Speciale Offerte PlayStation Plus di Maggio 2014

Un mese all'insegna della fantasia... e del Giappone Feudale, e dei campi da Golf, e delle rapine in banca...!
Davide OttagonoDi Davide Ottagono (30 Aprile 2014)
Avete mangiato tutto il vostro uovo di Pasqua? Avete digerito tutti i rimasugli di Pasquetta? Avete posato in garage grill e simili? Bene, perchè è il momento di lasciarci il caro coniglietto pasquale alle spalle e di ritornare (ahinoi) alla vita di sempre. E che modo migliore c'è di sopportare la triste e dura realtà, se non con qualche nuovo gioco gratis? Sony ha appena reso pubblici i nomi dei giochi Plus che ci verranno regalati nel mese di Maggio (a partire dal 30 Aprile, tra l'altro). Noi ve li raccontiamo per filo e per segno in questo speciale. Buona lettura!


STICK IT TO THE MAN (PS4)
Stick It To The Man è un indie-game fuori di testa partorito dalle folli menti di Zoink. Vestiremo i panni di Ray, un uomo che vive in un mondo fatto di "cartapesta". A causa di un incidente (che gli vede spuntare un braccio rosa dalla testa), guadagna il potere di cambiare il mondo circostante e di leggere nella mente delle persone, usando i pensieri dei comprimari a proprio vantaggio per proseguire nell'avventura. Purtroppo, come si suol dire, "da grandi poteri derivano grandi responsabilità", e Ray si vede presto ricercato da un gruppo di loschi figuri senza una motivazione apparente. Stick It To The Man giungerà su PS4 proprio lo stesso giorno in cui verrà reso gratis dal Plus, quindi vi consigliamo di aspettare una nostra futura recensione per saperne di più su questo interessante gioco!
Offerte PlayStation Plus di Maggio 2014 - Immagine 22
Stick it to the Man
PAYDAY 2 (PS3)
Diciamocelo francamente: chi non ha mai sognato, almeno una volta, di far parte di uno dei tanti gruppi di ladri che nei film americani compiono articolate e spettacolari rapine nei luoghi più improbabili? In Payday 2, torneremo a vestire i panni dei quattro malviventi mascherati, in quello che è un titolo - è bene sottolinearlo subito - evoluto sotto quasi tutti gli aspetti rispetto al primo capitolo.

Payday 2, sin dalle prime battute di gioco si presenta come il classico FPS in cui l'elemento “sparacchino” ricopre un ruolo decisamente importante se non fondamentale. Torneremo a vestire i panni di Dallas, Hoxton, Chains e Wolf, e questa volta a tessere le fila delle nostre manovre ci sarà un nuovo “datore di lavoro” chiamato Bain. Proprio la varietà delle missioni di gioco è uno degli elementi che più ci è piaciuto in questo secondo capitolo. Gli sviluppatori hanno fatto tesoro delle critiche mosse dai fan del primo episodio realizzando una serie di situazioni non solo divertenti grazie ad un level design azzeccato e variabile in alcuni elementi, ma anche sfruttando una serie di accorgimenti nell'approccio stesso del colpo.

Rispetto al primo capitolo infatti, sarà possibile affrontare la missione cercando di portare a termine il colpo totalmente in maniera stealth. Tuttavia, prima di illudervi, è giusto sottolineare che chiudere il colpo senza farsi mai scoprire è decisamente complicato ed il minimo errore porterà all'arrivo di un esercito di poliziotti armati di tutto punto.
Offerte PlayStation Plus di Maggio 2014 - Immagine 15
PayDay 2
Nulla di troppo preoccupante anche perché le fasi di shooting puro sono l'elemento decisamente più riuscito di tutto il prodotto e collaborare per respingere le ondate di poliziotti, sopratutto online, è sicuramente il fulcro di tutta l'esperienza di gioco. Divertente, dinamico ed estremamente cooperativo, questo è Payday 2. Purtroppo però questo è fattibile solo ed unicamente se avete a disposizione un gruppo di amici con cui giocare. La parte offline di crime.net è infatti il grande tallone di Achille del gioco. L'intelligenza artificiale è estremamente deficitaria, ed il più delle volte non è assolutamente in grado di leggere la situazione all'interno del quale ci troviamo bloccando di fatto la missione. Problema che già era stato messo in luce nel primo capitolo e che purtroppo non è stato risolto in questo seguito.

Payday 2 è un titolo che riesce a migliorare quasi tutti gli elementi del primo capitolo, offrendo un FPS incentrato sulla cooperazione ed in grado di stimolare i giocatori con dinamiche di gioco sempre diffrenti. Tuttavia, persiste la totale incompatibilità del prodotto verso il singolo giocatore, cosa che limita, sotto certi aspetti, la giocabilità. Il gioco è comunque promosso a pieni voti.


