ovviamente no: le bestiole potranno essere allenate e utilizzate per sfidare le “palestre”, site automaticamente nei principali luoghi pubblici – parcheggi, supermercati, persino chiese. Saranno poi introdotti in seguito gli scambi e le sfide tra utenti.

Questo č il gioco riassunto all'osso, ma ovviamente il fenomeno di costume trascende questa banale descrizione. I titoli mobile che si appoggiano al GPS non sono infatti una novitŕ, e di giochi in realtŕ aumentata ne abbiamo visti sin dai tempi di PSP (vi ricordate Invizimals?); ma d'altronde neppure i “giochi di catapulta” lo erano quando Angry Birds irruppe sul mercato. Cosa distingue dunque un prodotto originale da qualcosa di veramente di successo?
Pokémon GO - Immagine 6
Il Pokémon GO Plus: la periferica per gestire l'App senza estrarre lo Smartphone
Il primo elemento, soprattutto per quanto concerne Pokémon GO, č sicuramente il supporto mediatico: i mostriciattoli di Nintendo sono sulla breccia da 20 anni e i loro fan sono innumerevoli. Ma se un bambino degli anni '70 deve rinunciare al suo sogno di balzare nell'Aliante Slittante per pilotare Mazinga Z, cosě come uno degli '80 non imparerŕ mai le vie della Sacra Scuola di Okuto e non indosserŕ mai una vera armatura da Cavaliere dello Zodiaco (e nessuno lancerŕ mai una Kamehameha), ora č possibile girarsi sulla nuca la visiera del berretto e urlare in pieno centro storico: “Pikachu, scelgo te!”.

Che poi tutto ciň sia consigliabile č un altro paio di maniche: in appena due giorni la cronaca si č giŕ riempita di episodi tra il buffo e il grottesco, a partire dalla centrale di polizia che informa della presenza di un determinato esemplare nei dintorni, passando per il privato cittadino disperato per la palestra comparsa nella sua veranda, fino alla banda di rapinatori del Missouri che ha pensato bene di tendere agguati ai giocatori in corrispondenza di un “Pokéspot”. E se siete in zona, sappiate che a quanto pare nei pressi della redazione di GameSurf si aggira Jigglypuff.

Il secondo motivo del successo travolgente di Pokémon GO č dunque l'aspetto social, quel “passaparola” che fa sě che, con foto e messaggi, la gente venga a conoscenza di dove trovare quello specifico mostro, di dove si raggruppino le specie, di chi ha catturato quel Pokémon raro, e cosě via. In meno di mezza giornata i canali social sono impazziti, le bacheche si sono riempite di immagini e di coordinate, di consigli e persino di Meme, con simpatici tentativi di cattura del cane o del micio di casa, o persino del piccione sulla grondaia.

Insomma: acchiappateli tutti!
Pokémon GO - Immagine 7
Guardate chi č venuto a trovarci in redazione..
Avete sempre sognato di andare in giro per il mondo e di catturare i Pokémon? Adesso, col giusto Smartphone, č possibile farlo. Nintendo scatena i fan della sua ventennale serie JRPG calandoli finalmente negli agognati panni di allenatori, disseminando i mostri per le strade secondo delle routine di autogenerazione – ed č subito mania! Ed ora scusateci, ma c'č qui dietro un Pokémon che non abbiamo ancora catturato…

Pokémon GO

Disponibile per: Android , iPad, iPhone
Pokémon GO Android Cover
Empire
The Walking Dead

25

The Walking Dead

Recap Episodio 7x07 - Tu sei il mio sole

The Walking Dead

11

The Walking Dead

Recap Episodio 7x06 - Giura

The Walking Dead

4

The Walking Dead

Recap Episodio 7x05 - Codardi

The Walking Dead

8

The Walking Dead

Recap Episodio 7x04 - Al tuo Servizio

The 100

3

The 100

Arriva il cofanetto della seconda stagione

Empire
Steep

1

Steep

Ubisoft ci porta sulle Alpi!

Creative MUVO 2c
Creative MUVO 2c

A corto di idee per Natale? Vi suggeriamo il MUVO 2c

The Last Guardian

28

The Last Guardian

Un omaggio ad una infanzia che non c'č piů

Dead Rising 4

1

Dead Rising 4

Il ritorno di Frank West