PUPPETEER (PS3)
A dirla tutta ci troviamo davanti ad una fiaba oscura, una storia surreale e magica ma piuttosto cupa: vestiremo i panni di Kutaro, bambino tramutato in marionetta (Collodi chiederà i danni) che ha il compito di salvare la principessa della luna da alcune malvagie figure, tra cui un orso di pezza infernale, una tigre di legno e una strega che si finge alleata ma trama nell'ombra. Proprio al'inizio del gioco, la nemesi del nostro rigido eroe gli staccherà di netto la testa con un morso, tanto che nel corso dell'avventura potremo recuperare altre teste in sostituzione, un po' come accadeva nel vecchio Dynamite Headdy di Treasure. Il tutto, guarda caso, è rappresentato all'interno di un teatro di burattini (da qui il titolo del gioco) dove scenografie bizzarre ed invenzioni visive si alternano di continuo.

L'avventura di Kutaro è decisamente adatta a tutti. Ciò è palese già all'inizio, visto che assisteremo a lunghe sequenze narrate come una fiaba, accompagnate da voci in italiano molto curate che faranno capolino anche nelle fasi giocate, per sottolineare i cambi di ambientazione o l'arrivo di un nuovo avversario. Ma è soprattutto il gameplay ad essere più immediato e comprensibile da qualsiasi fascia di età. Addirittura è possibile giocare in due per semplificare le operazioni: uno controllerà il protagonista tra salti e tagliuzzamenti tramite forbici magiche, mentre l'altro muoverà di volta in volta un comprimario.
Offerte PlayStation Plus di Maggio 2014 - Immagine 16
Puppeteer
Puppeteer è fondamentalmente un platform con tre punti distintivi. Il primo sono le forbici magiche, che hanno il doppio ruolo di arma per attaccare i nemici e di appiglio: tagliuzzando elementi del fondale come drappi o foglie è possibile arrampicarsi, o meglio “volare” per superare ampi baratri o raggiungere punti elevati e proseguire. Particolare peso hanno durante gli scontri con i boss, che in genere usano questo gimmick per imbastire divertenti dinamiche di arrampicata e offesa simultanea. Il secondo punto caratteristico sono le teste intercambiabili, che invero giocano un ruolo più marginale del previsto: fungono sia da punti ferita (cadono se siamo colpiti, e possiamo recuperarle come faceva Sonic con i suoi anelli) che da chiavi per determinati segreti: utilizzandole in particolari posti contrassegnati attiveremo di volta in volta dei passaggi, dei piccoli livelli bonus o dei tesori. La terza ed ultima caratteristica del gioco è il già menzionato comprimario volante: il problema è che se saremo in due a giocare, il secondo partecipante avrà un ruolo estremamente marginale (cliccare in giro, raccogliere gemme col puntatore) mentre giocando da soli l'apporto del personaggio sarà ancora più limitato (non potrà raccogliere le gemme) ma sarà comunque un fardello da utilizzare obbligatoriamente, aggravato dai controlli su pad meno comodi rispetto al Move.

Riguardo il fattore estetico, Puppeteer è tecnicamente molto evoluto e curatissimo, sin dal character design, fino alla minuzia nelle animazioni e nei particolari. Gli effetti di luce ed ombreggiatura sono estremamente validi, così come l'alternanza rapidissima di ambienti e trovate scenografiche, tanto che in alcuni frangenti può venire il dubbio di trovarsi davanti a qualcosa di precalcolato.

Puppeteer può facilmente dare un'impressione iniziale fuorviante: vista l'eccessiva semplicità dei primi livelli (e della demo) potrebbe sembrare un gioco indirizzato esclusivamente ai più piccoli. In realtà la bellezza e la completezza del gameplay vengono fuori sulla distanza, quando la creatura di Japan Studio mostra di cosa è capace sia in ambito platform che in quello puramente audiovisivo. Un gioco assolutamente spettacolare e ricco di idee, che ha gli unici difetti in una difficoltà tutto sommato modesta e in una gestione non ottimale del secondo personaggio/puntatore: limitato il suo apporto in mano ad un secondo giocatore armato di Move, e scomodo se gestito in prima persona con lo stick destro. Tuttavia nonostante questo piccolo neo, Puppeteer si dimostra un buonissimo gioco adatto a tute le età: appagante, visionario e divertente.


Empire
The Flash
The Flash

Diamo un'occhiata alla terza stagione in Blu-Ray

The 100
The 100

Analizziamo i contenuti di questa terza stagione

Stranger Things

9

Stranger Things

Il sequel (quasi) perfetto!

Star Trek Enterprise

2

Star Trek Enterprise

Arriva anche in Italia il cofanetto completo della serie cult degli anni 2000

Madame Secretary
Madame Secretary

Il political drama di Tea Leoni arriva alla seconda stagione in DVD

Empire
Resident Evil Revelations 2

3

Resident Evil Revelations 2

L'orrore sbarca in forma portatile!

Linea Sparco Gaming
Linea Sparco Gaming

Nella splendida cornice del Monza Rally Show, Sparco Gaming ha presentato la nuova seduta da gioco per il 2018

Steep

1

Steep

Le Olimpiadi coreane in questo nuovo DLC!

Kingdom Come: Deliverance
Kingdom Come: Deliverance

Abbiamo fatto un salto nel medioevo!

SpellForce 3
SpellForce 3

Mondi in pericolo e fetidi maghi da eliminare